Microsoft riduce il tempo di installazione percepito degli aggiornamenti di Windows 10

Microsoft riduce il tempo di installazione percepito degli aggiornamenti di Windows 10

La compagnia ha spiegato alcuni cambiamenti effettuati nel sistema di installazione degli aggiornamenti di Windows 10 in seguito alle richieste degli utenti

di pubblicata il , alle 13:21 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

All'interno di un nuovo post sul blog ufficiale Microsoft ha spiegato alcuni cambiamenti effettuati nel sistema di installazione dei grossi aggiornamenti di Windows 10. Si tratta di modifiche richieste a quanto pare a gran voce dagli utenti Insider per ottenere una riduzione dei tempi di installazione "offline", quindi con il computer inoperativo.

Secondo quanto scrive Joseph Conway di Microsoft sono quattro le fasi di installazione di ogni nuova versione del sistema operativo, e ciascuna di esse può richiedere operazioni sia offline che online con diversi riavvii richiesti. Le fasi online sono quelle meno invasive, visto che possono essere eseguite in background mentre l'utente utilizza effettivamente il computer. Quelle offline, invece, sono naturalmente le più pesanti e richiedono che il sistema operativo non sia in funzione. In questo caso l'utente non può eseguire alcun lavoro con il PC, e può solo aspettare la fine della procedura.

Windows 10 Creators Update

L'attuale modello di installazione prevede solo tre operazioni online e ben sette offline. La procedura si suddivide così: il sistema controlla gli aggiornamenti disponibili, sia manualmente che automaticamente; se presente un major update viene scaricato il pacchetto di installazione e, alla fine, viene richiesto un riavvio per cominciare l'installazione. Queste sono le tre operazioni previste online, tutte le altre invece sono offline: il computer viene riavviato e i contenuti dell'utente vengono preparati per essere trasportati nella nuova installazione. La nuova versione viene installata in una cartella temporanea, così come driver e tutti i file necessari per il funzionamento del sistema operativo. Il trasferimento continua poi con i contenuti dell'utente e alla fine di questa procedura il computer si riavvia e viene completato l'aggiornamento. Solo in questo momento inizia la "OOBE", l'esperienza out-of-the-box.

Con il nuovo modello ci sono invece cinque fasi online e altrettante offline, con queste ultime che richiedono un tempo medio di massimo 30 minuti secondo le rilevazioni fatte nel programma Insider. Il sistema controlla gli aggiornamenti, e se presente un nuovo major update viene scaricato sul computer. Le procedure di preparazione dei contenuti dell'utente e l'installazione del sistema operativo nella cartella temporanea vengono effettuate "online", con il PC funzionante, e solo al loro termine viene richiesto il riavvio per eseguire l'installazione dell'aggiornamento. Dopo il riavvio viene iniziato il processo di installazione e vengono eseguite le operazioni necessarie per i driver e i file necessari per il funzionamento del sistema operativo, vengono trasferiti i contenuti dell'utente (che erano già stati preparati) e il PC si riavvia subito per completare le ultime operazioni. Terminata anche l'ultima fase inizia l'OOBE.

Il tempo richiesto dall'intera operazione secondo Microsoft sarà superiore rispetto ad oggi, ma l'utente non verificherà nessun rallentamento, anzi tutto l'opposto. Questo perché il tempo in cui il computer rimarrà operativo sarà maggiore, mentre quello offline in cui bisognerà sospendere tutti i lavori in corso verrà considerevolmente ridotto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

82 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gd350turbo20 Marzo 2018, 13:28 #1
una riduzione dei tempi di installazione "offline", quindi con il computer inoperativo.


Senz'altro è una cosa positiva, ma io, pur avendolo su computer datati e molto datati, e quindi con performance scarse, non ho mai avvertito questo disagio provocato dagli aggiornamenti, sono sempre stati trasparenti, al massimo, quando lo riavviavi/accendevi, ci metteva un pò di più a fare il boot.
ThE cX MaN20 Marzo 2018, 13:30 #2

Pazzi

Mamma mia, meno male che 12 anni fa sono scappato da quel manicomio chiamato Microsoft.
Lampetto20 Marzo 2018, 14:10 #3
Originariamente inviato da: ThE cX MaN
Mamma mia, meno male che 12 anni fa sono scappato da quel manicomio chiamato Microsoft.


