Tim Sweeney torna alla carica: così' si rende open la UWP di Windows 10

Tim Sweeney torna alla carica: così' si rende open la UWP di Windows 10

Il co-fondatore di Epic Games individua cinque punti senza i quali la Universal Windows Platform di Windows 10 non sarà realmente open. Richiesto a Microsoft un impegno formale per rimuovere le restrizioni e adottare un modello di distribuzione del software simile a quello delle applicazioni Win32

di pubblicata il , alle 09:31 nel canale Sistemi Operativi
WindowsMicrosoft
 

Tim Sweeney, co-fondatore di Epic Games, torna nuovamente all'attacco della politica commerciale adottata da Microsoft per distribuire app e giochi tramite il Windows Store, sfruttando la nuova Universal Windows Platform. Nell'intervento di alcuni giorni fa, Sweeney aveva sostanzialmente accusato la casa di Redmond di voler monopolizzare l'attività di sviluppo e distribuzione dei videogame per PC, mentre nel suo secondo intervento si spinge oltre nell'analisi della Universal Windows Platform e degli accorgimenti tramite i quali la piattaforma potrebbe essere resa effettivamente open, come Microsoft, formalmente, sostiene sia già ora. 

sweeney

Sweeney non fa fatica a riconosce in primo luogo gli indubbi punti di forza della nuova piattaforma dedicata allo sviluppo delle Universal App Windows 10. Dal punto di vista strettamente tecnico, la scelta di eseguire le app in modalità sandbox, di eliminare i layer per la retrocompatibilità e di introdurre nuovo set di API Windows semplificate offre dei vantaggi sotto il profilo della sicurezza per l'utente finale. Al tempo stesso, pur condividendo questa impostazione di base, Sweeney sottolinea che Microsoft ha inserito dei passaggi ulteriori e non necessari per la pubblicazione delle app nel Windows Store e per il side-loading delle medesime che mettono in discussione la reale natura open della piattaforma. 

La materia del contendere per Sweeney è lo stacco netto rispetto al modello distributivo delle applicazioni Win32, un modello a cui - sottolinea il co-fondatore di Epic - Microsoft deve tornare ad ispirarsi se vuole effettivamente rendere la UWP attraente per gli sviluppatori. Alla fase destruens degli interventi di Sweeney segue quella construens, con l'indicazione della strada che Microsoft dovrebbe intraprendere. Un percorso che si snoda in cinque punti principali:

  • Supportare l'installazione delle app UWP da qualsiasi fonte, compreso il Web, così come avviene oggi con le applicazioni Win32. L'utente dovrebbe essere libero di scaricarle, avviare l'installazione con un doppio click ed essere informato con un semplice avviso sui rischi legati al download e all'installazione di applicazioni scaricate dal web
  • Supportare l'installazione delle applicazioni UWP che sono firmate dai loro sviluppatori, con gli stessi servizi della Certificate Authority open che sono utilizzati per Win32 e per il web, senza richiedere agli sviluppatori la registrazione con Microsoft, né l'invio dei programmi a Microsoft per l'approvazione o per l'apposizione delle firma digitale, come oggi avviene con Windows 10
  • Consentire a store di applicazioni di terze parti di offrire l'installazione di applicazioni UWP, il loro aggiornamento e la disinstallazione delle applicazioni UWP già installate
  • Non imporre restrizioni alla connettività Internet delle applicazioni di terze parti o alle relazioni commerciali dirette tra sviluppatori e utenti al di fuori del Windows Store 
  • Utilizzare la terminologia "installazione" propria delle applicazioni win32 per porre sullo stesso livello tutte le fonti di produzione e distribuzione del software. Definire "side-loading" l'attività di installazione di app UWP distribuite al di fuori del Windows Store lascia intendere una posizione di secondo piano assunta da sviluppatori ed editori che scelgono tale canale distributivo.
Il nuovo articolato intervento di Sweeney si conclude con la richiesta, rivolta allo stesso CEO di Microsoft, di assumere l'impegno volto a garantire che la Universal Windows Platform sarà effettivamente open, seguendo il modello delle app Win32. In mancanza di un impegno in tal senso, mette in guardia il CEO di Epic Games, la risposta dei principali sviluppatori ed editori potrebbe essere molto fredda. Tim Sweeney auspica che la conferenza BUILD 2016 possa rappresentare un importante momento di incontro con la community di sviluppatori e un'occasione di chiarimento per consolidare un rapporto di fiducia incrinato dalla prospettiva di una UWP "chiusa".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

