Project NEON, nuovo linguaggio di design su Windows 10 Redstone 3

Project NEON, nuovo linguaggio di design su Windows 10 Redstone 3

Previsto per la fine del 2017 Windows 10 Redstone 3 potrebbe avere un nuovo linguaggio stilistico successore di MDL 2. Si chiamerà NEON e punta tutto sulla coerenza fra ambiente desktop e ambiente olografico

di pubblicata il , alle 09:52 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Negli ultimi anni abbiamo assistito ad un profondo cambio di stile da parte di Microsoft. Il nuovo percorso di design è diventato evidente con Windows Phone 7, tuttavia il Microsoft Design Language (MDL) noto anche come Metro, risale al 2002, quando veniva impiegato per la primissima volta su Windows XP Media Centre Edition. Ad oggi si è evoluto parecchio e viene utilizzato come MDL2 su Windows 10, Office, Xbox, e su qualsiasi software della compagnia. Negli scorsi giorni sono affiorate nuove informazioni su quello che sarà il suo successore, NEON.

NEON non rappresenterà un cambiamento radicale nell'interfaccia utente, ma sarà solo un lavoro di finitura di MDL2 per rispondere alle rinnovate esigenze dell'evoluzione informatica. A riportare la novità è stato originariamente Windows Central, che sottolinea come con Project NEON Microsoft punta a rendere coerenti tutti gli elementi dell'interfaccia di Windows 10, eliminando le incongruenze. A tal fine gli sviluppatori di app universali avranno meno libertà d'azione: se adesso possono utilizzare design proprietari per i menu contestuali ed altri elementi della UI delle proprie app UWP, con NEON ciò non sarà possibile.

Microsoft punta ad inserire linee guida più limitanti, offrendo agli sviluppatori strumenti per realizzare interfacce grafiche più coerenti fra le varie applicazioni presenti sullo store. Project NEON punterà naturalmente anche verso le esperienze su cui verte l'intero aggiornamento previsto entro la fine dell'anno prossimo. Stiamo parlando di realtà virtuale e realtà aumentata, con le applicazioni tradizionali che dovranno apparire estremamente coerenti rispetto alle corrispettive compatibili con l'ambiente "olografico" e le esperienze di realtà aumentata.

NEON potrebbe infatti portare nuove texture, modelli tridimensionali ed effetti di illuminazione, elementi tipici degli ambienti dei videogiochi in 3D. L'obiettivo è di rendere più coeso il passaggio fra ambiente desktop e ambiente olografico ed eliminare le incongruenze fra le due esperienze d'utilizzo. Secondo le fonti Project NEON è in sviluppo da oltre un anno e dovrebbe fare il suo debutto proprio su Creators Update previsto per la fine dell'anno prossimo. Gli Insider lo riceveranno probabilmente in anticipo, forse anche nella prima metà del 2017.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emiliano8428 Novembre 2016, 11:30 #1
bene speriamo che tornino su qualcosa piu' simile al primo Metro
NoNickName28 Novembre 2016, 14:10 #2

Peccato

Che peccato... XAML era così bello :-)
amd-novello28 Novembre 2016, 22:33 #3
Originariamente inviato da: emiliano84
bene speriamo che tornino su qualcosa piu' simile al primo Metro


emiliano8429 Novembre 2016, 11:23 #4
Originariamente inviato da: NoNickName
Che peccato... XAML era così bello :-)


sono solo delle linee guida e magari qualche controllo in piu', non cambiano XAML, come quando sonom passati da modern a MDL2 ... o come quando google ha copiato metro, mica e' cambiato il linguaggio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^