Riducono i tempi di aggiornamento e sono pazzi, prima erano lunghi ed erano scemi, va mai bene qualcosa?
emahwupgrade20 Marzo 2018, 14:10 #4
Solo io trovo tremenda l’interfaccia di windows10? Invece di aggiungere feature inutili come Cortana (ma chi è che parla continuamente con il proprio laptop) urge un cambiamento urgente.
Persino Windows mobile ha abbandonato le live tiles - o forse sarebbe meglio dire che gli utenti le hanno abbandonato 🙂
LukeIlBello20 Marzo 2018, 14:17 #5
Originariamente inviato da: gd350turbo
Senz'altro è una cosa positiva, ma io, pur avendolo su computer datati e molto datati, e quindi con performance scarse, non ho mai avvertito questo disagio provocato dagli aggiornamenti, sono sempre stati trasparenti, al massimo, quando lo riavviavi/accendevi, ci metteva un pò di più a fare il boot.


sisi e la marmotta confezionava la cioccolata.. o forse qualcos'altro
Link ad immagine (click per visualizzarla)
LukeIlBello20 Marzo 2018, 14:19 #6
Originariamente inviato da: Lampetto
Riducono i tempi di aggiornamento e sono pazzi, prima erano lunghi ed erano scemi, va mai bene qualcosa?


sicuramente ben accetta la cosa, il mio portatile da cui scrivo è molto speranzoso infatti, anche se sarebbe meglio alleggerire soprattutto il peso degli aggiornamenti
gd350turbo20 Marzo 2018, 14:22 #7
Originariamente inviato da: LukeIlBello
sisi e la marmotta confezionava la cioccolata.. o forse qualcos'altro
Link ad immagine (click per visualizzarla)


Ti ho già spiegato che se la sogei, ti ha dato un computer a manovella, non significa che tutti i computer lo siano...
Proponi al tuo capo che sono disponibile a fare un contratto di consulenza !
imayoda20 Marzo 2018, 14:23 #8
Inizialmente ritenevo w10 un buon Os, ma questa cosa della continua rolling release è disgustosa..
LukeIlBello20 Marzo 2018, 14:24 #9
Originariamente inviato da: emahwupgrade
Solo io trovo tremenda l’interfaccia di windows10? Invece di aggiungere feature inutili come Cortana (ma chi è che parla continuamente con il proprio laptop) urge un cambiamento urgente.
Persino Windows mobile ha abbandonato le live tiles - o forse sarebbe meglio dire che gli utenti le hanno abbandonato 🙂


la GUI è stata ingegnerizzata e progettata per fungere sui cellulari, che è il mercato di riferimento all'epoca della concezione di win10..
questo doveva fungere da "collante" per tutti i sistemi MS, a cominciare
dal nokia lumia fino agli ibridi... tutti avrebbero dovuto montare windows10....

il problema è che..non è sopravvissuto nessuno
il pc si è salvato perchè gli uffici non possono farne a meno, lato enter tainment MS ha perso praticamente ogni margine (eccezion fatta per xbox)

e quello che è rimasto è, appunto un OS che ha come target gli schermi verticali e le icone a basso consumo energetico, quindi quasi monocromatiche.. senza trasparenze e con icubettoni alla clem clementoni anni 80...
per me, dovrebbero cacciare nadella togliendogli la pensione..
Lampetto20 Marzo 2018, 14:25 #10
Originariamente inviato da: emahwupgrade
Solo io trovo tremenda l’interfaccia di windows10? Invece di aggiungere feature inutili come Cortana (ma chi è che parla continuamente con il proprio laptop) urge un cambiamento urgente.
Persino Windows mobile ha abbandonato le live tiles - o forse sarebbe meglio dire che gli utenti le hanno abbandonato 🙂


Le Live Tiles sono disinstallabili, anche se mi chiedo il perchè visto che sono comode e hanno notifiche Live, poi de gustibus, a me fanno comodo e non dispiacciono affatto. Essendo presenti solo dal menu start non sono neanche invasive. Riguardo Cortana, sempre menzionata, vorrei ricordare che non centra nulla con le live Tiles, è la classica finestrella di ricerca in basso, dove si può usare la voce o digitare quello che si vuole. Infine cosa centra Windows Mobile in questo discorso, dove l'interfaccia era Touch screen e le Tiles erano obbligatorie per il touch capacitivo, è finita l'epoca del pennino.

Ma si, mettiamo tutto in un calderone per dire sempre le stesse cose...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^