Ecco perché i supporti tecnici sconsigliano Windows 10

Ecco perché i supporti tecnici sconsigliano Windows 10

A dispetto degli sforzi di Microsoft per promuovere l'aggiornamento gratuito di Windows 10, i servizi di assistenza tecnica stanno sconsigliando il nuovo sistema operativo, suggerendo a chi lo ha installato di effettuare il downgrade

di pubblicata il , alle 16:01 nel canale Sistemi Operativi
WindowsMicrosoft
 

Pare che negli Stati Uniti alcuni servizi d'assistenza stiano sconsigliando l'aggiornamento a Windows 10 e che stiano cercando di convincere gli utenti che lo hanno già installato ad effettuare il downgrade. Il tutto mentre Microsoft sta cercando di effettuare l'impresa faraonica di portare il nuovo sistema operativo su un miliardo di macchine con aggiornamenti gratuiti e marketing incessante, impresa che sembrerebbe ostacolata dagli stessi partner commerciali.

Windows 10

La novità è stata riportata da Laptop che ha effettuato una serie di chiamate ai supporti assistenziali di Dell e HP, chiedendo agli impiegati alcune domande tecniche relative alla nuova piattaforma. Le risposte ottenute non sono state certamente in linea con le strategie di Microsoft. In un caso i tecnici Dell hanno consigliato di tornare a Windows 8.1, adducendo come motivazione i "tanti problemi" presenti sull'ultima release del sistema operativo di Redmond.

Ha risposto in maniera piuttosto simile anche l'assistenza tecnica HP, dove l'impiegato ha raccomandato l'acquisto di una chiavetta USB da 40$ per effettuare il ripristino ad una precedente versione di Windows. In un comunicato di Dell rilasciato a Laptop si legge: "Dal momento che Windows 10 continua ad evolversi, in alcuni casi consigliamo ai nostri clienti di tornare al sistema operativo che usavano precedentemente in modo da risolvere un problema specifico che hanno riscontrato".

La compagnia ha inoltre aggiunto: "Restiamo impegnati a supportare Windows 10 e siamo pronti ad aiutare i nostri clienti ad effettuare la transizione nel modo più semplice possibile". La risposta di HP è stata invece più pragmatica: "Alla fine, quello che ci viene chiesto è che il PC funzioni correttamente", ha dichiarato Mike Nash della società americana. "Visto il caso, fare tornare i clienti ad una piattaforma già nota potrebbe essere stata la cosa più rapida da fare".

Non è semplice garantire la piena compatibilità con una versione di Windows che non esisteva quando il computer è stato commercializzato

Ed è proprio questo il motivo per cui alcuni servizi assistenziali consigliano il downgrade, soprattutto se si dispone di un computer non di ultima generazione. Del resto questa non è una politica del tutto nuova, con i produttori che offrono supporto ad un numero di software ristretto su determinate macchine per un motivo ben preciso: non è semplice garantire la piena compatibilità con una versione di Windows che non esisteva quando il computer è stato commercializzato.

Una politica vecchia probabilmente come l'informatica, ma è curioso notare come sia totalmente agli antipodi con la strategia di Microsoft per Windows 10 e con la sua manovra strategica degli aggiornamenti gratuiti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

121 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
macellatore06 Novembre 2015, 16:05 #1
Ovvio, da' meno problemi e loro rischiano di perdere il lavoro
Baio7306 Novembre 2015, 16:06 #2
Un paio di bustarelle e si aggiusta tutto...

Baio
Baio7306 Novembre 2015, 16:08 #3
Originariamente inviato da: macellatore
Ovvio, da' meno problemi e loro rischiano di perdere il lavoro


O magari la stragrande maggioranza degli u-tonti non ci si raccapezzano e chiamano incavolati l'assistenza dando la colpa all'hardware... un po' come quelli col pc AMD-based che appena gli si intoppa il SO danno la colpa al processore "perchè non è un Intel".

Baio
Majico6806 Novembre 2015, 16:18 #4
Ho installato Win 10 su 20 PC sia con HW nuovo che, oserei dire, obsoleto. nessun PC ha avuti anomalie. Non capisco come tanti utenti hanno problemi...
ThesSteve8706 Novembre 2015, 16:30 #5
ho preso il mio portatile poco meno di due anni fa, e quando chiesi assistenza ad un operatore hp per un driver che non funzionava (un driver grafico pubblicato sul loro sito per win8.1) non stette nemmeno a sentirmi e mi disse che per ricevere assistenza avrei dovuto ripristinare il computer a win8 prima di ottenere qualsiasi consiglio

i servizi di assistenza e i produttori in generale dovrebbero darsi un po' più da fare a mio modesto parere, senza contare che la scelta di non includere più i dischi di ripristino nel prodotto è stata una gran minchiata
Phoenix Fire06 Novembre 2015, 16:31 #6
@Majico
immagino che il problema spesso non è w10 ma l'utonto
mitom06 Novembre 2015, 16:36 #7
Confermo il problema, anche in italia è successo.

Il fatto comunque non è nuovo, e non ha a che vedere direttamente con windows 10: come già scritto da altri (e nell'articolo) quasi sempre l'assistenza viene rifiutata se nel PC non c'è il sistema operativo con cui lo stesso è stato venduto
ghiltanas06 Novembre 2015, 17:01 #8
io lo installerei anche se dreamspark si decidesse ad andare..è di una lentezza imbarazzante e non so perchè
Bivvoz06 Novembre 2015, 17:03 #9
Questa non è una notizia, è un richiamo per troll

Non sono le assistenze che trovano scuse per non dare assistenza, no il problema è windows 10.
Poi i problemi esistono sempre, ma che trollata.
giacomo_uncino06 Novembre 2015, 17:03 #10
appena installato W10 su un netbook con atom e 2 giga di ram e sinceramente rispetto al Seven Starter che c'era prima è 10 volte meglio. 0 problemi specie con i drivers, che con starter mi avevano fatto penare non poco

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^