Microsoft entra, per la prima volta, nella top 20 dei contributori del kernel Linux

Microsoft entra, per la prima volta, nella top 20 dei contributori del kernel Linux

Microsoft entra nella lista dei top 20 contributori del kernel linux, per la prima volta nella storia dell'informatica. Qualcosa sta cambiando, forse

di pubblicata il , alle 12:02 nel canale Sistemi Operativi
Microsoft
 

La stessa azienda che aveva comparato, per mezzo del proprio CEO Steve Ballmer, Linux ad una malattia, è ora una delle prime 20 aziende che contribuisce allo sviluppo del kernel del noto sistema operativo open-source. Il report, che evidenzia tale dato, è stato distribuito ieri dalla Linux Foundation ed è disponibile a questo indirizzo.

Microsoft, quindi, appare per la prima volta nella storia in tale lista. Tra le altre principali aziende che contribuiscono alla stesura del kernel troviamo Red Hat, Novell e IBM. La comparsa di Microsoft, al numero 17 della lista, evidenzia però un fattore importante: il cambio di direzione dell'azienda di Redmond.

Nel comunicato stampa ufficiale, la Linux Foundation afferma che: "considerata l'ubiquità che Linux ha raggiunto, sia nel mondo enterprise sia in quello mobile, il mercato dipende in modo diretto da questo sistema operativo e Microsoft ha cominciato a lavorare per adattarsi".

Il contributo di Microsoft nei confronti di Linux è cominciato nel 2009, con il rilascio di codice driver al fine di aiutare Linux ad operare con le tecnologie di virtualizzazione di Windows Server. La posizione di Microsoft nei confronti del mondo open-source, come è facile intuire, non è mai stata positiva, anzi. Se nel 2001, Ballmer comparava Linux ad una malattia, le recenti azioni legali per brevetti violati di Android ne è una ulteriore conferma.

Il video a seguire è stato distribuito insieme al report:

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

62 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pabloski04 Aprile 2012, 12:38 #1
Facciamo i dovuti distinguo. MS non è amica dell'opensource, s'è inventata codeplex ( aka il sourceforge dei poveri ) e assurde licenze che ( secondo loro ) dovrebbero essere open.

Non parliamo poi della trappola .net/mono.

E diciamo pure che il contributo di ms si limita ESCLUSIVAMENTE a fornire patch per il supporto a Hyper-V.

Cioè MS sta facendo i suoi interessi, non certo quelli della comunità o di linux. Sa bene che linux è fortissimo in ambito server e, perchè costretta, lo sta prendendo in considerazione.

P.S. ma un bell'articolo sulla riuscita migrazione di Monaco, no eh!?!
trapanator04 Aprile 2012, 12:59 #2
Originariamente inviato da: pabloski
Facciamo i dovuti distinguo. MS non è amica dell'opensource, s'è inventata codeplex ( aka il sourceforge dei poveri ) e assurde licenze che ( secondo loro ) dovrebbero essere open.

Non parliamo poi della trappola .net/mono.

E diciamo pure che il contributo di ms si limita ESCLUSIVAMENTE a fornire patch per il supporto a Hyper-V.

Cioè MS sta facendo i suoi interessi, non certo quelli della comunità o di linux. Sa bene che linux è fortissimo in ambito server e, perchè costretta, lo sta prendendo in considerazione.

P.S. ma un bell'articolo sulla riuscita migrazione di Monaco, no eh!?!


non posso che concordare.
jappilas04 Aprile 2012, 13:15 #3
Originariamente inviato da: pabloski
P.S. ma un bell'articolo sulla riuscita migrazione di Monaco, no eh!?!
come al solito non perdi occasione per polemizzare...
truncksz04 Aprile 2012, 13:46 #4
molte affermazioni di questo video che sono paventate come vantaggi dall'altro lato della medaglia sono proprio grossi difetti, e chi sviluppa e sostiene un ecosistema vero, lo sa bene. Senza tenere conto del fatto che ancora si confonde il kernel linux con l'intero SO.
Diciamo che è una buona operazione di marketing e niente più
s0nnyd3marco04 Aprile 2012, 13:56 #5
Originariamente inviato da: pabloski
Facciamo i dovuti distinguo. MS non è amica dell'opensource, s'è inventata codeplex ( aka il sourceforge dei poveri ) e assurde licenze che ( secondo loro ) dovrebbero essere open.

Non parliamo poi della trappola .net/mono.

E diciamo pure che il contributo di ms si limita ESCLUSIVAMENTE a fornire patch per il supporto a Hyper-V.

