GNOME 3.28 rilasciato con migliore supporto a Wayland e molte altre novità

GNOME 3.28 rilasciato con migliore supporto a Wayland e molte altre novità

GNOME, arcinoto ambiente grafico per Linux, arriva alla versione 3.28. Molteplici novità, tra le quali spicca un migliorato supporto al server grafico Wayland, senza tralasciare le applicazioni

di pubblicata il , alle 10:01 nel canale Sistemi Operativi
Linux
 

GNOME 3.28 è ora disponibile. A darne l'annuncio è la GNOME Foundation, che ha pubblicato l'ultima versione del seuo ambiente desktop con annesse applicazioni.

GNOME continua nel lavoro di creazione del supporto di Wayland, il nuovo server grafico che mira a sostituire X.org.  In particolare, il compositor Mutter ha fatto passi avanti nel supporto di Wayland e comprende ora il supporto all'input da tastiera tramite XWayland e al protocollo di input di testo di GTK. Mutter integra ora anche il supporto di GPU ibride sotto Wayland: è possibile sfruttare sia le GPU integrate nei processori che quelle discrete.

Il supporto di Wayland continua ad evolversi in tutto il mondo Linux e GNOME è, insieme a KDE, all'avanguardia in questo senso. Per fare un confronto tra i due ambienti, KDE ha addirittura terminato lo sviluppo di nuove funzionalità per X.org.

Una funzionalità aggiunta in questa versione è la possibilità di chiudere le applicazioni direttamente dal selettore alt-tab, così da poter velocizzare la chiusura dei programmi attivi. È stato inoltre aggiunto il supporto a un'interfaccia grafica per la gestione delle periferiche Thunderbolt, che possono porre problemi di sicurezza per via del loro accesso diretto al bus PCI Express. Quest'ultimo tassello è possibile grazie al progetto Bolt, sviluppato da Red Hat.

GNOME 3.28 porta con sé anche un migliore supporto per Snap, il formato creato da Canonical per fornire un processo di installazione e disinstallazione dei programmi semplice e sicuro, grazie all'impiego delle sandbox.

Le novità sono molteplici e l'elenco è lungo; è possibile leggere le note di rilascio complete sul blog di GNOME. Il rilascio della prossima versione, GNOME 3.30, è previsto per Settembre.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Red`XIII15 Marzo 2018, 10:39 #1
Originariamente inviato da: Redazione di Hardware Upgrade
È stato inoltre aggiunto il supporto a un'interfaccia grafica per la gestione delle periferiche Thunderbird[...]


aqua8415 Marzo 2018, 11:02 #2
sempre piu convinto di passare a Cinnamon (o Mate)
per carità, esteticamente mi piace molto Gnome 3, ma senza estensioni è praticamente inusabile.
tra non molto ci vorrà una estensione anche per cambiare lo sfondo del desktop...
Slater9115 Marzo 2018, 18:44 #3
Originariamente inviato da: Red`XIII


Scrivo troppe email.

Originariamente inviato da: aqua84
sempre piu convinto di passare a Cinnamon (o Mate)
per carità, esteticamente mi piace molto Gnome 3, ma senza estensioni è praticamente inusabile.
tra non molto ci vorrà una estensione anche per cambiare lo sfondo del desktop...


Ti consiglio KDE. Sono fuggito da Cinnamon per la sua pessima usabilità (per fare un esempio: nel 2018 non c'è modo di chiudere le notifiche...) e per i suoi mille bug mai risolti, nonché per il fatto che fondamentalmente non vengono sviluppati nuovi applet o nuove estensioni. KDE è molto più vivo, è finalmente stabile e decisamente più utilizzabile, almeno per me. E non è un mangia-risorse come un tempo.
(nota: in questo caso parlo da utente e appassionato, non da redattore di Hardware Upgrade)
Zenida16 Marzo 2018, 00:27 #4
Originariamente inviato da: Slater91
Ti consiglio KDE. Sono fuggito da Cinnamon per la sua pessima usabilità (per fare un esempio: nel 2018 non c'è modo di chiudere le notifiche...) e per i suoi mille bug mai risolti, nonché per il fatto che fondamentalmente non vengono sviluppati nuovi applet o nuove estensioni. KDE è molto più vivo, è finalmente stabile e decisamente più utilizzabile, almeno per me. E non è un mangia-risorse come un tempo.
(nota: in questo caso parlo da utente e appassionato, non da redattore di Hardware Upgrade)


Uso felicemente cinnamon su Linux Mint 18 da quando è nato il progetto.
Le notifiche di default hanno timer illimitato (e da fastidio anche a me), ma nelle impostazioni puoi impostare un tempo di scomparsa.

Bug non ne ho mai riscontrati, a meno di estreme personalizzazioni con temi di terze parti, ecc.
L'unico bug che ho riscontrato, ma mi è del tutto nuovo con la recente formattazione dell'altro giorno, non mi era mai successo prima, è che mi sposta le icone al riavvio. Per il momento ho risolto con l'ordinamento automatico delle icone... ma vedrò più in la da cosa dipende.

Lato applet/estensioni/desklet è vero che c'è giusto l'essenziale, ma onestamente non ho termini di paragone per stabilire se sono poche oppure no.

KDE sono anni che non lo uso. L'ultima volta l'ho usato con openSUSE e poi con Ubuntu era davvero un gran bel desktop, ricco di funzioni, ma pesante ed instabile.

Oggi non so se abbia risolto quelle magagne, ma se è leggero quanto cinnamon, che al momento resta quello con il miglior rapporto funzionalità/prestazioni, gli darò una chance
aqua8416 Marzo 2018, 10:08 #5
per rispondere un po' a tutti:

KDE, come forse avevo già scritto in un'altra discussione, non sono mai riuscito a farmelo piacere del tutto (ovviamente non critico il progetto ma sono gusti personali), lo ritengo troppo "pompato", insomma non mi piace. Persino il cursore del mouse di default lo trovo fastidioso (e nei temi non trovo il classico puntatore nero/bianco per poterlo cambiare)

GNOME, lo uso praticamente da anni, ancora oggi grazie a Fedora che ritengo una delle migliori distribuzioni, ma un gestore file come Nautilus è veramente ridicolo e infatti preferisco di gran lunga Nemo (o Caja) che sono dei fork fatti molto meglio.

Cinnamon, conosco bene anche lui in quanto ho installato Mint già su diversi computer (non miei) e mi sono sempre trovato fin da subito sia con il menu che con le configurazioni.

stavo quindi pensando di passare a Arch+Cinnamon
Benjamin Reilly29 Aprile 2018, 10:54 #6
Provate le versioni De che sono per desktop le migliori usabili per immediatezza e praticità. È anche possibile interagire con lo smartphone tramite KDe Connect... è possibile operare sullo stesso gestore dei file dividendo il riquadro in 2 sezione operando con differenti cartelle agevolando i trasferimenti. PEr quanto riguard ail menù consiglio di modificarlo nella versione semplificata ad albero.... tipo il menù classico di XP: LA grafica è stupenda, abbastanza stilizzata e la versione avvenire dovrebbe migliorare in termini di velocità di caricamento del sistema e della responsività. Si spera in un passaggio rapido a wayland per ulteriori migliorie in efficienza. Tra l'altro utilizzo anche altri sistemi con gnome.... quindi nulla di tendenzioso nel mio suggerimento, piuttosto dopo aver testato molteplici sistemi operativi linux penso che quella che meglio si confaccia all'utente tipico sia quella proposta con interfaccia PLASMA di KDe che propongono anche una propria versione 64bit LTs basata su ubuntu: NEON (a cui sono approdato da poco).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^