Microsoft sta lavorando sulla prossima versione di Windows 10 per la seconda metà del 2019

Microsoft sta lavorando sulla prossima versione di Windows 10 per la seconda metà del 2019

Microsoft ha iniziato a lavorare sul prossimo grosso aggiornamento di Windows 10 previsto per la seconda metà dell'anno. Lo riferisce una fonte affidabile rispetto allo sviluppo di Windows 10

di pubblicata il , alle 19:41 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

142 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
LukeIlBello25 Gennaio 2019, 22:33 #11
Originariamente inviato da: Skylake_
...di ripetere bestemmie a nastro dopo l'ennesimo aggiornamento andato male? Di scoprire che qualcosa che fino al giorno prima funzionava perfettamente ora non funziona più perchè è cambiato l'allineamento degli astri terrestri?
Certo che mi stanco, ma visto che con i PC ci si lavora, non è che mi diverto a cercare di risolvere problemi creati dal nulla (non mi diverto nemmeno quando li uso per hobby, ma nel caso del lavoro c'è la piccola differenza che l'orologio fa tic tac e hai la strizza al c..o se non risolvi velocemente).
Sento ancora l'eco delle imprecazioni dello scorso aprile quando, con l'aggiornamento... ops, tutte le tavolette grafiche hanno smesso di funzionare! Dopo un paio di giorni si è trovata la soluzione "amiocuggino" definitiva (che non fosse il formattare e tornare indietro)... Microsoft ha rilasciato l'aggiornamento ufficiale due settimane dopo. Cosa avrebbero dovuto fare tutti i professionisti tavoletta dipendenti nel frattempo? Passare a Mac alla velocità della luce? Andare in ferie in attesa che da Redmond arrivasse l'hotfix?

Comunque a me basta che dicano con congruo anticipo quando comincia il rollout, così blocco gli aggiornamenti automatici e nel dubbio faccio un bel backup

ehhh qui è la parola magica... che loro (i fan MS) ignorano.. professionisti
biometallo25 Gennaio 2019, 23:39 #12
Originariamente inviato da: gd350turbo
Ma non vi stancate di ripetere sempre le stesse cose ?

Ma dai sono bimbi(almeno come eta mentale) lascia che si divertano!


Originariamente inviato da: Skylake_
Sento ancora l'eco delle imprecazioni dello scorso aprile quando, con l'aggiornamento... ops, tutte le tavolette grafiche hanno smesso di funzionare! Dopo un paio di giorni si è trovata la soluzione "amiocuggino" definitiva (che non fosse il formattare e tornare indietro)... Microsoft ha rilasciato l'aggiornamento ufficiale due settimane dopo. Cosa avrebbero dovuto fare tutti i professionisti tavoletta dipendenti nel frattempo? Passare a Mac alla velocità della luce? Andare in ferie in attesa che da Redmond arrivasse l'hotfix?


Ma stiamo parlando dell'aggiornamento alla 1803?

Prima di tutto faccio notare che Microsoft alle persone che lavorano (windows 10 pro) consente da sempre il ritardo dei Major update, è una roba che si fa con due click nel pannello impostazioni roba a prova di utonto, ma se poi uno è un "programmatore super hacker pro" apre i criteri di gruppo e mette tutto in manuale
altro "trucchetto" è impostare la connessione a consumo, anche se comunque qualche aggiornamento di sicurezza passa lo stesso ieri sera per dire quando ho spento il pc me ne ha fatto uno.

Ma poi formattare?
Se ci sono problemi dopo un major update c'è la procedura automatica, basta premere su torna alla versione precedente di windows...
Che poi i backup sarebbe buona norma farli sempre non solo in vista di un major update.

Ora non so quanto siate grande come azienda, ma non credo che sia poi così assurdo tenere una macchina di prova dove collaudare tutti gli aggiornamenti e SOLO DOPO installarli su quelle che lavorano.

Boh, a me sembrano tutte lagne senza senso, ma tant'è...

PS così a titolo di cronaca segnalo che sto scrivendo da linux mint 19.1 che ho appena installato
theboy25 Gennaio 2019, 23:40 #13
win7 era troppo bello..grazie Ms..
tony35925 Gennaio 2019, 23:47 #14
per quanto sia d'accordo che MS stia un po' esagerando con aggiornamenti e cose varie - anche se capisco il motivo - devo riconoscere che una grossa fetta di responsabilità arriva proprio dall'utente.

