Microsoft cessa il supporto di Windows 10 versione 1511 (November Update)

Microsoft cessa il supporto di Windows 10 versione 1511 (November Update)

È terminato il supporto di un'altra versione di Windows 10, la 1511, che rappresentava il primo major update del sistema operativo rilasciato al pubblico

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lampetto11 Ottobre 2017, 09:03 #11
Originariamente inviato da: frankie
Vogliamo invece parlare di sw pro che girano correttamente su 1607 ma non c'è verso di farlo girare su 1703?

Licenza 1200€...


https://support.microsoft.com/it-it...p;wa=wsignin1.0
AceGranger11 Ottobre 2017, 09:38 #12
Originariamente inviato da: frankie
Vogliamo invece parlare di sw pro che girano correttamente su 1607 ma non c'è verso di farlo girare su 1703?

Licenza 1200€...


lamentati con la casa produttrice del software che lavora di merd@, visto che gli update sono accessibili agli sviluppatori ben prima del rilascio al pubblico.
Riky197911 Ottobre 2017, 09:56 #13
Potrebbe andare bene se sospendono il supporto del sistema ma garantiscono comunque il rilascio di patch per le falle ed errori critici ovvero se continuano a garantire la sicurezza del sistema.
Per tutti i dispositivi andrebbe garantito almeno 5 anni di rilascio di patch di sicurezza intesi come vitali alla sicurezza del sistema. Poi se non vengono rilasciati miglioramenti nuove funzioni o altro è un problema relativo, ma le patch di sicurezza devono essere rilasciate.
Forse microsoft potrebbe copiare dal mondo linux rilasciando una versione long term support che sarebbe molto apprezzata dalle aziende in cui vi sia il rilascio costante di patch di sicurezza ed elementi essenziali al funzionamento, ma parliamo di anni non mesi come supporto.
nickmot11 Ottobre 2017, 10:07 #14
Originariamente inviato da: frankie
Vogliamo invece parlare di sw pro che girano correttamente su 1607 ma non c'è verso di farlo girare su 1703?

Licenza 1200€...


Credo che dovresti contattare il supporto del produttore del SW, non rifartela con MS.
*aLe11 Ottobre 2017, 10:08 #15
Originariamente inviato da: Riky1979
Forse microsoft potrebbe copiare dal mondo linux rilasciando una versione long term support che sarebbe molto apprezzata dalle aziende
La versione LTSB (Long Term Servicing Branch) già c'è.

Diciamo che dovrebbero renderla acquistabile in maniera più immediata, ecco... Tipo io azienda che voglio 5 licenze di Windows 10 LTSB compro 10 licenze LTSB retail e morta lì (mentre fino a poco fa i risulta fosse solo legata alla versione Enterprise, che se non sbaglio è ottenibile solo con licenze di tipo 'volume').
giovanni6911 Ottobre 2017, 10:15 #16
Esatto.... purtroppo. Si sente la mancanza di una LTSB per uso professionale senza dover essere una grande organizzazione o disporre di risorse volume license.

Originariamente inviato da: AceGranger
lamentati con la casa produttrice del software che lavora di merd@, visto che gli update sono accessibili agli sviluppatori ben prima del rilascio al pubblico.


Non tutti lavorano con software prodotti da software house che si possono permettere di star dietro ai vari Creators, Fall Update.. e Quantum Update che si inventa ed inventerà Microsoft a proprio uso e consumo. Ci sono professionisti che lavorano con programmi che non hanno bisogno del supporto di sempre nuove funzionalità ma semplicemente gli aggiornamenti di sicurezza e bug fix. Ecco perchè ritengo manchi il segmento PRO LTSB.
pabloski11 Ottobre 2017, 10:34 #17
Originariamente inviato da: MaxFabio93
Bene, sono contento di questa politica di Microsoft. Tenere troppo a lungo aggiornamenti e supporto per le versioni troppo vecchie è secondo me inutile, se ci sono problemi è responsabilità dell'utente che non aggiorna, basta lamentarsi


Non per fare l'antipatico, ma non tutti gli utenti Windows sono gamers che possono permettersi di tenere il PC fuori uso per giorni. Ci sono quelle cosine chiamate aziende e professionisti che devono produrre, altrimenti a fine mese non arriva lo stipendio, i clienti s'incazzano e non affidano piu' commesse, ecc...

MS sta trasformando Windows in un sistema operativo videoludico, con tanto di pubblicita' ficcate pure nel file manager. Bisogna sperare che i professionisti e le aziende trovino alternative valide nel medio-lungo termine, altrimenti finiremo tutti molto molto male.
giovanni6911 Ottobre 2017, 10:39 #18
Come non quotare pabloski!
Una Pro LTSB accessbile dunque al professionista e piccola ditta risolverebbe quel tipo di problema. Adesso Windows 10 ha goduto di un paio d'anni di beta testing da parte di ogni genere di utente; sarebbe il caso di potersi fermare alla 1607 per lavorare... e basta.
nickmot11 Ottobre 2017, 10:45 #19
Originariamente inviato da: ambaradan74
Si avvicina la fine del mondo.

Chi lavora banalmente salva i dati o in un NAS o nel Cloud e se teme di restare a piedi semplicemente fa come noi, ovvero HA assistenza in 48 ore garantita per contratto.
In piu noi abbiamo ANCHE un PC nel mobile pronto per essere messo su al volo.


Che assistenza ti possono dare HP o DELL (per citare 2 marchi con assistenza di quel tipo) se l'update di win ha reso incompatibile uno dei SW che usi?
pabloski11 Ottobre 2017, 11:00 #20
Originariamente inviato da: ambaradan74
Si avvicina la fine del mondo.

Chi lavora banalmente salva i dati o in un NAS o nel Cloud e se teme di restare a piedi semplicemente fa come noi, ovvero HA assistenza in 48 ore garantita per contratto.
In piu noi abbiamo ANCHE un PC nel mobile pronto per essere messo su al volo.


Cioe' come complicarsi inutilmente la vita. Poi non ho capito, un ( 1 ) PC? E se sei Accenture che fai? E non e' questione di perdere i dati, ma di perdere la compatibilita' con i programmi che usi. Ad ogni nuovo fighissimo update che fai? Ritesti ogni volta tutti i programmi che hai, per vedere chi scazza e chi no?

Se MS ha lavorato per 30 anni, in maniera maniacale, sulla retrocompatibilita', secondo te l'hanno fatto per sport? Solo che con l'avvento di Nadella si sono convinti di essere una media company alla pari di Netflix o Time Warner.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^