Google: WebM e accordi sui brevetti per chi lo sceglie

Google: WebM e accordi sui brevetti per chi lo sceglie

Con la WebM Community Cross-License (CCL) Google intende offrire un accordo trasversale tra i partner che decidono di aderire con la possibilità di accedere gratuitamente ai brevetti altrui

di pubblicata il , alle 14:37 nel canale Sistemi Operativi
Google
 

Dopo aver avviato la conversione di tutti i video di YouTube in formato WebM, Google si appresta a una nuova e interessante iniziativa rivolta in questo caso ai partner che decideranno di scommettere sulle tecnologie di compressione video promosse da Google. Con la  WebM Community Cross-License (CCL) Google ha per ora raggruppato 17 partner che hanno accettato reciprocamente un compromesso in merito ai propri brevetti.

I produttori di hardware e di sofware che rientrano nella WebM Community Cross-License (CCL) si impegnano a rendere possibile l'accesso alle proprietà intellettuali in loro possesso, e potenzialmente utili a altri membri. Il tutto si realizza con la stesura di appositi accordi tra le parti, che comunque non cedono di fatto la proprietà delle tecnlogie, a tutela reciproca.

WebM Community Cross-License (CCL) intende favorire l'interscambio di brevetti e di tecnologie al fine di promuovere l'utilizzo di VP8, e con questa operazione i vari partner si mettono al riparo da contestazioni relative a violazioni di brevetti. Si crea una sorta di gruppo di lavoro tra varie aziende che hanno un fine comune, ovvero lo sviluppo di soluzioni multimediali. Per il momento tra i partner di Google in questa impresa figurano Opera, Mozilla, AMD, Cisco, LG, Samsung e Logitech. A questo indirizzo l'elenco completo.

L'obiettivo di Google pare chiaro: fornire a chi deve utilizzare WebM una soluzione gratuita, valida tecnologicamente e capace da mettere al riparo da possibili controversie legali tra le parti. L'attacco a MPEG LA è ora palesemente sferrato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
riuzasan28 Aprile 2011, 15:05 #1
Ed era quasi ora che qualcuno attaccasse il "mondo mpeg".
JackZR28 Aprile 2011, 15:56 #2
Bella l'idea di Google di permettere di accedere alle licenze degli altri appartenenti alla Comunità.
Relok28 Aprile 2011, 16:18 #3
Ma a livello di qualità con sto WebM ne risentono i video soprattuto in HD ?
JackZR28 Aprile 2011, 21:25 #4
Rispetto l'H264 sembra non ci siano grosse differenze e considerando che l'utente medio non distingue un DVD da un BR direi di no.
frankie28 Aprile 2011, 23:41 #5
alla fin fine sembra una licenza tipo la CC. Ben venga e se MPEG LA ha dato tanto ma anche per le loro licenze si è dato tanto.

Aspetterò i lettori da tavolo (qualsiasi cosa) compatibili con WebM.

Magari in un futuro si arriverà ad un DVB-T3 con codec WebM...

E a questo punto aspetto anche il sw AutoWebM (dopo autogk e automkv)
matteo222206 Maggio 2011, 08:23 #6
Sempre meglio se c'è concorrenza....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^