L'utenza professionale che ha un utilizzo critico del sistema deve essere in grado di selezionare la versione dell'OS corretta (=non home) e gestire gli aggiornamenti in modo opportuno. Se non è in grado, pagherà qualcuno per farlo al posto suo. Non si può pensare che MS non aggiorni perché c'è chi non sa usare il computer.

"Ma il Mac non ha di questi problemi". Per forza! Loro programmano software che va su una manciata di combinazioni hardware che loro progettano che funzionano con driver che loro scrivono. Facile così!

Magari spererei che Microsoft renda la vita un po' più facile al piccolo professionista, rendendo gli aggiornamenti un po' più gestibili da chi il computer lo usa per lavorare (No, "group policies" non è esattamente user friendly!). Ci stanno arrivando, piano piano. Ma ancora non ci siamo.
Nicodemo Timoteo Taddeo26 Gennaio 2019, 07:24 #15
Originariamente inviato da: tony359

L'utenza professionale che ha un utilizzo critico del sistema deve essere in grado di selezionare la versione dell'OS corretta (=non home)


Per l'utenza casalinga/privata che trova l'home preinstallato (e pagato) invece, 'ntoculu.... (Cit. Albanese)

Allucinante.
Marko#8826 Gennaio 2019, 07:51 #16
Originariamente inviato da: LukeIlBello
beta tester sempre l'utenza pagante?


Meglio beta tester che persone patetiche come te
stefman26 Gennaio 2019, 09:09 #17
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
Per quanto riguarda Windows 10 19H1, invece, la fase di "bug dash" dovrebbe iniziare a breve.


In realtà sarebbe la fase di "Bug Bash": https://en.wikipedia.org/wiki/Bug_bash
Vindicator2326 Gennaio 2019, 10:23 #18
io uso questo sito https://tb.rg-adguard.net/public.php

è perfettamente legale in quanto scarica la trial aggiornata da microsoft è molto veloce

non ho file importanti solo giochi ogni tanto piallo e reinstallo la versione piu aggiornata ogni 6-7 mesi

c'è l'opzione mantieni i file ripristina windows
Alfhw26 Gennaio 2019, 10:52 #19
Originariamente inviato da: tony359
per quanto sia d'accordo che MS stia un po' esagerando con aggiornamenti e cose varie - anche se capisco il motivo - devo riconoscere che una grossa fetta di responsabilità arriva proprio dall'utente.

L'utenza professionale che ha un utilizzo critico del sistema deve essere in grado di selezionare la versione dell'OS corretta (=non home) e gestire gli aggiornamenti in modo opportuno. Se non è in grado, pagherà qualcuno per farlo al posto suo. Non si può pensare che MS non aggiorni perché c'è chi non sa usare il computer.

"Ma il Mac non ha di questi problemi". Per forza! Loro programmano software che va su una manciata di combinazioni hardware che loro progettano che funzionano con driver che loro scrivono. Facile così!

Magari spererei che Microsoft renda la vita un po' più facile al piccolo professionista, rendendo gli aggiornamenti un po' più gestibili da chi il computer lo usa per lavorare (No, "group policies" non è esattamente user friendly!). Ci stanno arrivando, piano piano. Ma ancora non ci siamo.

Quoto ciò che hai scritto. Tuttavia IMHO MS sta esagerando con questi aggiornamenti di windows. Una volta uscivano i service pack ogni 12-18 o 24 mesi quindi c'era tutto il tempo di testarli. Adesso invece ogni 6 mesi arriva una nuova sotto-versione di windows, un po' come Ubuntu che infatti non è conosciuta per essere la distro Linux più stabile. Anche questa nuova filosofia di windows 10 come una versione senza un successore non la capisco. Il vecchio sistema con i service pack e una nuova versione di windows ogni 3 anni mi sembrava molto più bullet-proof.
Nicodemo Timoteo Taddeo26 Gennaio 2019, 11:06 #20
Originariamente inviato da: Alfhw
Adesso invece ogni 6 mesi arriva una nuova sotto-versione di windows, un po' come Ubuntu che infatti non è conosciuta per essere la distro Linux più stabile.


No in realtà Ubuntu ha le LTS, versioni a lungo supporto, finora cinque anni. Ora però è stato annunciato che la 18.04 verrà supportata per ben dieci anni.

https://itsfoss.com/ubuntu-18-04-ten-year-support/

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^