Tante novità per Linux 4.15, da USB Type-C alle temperature delle CPU AMD Zen

Tante novità per Linux 4.15, da USB Type-C alle temperature delle CPU AMD Zen

È aperta la finestra per l'inclusione di patch in Linux 4.15 e sono molte le novità proposte. tra le principali, l'arrivo della lettura delle temperature delle CPU AMD Zen, il supporto delle GPU AMD Vega e delle porte USB Type-C.

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Sistemi Operativi
Linux
 

Linux 4.15 si preannuncia essere uno dei più interessanti rilasci del kernel degli ultimi tempi, soprattutto vista la quantità di novità per i computer più recenti. Con questa versione arriveranno infatti il supporto alla lettura delle temperature dei processori della famiglia AMD Zen e una gestione pressoché completa delle porte USB Type-C.

Il driver hwmon k10temp, che permette di accedere alle temperature dei processori AMD Zen (Ryzen, Threadripper, EPYC) tramite strumenti come XSensors, è in realtà pronto da settembre, ma sarà incluso solamente in Linux 4.15. È stata infatti avanzata la richiesta di inclusione nella prossima versione, assieme al nuovo display stack AMDGPU DC - che, tra le altre cose, porta con sé il supporto alle GPU Vega.

Anche il supporto allo standard USB Type-C vede molte novità con il kernel 4.15: il Type-C Port Manager (TCPM) fornisce la gestione dei ruoli delle porte con il nuovo standard, permettendo di gestire modalità particolari come l'alimentazione tramite USB. I driver possono quindi utilizzare questo gestore per impostare il comportamento dele porte attivando o disattivando funzionalità e così via.

Nonostante siano presenti così tante novità importanti, il supporto a lungo termine è andato al kernel 4.14. Questo potrebbe causare qualche problema per le distribuzioni come Ubuntu 18.04: data la necessità di supportare il più ampio parco hardware possibile, l'uso di Linux 4.15 sembra obbligato, ma la mancanza di supporto a lungo termine per quest'ultimo potrebbe rivelarsi problematica nella gestione degli aggiornamenti. Sarà infatti necessario fare un porting dei cambiamenti da Linux 4.14 o dalle versioni successive alla 4.15, fatto che porterà via risorse che sarebbero potute dedicare ad altro se Linux 4.15 avesse ricevuto lo stato di LTS.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
quartz15 Novembre 2017, 14:45 #1
Ottima notizia, finalmente potro' monitorare le temperature della CPU sotto stress anche su Linux.

Domanda: e' possibile aggiornare il kernel restando su Ubuntu 16.04 ?
mally15 Novembre 2017, 14:47 #2
non bastava l'uso di sensors o funziona solo per device su bus i^2c?
palmy15 Novembre 2017, 15:03 #3
se Linux 4.15 avesse ricevuto lo stato di LTS

A menoché le nomenclature non siano cambiate negli ultimi tempi essendo una .15 (numero dispari) era ovvio che non avrebbe avuto l'LTS.
Le versioni con supporto lungo e considerate convenzionalmente "stable" sono quelle con numerazioni pari.
Sandro kensan15 Novembre 2017, 20:25 #4
Volevo suggerire una news ovvero che la Top 500 dei più potenti supercomputer annovera linux come S.O.: è un record. Prossimo obbiettivo TOP 1000.
s-y15 Novembre 2017, 21:21 #5
è dal 2.6 che non si segue più la regola pari/dispari...

quanto all'installabilità su distro che non lo 'prevedano', si può certamente. non sono aggiornato come viene gestita la ricompilazione e compagnia su ubuntu, ma sarà certamente documentato il tutto
s-y15 Novembre 2017, 21:23 #6
Originariamente inviato da: Sandro kensan
Volevo suggerire una news ovvero che la Top 500 dei più potenti supercomputer annovera linux come S.O.: è un record. Prossimo obbiettivo TOP 1000.


forse vagamente meglio queste news, piuttosto che quelle palesemente 'esca' per il solito codazzo di commenti, no?
red.hell15 Novembre 2017, 22:10 #7
Originariamente inviato da: mally
non bastava l'uso di sensors o funziona solo per device su bus i^2c?


no, con Arch ho dovuto aggiungere il modulo it87-dkms, con quello leggo temperature, velocità ventola e voltaggi

Ryzen 1500 con scheda asus prime 350
r134815 Novembre 2017, 23:52 #8
Originariamente inviato da: red.hell
no, con Arch ho dovuto aggiungere il modulo it87-dkms, con quello leggo temperature, velocità ventola e voltaggi

Ryzen 1500 con scheda asus prime 350


Quel modulo gestisce i sensori della scheda madre, qui si tratta del sensore temperatura embedded nel DIE della CPU.
vraptus16 Novembre 2017, 08:15 #9
Originariamente inviato da: quartz
Domanda: e' possibile aggiornare il kernel restando su Ubuntu 16.04 ?

Ci mancherebbe! Immagino che basti abilitare i repository backports e selezionare il kernel.
/Norway\16 Novembre 2017, 08:32 #10
Originariamente inviato da: quartz
Ottima notizia, finalmente potro' monitorare le temperature della CPU sotto stress anche su Linux.

Domanda: e' possibile aggiornare il kernel restando su Ubuntu 16.04 ?


Io con gli aggiornamenti del Kernel ci andrei con i piedi di piombo.
Sulla mia macchina, con le impostazioni di aggiornamento di default, vedo disponibile il Kernel 4.10 ma di sicuro, per ora non mi azzardo ad installarlo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^