Microsoft modifica la schermata per l'update a Windows 10, più chiara e meno aggressiva

Microsoft modifica la schermata per l'update a Windows 10, più chiara e meno aggressiva

Microsoft rilascerà nella settimana in corso un aggiornamento dell'applicazione Ottieni Windows 10 per rendere la procedura di update al sistema operativo più chiara e ridurre il rischio di dare inavvertitamente il via alla procedura di aggiornamento.

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha confermato che introdurrà una modifica alla schermata dell'applicazione ''Ottieni Windows 10" per renderla più chiara ed evitare l'avvio indesiderato della procedura di aggiornamento. La nuova schermata conterrà tre pulsanti tramite i quali si potrà scegliere di effettuare subito l'aggiornamento a Windows 10, selezionare l'orario in cui avviare la procedura di update o declinare in maniera chiara l'offerta dell'aggiornamento. Modificato anche il controverso comportamento del tasto "X" della finestra di dialogo: con l'ultima versione di Ottieni Windows 10, cliccando su di esso, veniva avviata automaticamente la fase di aggiornamento.

Ottieni Windows 10 new

La nuova schermata dell'applicazione Ottieni Windows 10 riporta in maniera chiara l'opzione per rifiutare l'aggiornamento gratuito (credit The Verge)

La modifica dell'applicazione "Ottieni Windows 10" sarà applicata nella settimana in corso, la conferma viene dallo stesso Terry Myerson, vicepresidente del gruppo Windows and Devices di Microsoft, che ha dichiarato al sito The Verge

Da quando abbiamo introdotto la nuova procedura di aggiornamento a Windows 10 abbiamo ricevuto il feedback che alcuni nostri stimati clienti la ritengono poco chiara. Abbiamo lavorato duramente per assorbire tale feedback e questa settimana distribuiremo un nuovo aggiornamento con opzioni chiare per aggiornare subito, programmare l'orario o declinare l'offerta gratuita.

Microsoft ha adottato la decisione appena descritta a circa un mese di distanza dal termine di validità dell'offerta che permette agli utenti Windows 8.1, 8 e 7 di effettuare l'aggiornamento gratuito alla nuova major release del sistema operativo Windows. La casa di Redmond non ha fatto mistero di puntare a raggiungere risultati importanti in termini di base installata. Al momento, oltre 300 milioni di utenti utilizzano Windows 10, ma, a distanza di 11 mesi dal rilascio della prima versione stabile del sistema operativo, sono ancora numerosi gli utenti che hanno scelto di continuare ad utilizzare Windows 7 (poco meno del 50% dell'intera base installata degli OS desktop secondo i dati Net Applications).  

Una correzione in extremis (l'offerta terminerà il 29 luglio prossimo) quella introdotta da Microsoft al meccanismo per l'upgrade gratuito a Windows 10 al fine di contenere gli effetti negativi del precedente sistema, in primo luogo sul piano dell'immagine e del rapporto di fiducia con l'utenza. Non è infatti passata inosservata la modifica al funzionamento del tasto "X" della schermata "Ottieni Windows 10" che, inizialmente, rimuoveva effettivamente la notifica ed evitava l'avvio della procedura di aggiornamento, ma che, successivamente, ha svolto la funzione diametralmente opposta, ovvero avviare l'aggiornamento creando non poca confusione tra l'utenza (da sempre il tasto "X" serve per chiudere una finestra/applicazione e non per avanzare nell'applicazione). 

Non è da escludere, inoltre, che la modifica conferma da Myerson sia stata introdotta per evitare il ripetersi di altri casi giudiziari come quello recentemente passato agli onori della cronaca e terminato con la condanna di Microsoft al pagamento di 10,000 dollari per i danni causati da un aggiornamento a Windows 10 indesiderato (ved. precedente news). La pronuncia del giudice rappresenta, infatti, un precedente che potrebbe essere utilizzato anche da altri utenti. Meglio puntare alla massima chiarezza, a costo di sacrificare quote di mercato. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mith8928 Giugno 2016, 16:06 #1
eh beh, fondamentale quando manca un mese alla fine dell'offerta
zuril28 Giugno 2016, 17:14 #2
Originariamente inviato da: Mith89
eh beh, fondamentale quando manca un mese alla fine dell'offerta


già, quando ormai non serve più, 11 mesi ci hanno messo! Complimenti per il tempismo.
Axios200628 Giugno 2016, 17:46 #3
Fino a stamattina, qualcuno la difendeva a spada tratta....

Non so se sono peggio le figuracce di MS o di chi la difende stile religione...

Magari è gente che si è esaltata all'idea di un Windows legale gratis e quindi anche installato a forza era gradito.
biffuz28 Giugno 2016, 18:03 #4
Qualcuno ha provato ad aggiornarlo su un Mac con Boot Camp E Parallels/VMWare? Vorrei conservare la possibilità di usare la medesima installazione, sia in boot nativo che in virtual machine. In rete vedo racconti di esperienze diametralmente opposte...
Red Dragon28 Giugno 2016, 18:11 #5
Tutto questo grazie a Teri Goldstein che ha vinto la causa, ma quello che lascia più' perplessi e' come mai nessuno ci ha provato prima dopo tutti i casini con gli aggiornamenti forzati a win 10, aziende, privati, possibile che nessuno aveva pensato a far causa a MS per i danni arrecati?

ora ci manca una bella class actions stile wolksvagen e dieselgate e MS rimpiangerà' di aver proposto l'aggiornamento a win10 in questa maniera.
cdimauro28 Giugno 2016, 19:08 #6
Originariamente inviato da: ProvideComfort
[I][U]La nuova schermata dell'applicazione Ottieni Windows 10 riporta in maniera chiara l'opzione per rifiutare l'aggiornamento gratuito[/U][/I]

Ma pensa...Allora non era difficile fare un qualcosa di chiaro e trasparente sin da subito...

Era già chiaro prima, per cui potevano risparmiarsi questa inutile modifica.

Quel che hanno sbagliato è l'avere programmato l'aggiornamento senza chiederlo preventivamente all'utente.

Di ambedue le cose ne abbiamo già straparlato quando c'è stata la notizia di questa modifica, adapter: non te lo ricordi?
Beh...a quanto pare, a qualcosa servono le citazioni per danni.

Si vede che non conosci gli americani...
calabar28 Giugno 2016, 19:37 #7
Eh grazie, dopo aver fatto il danno

Ad ogni modo meglio tardi che mai. Mi chiedo quanto abbiano dovuto "lavorare duro" (cit) per riportare le cose alla normalità.
Fos29 Giugno 2016, 06:21 #8
Originariamente inviato da: calabar
Eh grazie, dopo aver fatto il danno

Ad ogni modo meglio tardi che mai. Mi chiedo quanto abbiano dovuto "lavorare duro" (cit) per riportare le cose alla normalità.
Beh, visto il tempismo, mi sembra chiaro che attendevano solo qualche rogna. (Probabilmente avevano l'alternativa pronta)

Magari neanche si aspettavano una simile longevità...

Come dire, dopo una settimana "il più" sarebbe diventato grasso che cola.
das29 Giugno 2016, 08:52 #9
Grazie al cielo tra un mese finirà questa rottura. Potrò riattivare windows update 😂
giason30 Giugno 2016, 11:38 #10
Ecco spiegato come mai oggi non mi è ancora arrivata la mascherina dove mi invita di installare windows 10, prima mi arrivava 2 volte al giorno.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^