72 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
riuzasan12 Marzo 2016, 09:56 #1
Chiaro e costruttivo
Axios200612 Marzo 2016, 09:59 #2
Originariamente inviato da: riuzasan
Chiaro e costruttivo


Quoto.
cronos199012 Marzo 2016, 10:03 #3
Uno dei pochi, se non l'unico, che parla con cognizione di causa senza farsi condizionare da considerazioni di parte, o semplicemente legando il suo pensiero al solo "tirare l'acqua al suo mulino".
Bivvoz12 Marzo 2016, 10:36 #4
Beh questo si potrebbe anche fare se Microsoft fosse una onlus.
pabloski12 Marzo 2016, 10:38 #5
Sweeney dovrebbe fermarsi un attimo a riflettere su cosa MS ha intenzione di fare alla piattaforma Windows. Alcuni giorni fa leggevo questa notizia http://betanews.com/2016/03/09/wind...security-patch/

Cioè, voglio dire, dovrebbe ormai essere chiaro a tutti che MS ha intenzione di trasformare Windows in una specie di canale televisivo pieno di pubblicità.

In tutto questo dov'è lo spirito del personal computer? Ovviamente è morto. Ergo chi ancora crede nel PC ( e chi ne ha bisogno ) deve cercare nuovi verdi pascoli. MS è diventata una media company e sta procedendo ad uccidere la piattaforma che l'ha resa grande. Affari loro. A noi non resta altro che cercare un nuovo angolo di paradiso.
Axios200612 Marzo 2016, 10:44 #6
Originariamente inviato da: pabloski
Sweeney dovrebbe fermarsi un attimo a riflettere su cosa MS ha intenzione di fare alla piattaforma Windows. Alcuni giorni fa leggevo questa notizia http://betanews.com/2016/03/09/wind...security-patch/

Cioè, voglio dire, dovrebbe ormai essere chiaro a tutti che MS ha intenzione di trasformare Windows in una specie di canale televisivo pieno di pubblicità.

In tutto questo dov'è lo spirito del personal computer? Ovviamente è morto. Ergo chi ancora crede nel PC ( e chi ne ha bisogno ) deve cercare nuovi verdi pascoli. MS è diventata una media company e sta procedendo ad uccidere la piattaforma che l'ha resa grande. Affari loro. A noi non resta altro che cercare un nuovo angolo di paradiso.


Un alternativa completa a Win richiedera' tempo. Per ora bisogna arginare e tamponare come si puo'.

Ora tra poco arrivera' il "supporto tecnico" di MS che ci dira' che e' cosa buona e giusta infilare upgrade non richiesti nelle patch di sicurezza...
jack"the ripper"12 Marzo 2016, 11:04 #7
però per la sicurezza non è meglio il sistema attuale?correggetemi se sbaglio
Axios200612 Marzo 2016, 11:14 #8
Originariamente inviato da: jack"
però per la sicurezza non è meglio il sistema attuale?correggetemi se sbaglio


Da che mondo e' mondo, su Win chiunque poteva sviluppare programmi e distribuirli. Ora dovrebbe passare per un drm di MS.

Il fatto che poi stanno forzando l'upgrade a W10 https://www.reddit.com/r/technology...ng_reported_as/ lo rende ancora meno accettabile.

"Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza, non merita né la libertà né la sicurezza." Cit. Benjamin Franklin.
djfix1312 Marzo 2016, 11:28 #9
mi chiedo perchè scannarsi tanto per forzare la visione Open a Microsoft quando ogni cosa che viene prodotta per piattaforma Apple non lo sarà mai.
perchè M$ non può proporre la sua piattaforma chiusa?
Axios200612 Marzo 2016, 11:31 #10
Originariamente inviato da: djfix13
mi chiedo perchè scannarsi tanto per forzare la visione Open a Microsoft quando ogni cosa che viene prodotta per piattaforma Apple non lo sarà mai.
perchè M$ non può proporre la sua piattaforma chiusa?


MS che quota di mercato ha? Enorme.

Apple, lo sai fin dall'inizio che e' cosi'.

MS vuole eliminare sw e servizi per lei scomodi come Steam e Chrome. Chi garantisce che domani non si potranno piu' installare?

Gia' MS usa metodi degni dei virus per installare W10 nei pc ad insaputa degli utenti: https://www.ghacks.net/2016/03/09/s...-functionality/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^