Microsoft Build 2016: cosa attendersi e come seguirla a partire da oggi alle 17:30

Microsoft Build 2016: cosa attendersi e come seguirla a partire da oggi alle 17:30

Microsoft Build 2016 è uno dei più importanti eventi tenuto annualmente dalla casa di Redmond, rivolto in primo luogo agli sviluppatori, ma ricco di novità anche per quanto riguarda l'utenza consumer. A salire sul palco i principali prodotti e servizi di Microsoft, da Windows, ai servizi Cloud, da Xbox all'IoT.

di pubblicata il , alle 12:31 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

La conferenza BUILD è uno degli eventi più importanti tenuto annualmente da Microsoft. L'edizione 2016 prenderà il via oggi, 30 marzo, presso il Moscone Center di San Francisco e proseguirà sino all'1 aprile prossimo. A seguire, una sintesi delle informazioni che è opportuno conoscere per seguire al meglio l'evento. Chi non lo ha fatto con le precedenti edizioni può consultare la panoramica per comprendere, in primo luogo, di cosa si tratta e perché è così' importante. 

Un evento per sviluppatori, ma non solo 

La Build conference è, in primo luogo, un evento dedicato al mondo degli sviluppatori coinvolti nell'ecosistema di prodotti e servizi Microsoft, ma è riduttivo considerarlo esclusivamente come un appuntamento riservato agli addetti ai lavori perché, spesso, la casa di Redmond coglie l'occasione per annunciare novità che riguarderanno in maniera diretta l'utenza consumer. Protagonista, infatti, è l'intera ed articolata gamma di prodotti sviluppati in prima persona da Microsoft, a partire da Windows. 

microsoft build

Una tre giorni intensa, gli annunci principali concentrati nel primo

La Build 2016 si articolerà in tre giorni, ma gli occhi del pubblico di appassionati del mondo Microsoft e degli addetti ai lavori saranno concentrati nel keynote iniziale fissato alle 17:30 di oggi (ore italiana). Al keynote prenderanno parte vari dirigenti di alto livello di Microsoft, a partire dal CEO Satya Nadella e si attendono annunci che riguardano in primo luogo il sistema operativo Windows: dalle nuove funzionalità ai nuovi strumenti destinati agli sviluppatori. 

A partire dal pomeriggio di oggi sarà quindi possibile fare il punto sull'evoluzione di Windows 10 su piattaforma desktop e mobile, senza trascurare verosimilmente riferimenti a Windows 10 su Xbox e al visore Hololens. Non è da escludere che verranno affrontati molteplici argomenti riguardanti servizi e note applicazioni della casa di Redmond, da OneDrive a Bing, per arrivare ad Office. Come facilmente intuibile, il keynote del primo giorno è quello da non perdere (se interessati alle tematiche trattate). 

L'utenza consumer avrà probabilmente meno stimoli a seguire il keynote fissato per il secondo giorno della conferenza (il 31 marzo), in tale occasione si tratteranno tematiche legate ad Azure ed ai servizi cloud e rivolti all'utenza aziendale Nell'ambito della conferenza - ed al di là dei due keynote - sono previste numerose "sessioni", full immersion di 30 minuti alle quale prendono parte (prevalentemente) gli sviluppatori interessati ad approfondire specifici aspetti di funzionalità dei prodotti e servizi Microsoft preesistenti o annunciate nel corso della Build conference. 

Nel terzo giorno della conferenza è dedicato ad annunci minori. Novità interessanti tuttavia potrebbero ugualmente venire alla luce mediante l'approfondimento dedicato a tematiche che  solo annunciate di sfuggita nel corso del keynote principale (si veda, ad esempio, l'interessante sessione prevista per l'1 aprile che consentirà di approfondire l'aspetto dell'evoluzione dei Live Tiles). 

Sul fronte hardware nessun annuncio di rilievo, salvo sorprese

La Build conference è principalmente un evento che permette di fare il punto su software e servizi sviluppati da Microsoft, ma, in alcune edizioni, ha rappresentato l'occasione per presentare nuovo hardware - si pensi, ad esempio, all'edizione 2014 caratterizzata dall'annuncio del top gamma Lumia 930 e dei Lumia 630/635.

Per l'edizione 2016, tuttavia, non sono attese grandi annunci sul fronte dei prodotti first party della csa di Redmond, visto che, con l'importante evento organizzato nell'autunno 2015, Microsoft ha rinnovato tutte le principali linee di prodotti: Surface (Pro 4), Lumia (950, 950 XL e 550) e Band (con l'arrivo del secondo modello). 

L'unica ipotesi di introduzione di un nuovo prodotto riguarda un ipotetico Surface 4 (erede dell'attuale Surface 3 e non appartenente quindi alla linea Pro), ma i dettagli a riguardo mancano e sono mancati rumor dal contenuto sostanziale nelle settimane che hanno preceduto la conferenza Build. Se un annuncio avrà luogo, sarà decisamente a sorpresa. 