Cioè MS sta facendo i suoi interessi, non certo quelli della comunità o di linux. Sa bene che linux è fortissimo in ambito server e, perchè costretta, lo sta prendendo in considerazione.

P.S. ma un bell'articolo sulla riuscita migrazione di Monaco, no eh!?!


Concordo. A Microsoft non importa nulla dell'open source. Lo fa solo per il supporto a Hyper-V.

Purtroppo la migrazione di Monaco e' passata in sordina.

Spero che MS non metta le sue manacce in altre parti del kernel.
WillianG8304 Aprile 2012, 14:12 #6
Originariamente inviato da: pabloski
Non parliamo poi della trappola .net/mono.


Quanto sei fanboy!!!! Da quando in qua si sceglie un linguaggio (C# o VB) e un framework (.net) in base al fatto che sia open o no????? Forse all'universita' con gli amici noglobal (che pero' a casa hanno la xbox) tra un spinello e l'altro. Nel mondo reale e fatto di persone con un minimo di buon senso ci sono diversi parametri da valutare e .net/momo offre i suoi vantaggi e i suoi svantaggi come qualsiasi altro linguaggio o framework senza nessuna esclusione.
pabloski04 Aprile 2012, 14:19 #7
Originariamente inviato da: jappilas
come al solito non perdi occasione per polemizzare...


e perchè? fa male a qualcuno sapere la verità?

sulla faccenda Monaco si è parlato tanto e su molte testate solo quando venivano fuori voci di un possibile fallimento

oggi, invece, si è parlato della conclusione di questa migrazione...ne ha parlato tomshw.it e pure punto-informatico.it, manca solo hwupgrade

forse linux è un cittadino di seconda classe? dovete capire che nel mondo reale c'è un mare di gente che usa linux, programma su linux, basa i propri software, sistemi operativi e dispositivi elettronici su linux

Originariamente inviato da: WillianG83
Quanto sei fanboy!!!! Da quando in qua si sceglie un linguaggio (C# o VB) e un framework (.net) in base al fatto che sia open o no?????


mi dici dove avrei detto questo? ho solo fatto notare che su .net/mono ci sono ancora moltissime ombre sul tema brevetti

puoi confutare la mia affermazione?

Originariamente inviato da: WillianG83
Forse all'universita' con gli amici noglobal (che pero' a casa hanno la xbox) tra un spinello e l'altro.


uno che si pone così non meriterebbe nemmeno una risposta

quindi linux = noglobal = comunisti = marijuana?

meno male che sono io il fanboy

Originariamente inviato da: WillianG83
Nel mondo reale e fatto di persone con un minimo di buon senso ci sono diversi parametri da valutare e .net/momo offre i suoi vantaggi e i suoi svantaggi come qualsiasi altro linguaggio o framework senza nessuna esclusione.


appunto, ma qui non ho parlato assolutamente di questo, quindi non vedo il senso del tuo intervento, peraltro offensivo di un'intera categoria di professionisti che lavora per e su linux

se poi pensi che linux sia il sistema dei black block, allora t'invito a studiare per bene l'attuale panorama linaro prima di sputare sentenze
pabloski04 Aprile 2012, 14:26 #8
Originariamente inviato da: truncksz
molte affermazioni di questo video che sono paventate come vantaggi dall'altro lato della medaglia sono proprio grossi difetti, e chi sviluppa e sostiene un ecosistema vero, lo sa bene. Senza tenere conto del fatto che ancora si confonde il kernel linux con l'intero SO.
Diciamo che è una buona operazione di marketing e niente più


è vero, l'eterogeneità del sistema pone delle sfide nella gestione del codice sorgente non da poco

tuttavia, nei 20 anni di vita di linux, si è dimostrato che è un fardello con cui si può convivere e che i benefici sono molto maggiori dei costi

da quando linux è diventato mainstream, abbiamo assistito ad uno sviluppo incessante di soluzioni più o meno customizzate basate sul kernel linux e sull'ecosistema gnu

la velocità di sviluppo di linux è un fattore da non sottovalutare assolutamente ed è il fattore che ha permesso di avere una marea di soluzioni software in breve tempo ( vedi android, meego, bada, webos )

basti guardare pure l'inarrestabile migrazione, nel settore embedded, verso linux....in passato quel settore era dominato da ben altri soggetti

Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Concordo. A Microsoft non importa nulla dell'open source. Lo fa solo per il supporto a Hyper-V.


beh, alla fin fine è un bene...voglio dire, le patch, se utili, non si rifiutano mai e l'avere il supporto per girare su hyper-v e far girare hyper-v, non è un male

Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Spero che MS non metta le sue manacce in altre parti del kernel.


non penso, perchè per inserire componenti in linux devono per forza sottostare alla gpl
iva04 Aprile 2012, 14:41 #9
Originariamente inviato da: WillianG83
Quanto sei fanboy!!!! Da quando in qua si sceglie un linguaggio (C# o VB) e un framework (.net) in base al fatto che sia open o no????? Forse all'universita' con gli amici noglobal (che pero' a casa hanno la xbox) tra un spinello e l'altro. Nel mondo reale e fatto di persone con un minimo di buon senso ci sono diversi parametri da valutare e .net/momo offre i suoi vantaggi e i suoi svantaggi come qualsiasi altro linguaggio o framework senza nessuna esclusione.


