Microsoft Windows 8 e l'upgrade dai vecchi sistemi

Microsoft Windows 8 e l'upgrade dai vecchi sistemi

Circolano online modalità e limitazioni per l'upgrade da Windows XP, Windows Vista e Windows 7 a Windows 8

di pubblicata il , alle 10:49 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha condiviso con alcuni partner i dettagli relativi alle possibilità di upgrade da un vecchio sistema Windows al nuovo Windows 8. Le informazioni sono riportate da ZDnet.com e per il momento non trovano conferma ufficiale sulle ormai note fonti utilizzate da Microsoft. L'upgrade a Windows 8 è possibile a partire da Windows XP, Windows Vista e Windows 7, ma con alcune importanti differenze:

Su sistemi con Windows XP with Service Pack 3 la migrazione potrà essere effettuata ma sul nuovo sistema verranno mantenuti solo i dati e i file personali. La stessa situazione si verifica nel caso in cui l'upgrade venga compituo da Windows Vista privo del service pack 1.Con Vista completo di SP1 l'upgrade riguarderà anche dati personali e file di sistema.

Effettuando l'upgrade da  Windows 7 Professional and Windows 7 Enterprise a Windows 8 Enterprise verranno trasferiti anche dati personali, file di configurazione e applicazioni. La stessa situazione si verifica per gli utenti di  Windows 7 Starter, Windows 7 Home Basic, Windows 7 Home Premium, Windows 7 Professional and Windows 7 Ultimate che effettuano upgrade a Windows 8 Pro.

Da Windows 7 Starter, Windows 7 Home Basic and Windows 7 Home Premium è possibile l'upgrade a Windows 8 (non Pro) con la possibilità di trasferire dati, impostazioni e applicazioni. Rimane anche la limitazione di upgrade legata all'architettura: sistemi a 32 bit non potranno fare upgrade a versioni di Windows 8 a 64bit.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

33 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheDarkMelon29 Giugno 2012, 10:59 #1
ottima notizia, sapevo che MS non ci avrebbe deluso!
birmarco29 Giugno 2012, 11:07 #2
Ottimo! Spero che l'upgrade non infici la velocità del sistema di destinazione com'è sempre stato
calabar29 Giugno 2012, 11:10 #3
Mi chiedo stavolta quale sarà il prezzo dell'upgrade.
Sto facendoci un pensierino per un vecchio sistema con XP comunque adeguato a win8, per poter avere un sistema aggiornato senza far arrancare il computer.
Sempre che win8 mantenga le attuali caratteristiche di leggerezza, naturalmente.

Abbastanza deluso sulla politica del passaggio dai 32 ai 64 bit. Microsoft dovrebbe spingere sui 64 bit e consentire il passaggio su quei sistemi che sono in grado di far funzionare un sistema a 64 bit.

@Redazione
"Windows XP with Service Pack 3"... traduzione parziale?
melo8629 Giugno 2012, 11:35 #4
Originariamente inviato da: calabar
aturalmente.

Abbastanza deluso sulla politica del passaggio dai 32 ai 64 bit. Microsoft dovrebbe spingere sui 64 bit e consentire il passaggio su quei sistemi che sono in grado di far funzionare un sistema a 64 bit.

Beh, non è colpa loro. Il sistema operativo è completamente diverso!
calabar29 Giugno 2012, 11:42 #5
Originariamente inviato da: melo86
Beh, non è colpa loro. Il sistema operativo è completamente diverso!

Beh, anche XP e Win8 sono completamente diversi, questo non impedisce l'upgrade.
I motivi che mi vengono in mente sono due:
- commerciale, che contesto pienamente, per evitare di "svendere" i sistemi a 64 bit (se lo vuoi, lo paghi a prezzo pieno!).
- pratico, che posso in parte condividere, per evitare che il passaggio al nuovo sistema possa portare a problemi di driver o di uso di risorse. Del resto questo problema è facilmente risolvibile mantenendo lo stesso tipo di sistema come default e consentendo comunque a chi lo volesse, di installare la versione a 64 bit (magari con una modalità di installazione avanzata).
Aegon29 Giugno 2012, 12:13 #6
Originariamente inviato da: calabar
Beh, anche XP e Win8 sono completamente diversi, questo non impedisce l'upgrade.
I motivi che mi vengono in mente sono due:
- commerciale, che contesto pienamente, per evitare di "svendere" i sistemi a 64 bit (se lo vuoi, lo paghi a prezzo pieno!).
- pratico, che posso in parte condividere, per evitare che il passaggio al nuovo sistema possa portare a problemi di driver o di uso di risorse. Del resto questo problema è facilmente risolvibile mantenendo lo stesso tipo di sistema come default e consentendo comunque a chi lo volesse, di installare la versione a 64 bit (magari con una modalità di installazione avanzata).


No il motivo è proprio tecnico. NESSUN sistema a 32bit può essere aggiornato ad una versione a 64 proprio perché cambia completamente l'architettura... anche provarci da linux significa disinstallare completamente il vecchio e mettere il nuovo: l'unica cosa mantenuta è la home.

Tenere due versioni separate sul disco e fare il dual boot è possibile, mettere un supporto opzionale 32 -> 64 bit è impossibile a livello architetturale (mentre è possibile il viceversa 64 -> 32, tenendo librerie sia a 32 che a 64bit.. ma il KERNEL deve essere a 64.). Lo spazio di indirizzamento del kernel a 32bit è la metà di quello di un sistema a 64bit e cambiano anche diverse istruzioni... è diverso proprio il codice compilato.

In pratica è come riempire una bottiglia: se è da due litri puoi mettercene 1 dentro, se è da 1 non puoi infilarcene 2.

L'unica opzione è farsi, a mano, un backup dei file personali ed installare la versione ex-novo. Tra l'altro è il passaggio migliore per chi ha XP o Vista (soprattutto il primo), in tal modo aggiornano il filesystem che ha avuto diversi miglioramenti.
Riccardo8229 Giugno 2012, 12:25 #7
Molte aspplicazioni non lo digeriscono il 64 bit non dimenticatevelo..
e non basta la modalità di compatibilità...

una su tutti DJGPP
Ethan0129 Giugno 2012, 13:00 #8
riccardo non facciamo disinformazione.grazie
djfix1329 Giugno 2012, 14:39 #9
apparte varie convinzioni personale il sistema è SEMPRE MEGLIO formattarlo e generare una installazione pulita, ci sono innumerevoli motivi per mantenere impostazioni e programmi ma la realtà è evidente e sperimentabile: dopo un upgrade il sistema NON è uguale all'installazione da 0 rimettendo i software di uso quotidiano.

per la questione 64 bit è fondamentale generare una versione a 32 in quanto ci sono molti HW che non supportano il 64 bit compresi i tablet ed i netbook di poco più di 1 generazione fa.
chi passa da XP vada dritto su Win pro 8 a 64bit (se possibile x soldi e HW) la versione non pro è intrinsecamente limitata e quindi non consigliabile ammeno che non sia una questione di acquisto legata all'HW.
in accoppiata consiglio office anch'esso a 64 bit, molto più veloce.
calabar29 Giugno 2012, 15:27 #10
@Aegon
Non hai capito il nocciolo della questione: non è un problema tecnico, ma di licenza.
Che poi ci siano anche difficoltà tecniche (non certo insuperabili) è un altro discorso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^