Cosa attendersi

Microsoft, solitamente, sfrutta il palcoscenico della Build conference per fare il punto sui prodotti di punta a partire da Windows. Lecito attendere un chiarimento sulla strategia per il medio periodo e un aggiornamento sulle statistiche di diffusione del sistema operativo; nell'edizione 2015, ad esempio, la casa di Redmond annunciò l'ambizioso obiettivo del miliardo di dispositivi Windows 10 da raggiungere nei successivi 2-3 anni. 

Windows 10 Redstone, la prossima major release di Windows 10, avrà indubbiamente un posto di primo piano. Microsoft potrebbe confermare la data esatta di rilascio (attesa indicativamente per l'estate) e illustrare le nuove funzioni che arricchiranno la piattaforma software, rese possibile dalle nuove API a disposizione degli sviluppatori. Redstone anche per Windows 10 Mobile. In maniera più o meno approfondita nel keynote iniziale, sarà presa in considerazione la declinazione mobile della nuova versione dell'OS di Microsoft. 

Universal app, Edge, Cortana e Xbox. Microsoft potrebbe fornire ulteriori dettagli sulle nuove universal app di Windows 10 - si veda ad esempio, la nuova app Skype - sulle novità che riguarderanno l'assistente vocale Cortana ed il browser Microsoft Edge. Da ultimo, le indiscrezioni delle settimane scorse sull'unificazione dello Store di Windows 10 con quello che racchiude i contenuti Xbox One potrebbero essere seguite da una conferma ufficiale e dai dettagli che chiariranno in che modo sarà possibile usare le app Windows 10 con la console da gioco di Microsoft. 

Restando in tema di app, Microsoft potrebbe fornire aggiornamenti sui vari "bridge" che consentono di convertire in universal app Windows 10 le app sviluppate per altre piattaforme. Nel corso dell'edizione 2015 erano stati annunciati quattro bridge (Project Astoria, Project Inslandwood, Project Westminster e Project Centennial), ma nei mesi successivi Microsoft ha interrotto lo sviluppo di quello dedicato alla conversione delle app Android.  Lecito attendere anche un aggiornamento sul progetto Hololens, il visore di realtà virtuale che gli sviluppatori hanno avuto modo di acquistare, ma che non è ancora stato annunciato in versione commerciale. 

Si precisa che le informazioni fornite sono frutto di previsioni e aspettative basate su indiscrezioni. L'effettivo contenuto dell'evento potrebbe variare. 

Come seguire la Build 2016

I due keynote principali verranno trasmessi in diretta streaming oggi 30 marzo alle ore 17:30 (ora italiana) e il 31 marzo alle ore 17:30 (ora italiana). Il sito di riferimento è questo, mentre la piattaforma per lo streaming coincide con il channel9 di Microsoft. In prossimità dell'inizio dell'evento pubblicheremo due post con il video in streaming per semplificare la visione. In aggiunta, si segnala la possibilità di scaricare l'app ufficiale della Build 2016 per i sistemi operativi Android, iOS e Windows Phone / Windows 10 Mobile dai rispettivi store (QUI per Android, QUI per iOS e QUI per Windows Phone / Windows 10 Mobile). 

Non mancheranno sulle nostre pagine successivi approfondimenti dedicati alle principali novità presentate in occasione della conferenza. 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
emiliano8430 Marzo 2016, 13:16 #1
ci siamo quasi, preparo i popcorn, speriamo che oggi mi sbloccano la ONE per svilupparci :P
Cappej30 Marzo 2016, 13:19 #2
SQL server 2016?
emiliano8430 Marzo 2016, 13:24 #3
Originariamente inviato da: Cappej
SQL server 2016?


mmm forse.... e' uscita l'RC1 una decina di giorni fa'
Cappej30 Marzo 2016, 13:52 #4
basterebbe la data... devo comprarlo e non ho voglia di prendere la 2014 che, per quanto stable, è vecchia. Semmai Downgrado...
bigbox16830 Marzo 2016, 13:54 #5
probabile anche un rilascio di asp.net core RC2...speriamo
emiliano8430 Marzo 2016, 13:55 #6
Originariamente inviato da: Cappej
basterebbe la data... devo comprarlo e non ho voglia di prendere la 2014 che, per quanto stable, è vecchia. Semmai Downgrado...


ah allora si fai bene ad aspettare

Originariamente inviato da: bigbox168
probabile anche un rilascio di asp.net core RC2...speriamo


a me interessa entity framework core RC2, pare che ora sono collegati, speriamo bene
uc8430 Marzo 2016, 16:43 #7
si dice sull'internet anglofono che le luci saranno puntate sulla recente acquisizione di xamarin... forse uno stimolo in più per lo sviluppo di apps UWP.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^