Ti assicuro che qui al lavoro non si fuma niente (nemmeno di legale), non siamo all'universita', l'anno scorso abbiamo fatturato piu' di 50 miliardi di dollari e il fatto che un linguaggio/framework sia open o no influisce sulle decisioni.
Naturalmente non e' l'unico fattore, ma la tua rabbia riversata verso i noglobal/comunisti/drogati mi sembra un pochino fuori luogo ed esagerata.

Tornando alla news non mi pare ci sia il link corretto al report, che e' questo qui:
http://www.linuxfoundation.org/news...elopment-report

Dopodiche' la notizia non e' completa, Microsoft e' nella top 20 per quanto riguarda i cambiamenti a partire dal kernel 2.6.36, non in assoluto.
Per i pigri che non vogliono aprire il pdf questa e' la Top 20 assoluta:
[CODE]CompanyName NumberOfChanges PercentOfTotal
None 46,982 17.9%
Red Hat 31,261 11.9%
Novell 16,738 6.4%
Intel 16,219 6.2%
IBM 16,073 6.1%
Unknown 13,342 5.1%
Consultant 7,986 3.0%
Oracle 5,542 2.1%
Academia 3,421 1.3%
Nokia 3,272 1.2%
Fujitsu 3,156 1.2%
Texas Instruments 2,982 1.1%
Broadcom 2,916 1.1%
Linux Foundation 2,890 1.1%
Google 2,620 1.0%
Analog Devices 2,595 1.0%
SGI 2,578 1.0%
AMD 2,510 1.0%
Parallels 2,419 0.9%
Freescale 2,265 0.9%
Cisco 2,259 0.9%
HP 2,158 0.8%
Renesas Technology 2,092 0.8%
MontaVista 2,019 0.8%
Atheros Communications 1,960 0.7%
Wolfson Microelectronics 1,952 0.7%
Marvell 1,752 0.7%
NetApp 1,746 0.7%
Linutronix 1,656 0.6%
Samsung 1,650 0.6%[/CODE]
WillianG8304 Aprile 2012, 14:47 #10
Originariamente inviato da: pabloski
mi dici dove avrei detto questo? ho solo fatto notare che su .net/mono ci sono ancora moltissime ombre sul tema brevetti


Appunto hai semplicemente sentenziato .net/momo soltanto per motivi di brevetti. Il che é ridicolo

Originariamente inviato da: pabloski
quindi linux = noglobal = comunisti = marijuana?


Assolutamente no! Io per esempio che sono il contrario di un comunista, sono capitalista all'estremo, ho come linux il mio SO preferito (apparte per diversi problemi in ambito desktop che possono andare bene per l'utente comune ma quando si parla di business il discorso cambia).


Originariamente inviato da: pabloski
appunto, ma qui non ho parlato assolutamente di questo, quindi non vedo il senso del tuo intervento, peraltro offensivo di un'intera categoria di professionisti che lavora per e su linux


Ripetto il mio non é un attacco alle fantastiche persone che collaboranno con il mondo linux e che con perseveranza hanno ridotto di molto il margine nel settore home/desktop nei confronti di windows e apple. Ma al tuo attacco gratuito a un pacchetto che io ritengo ottimo (con i suoi pro e contro) insieme a altri, senza nessuna spiegazione.

Originariamente inviato da: pabloski
se poi pensi che linux sia il sistema dei black block, allora t'invito a studiare per bene l'attuale panorama linaro prima di sputare sentenze


Cosa fanno quei parassiti non mi interessa, anzi fosse per me sarebbero tutti dietro alle sbarre senza nessuna pietá. Per quanto riguarda il riferimento alle universitá non c'entra nulla con l'universitá in si, ma soltanto al fatto che é il periodo che possiamo prendere le decisioni come vogliamo senza nessun obbligo di mercato o di superiori. Ovvio che il mio rispetto verso chiunque che studia cose serie (e non lauree in lingue asiatiche o cose del genere) é massimo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^