Due modalità per aggiornare Windows 10

Due modalità per aggiornare Windows 10

Saranno previste due modalità di aggiornamento per Windows 10: le due opzioni garantiranno agli utenti di provare sul proprio PC tutte le novità, ma garantiranno anche alle aziende un controllo preciso su queste delicate operazioni

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Sistemi Operativi
WindowsMicrosoft
 

A distanza di qualche giorno dal rilascio di Windows 10 Technical Preview emergono dettagli relativi alle modalità di aggiornamento del sistema. Con Windows 10 Technical Preview infatti Microsoft ha reso possibile l'aggiornamento costante del sistema al fine di offrire all'utente sempre l'ultima versione aggiornata in termini di funzionalità e patch di sicurezza.

Si tratta di un'interessante opzione per l'utente consumer e per gli appassionati: in questo modo si ha la possibilità di provare sul proprio sistema ogni novità - piccola o grande che sia - rilasciata da Microsoft. In un ambito aziendale però il quadro diviene più complicato: infatti, l'installazione di nuove funzionalità e più in generale degli aggiornamenti deve seguire dinamiche e procedure ben definite.

Questo differente approccio è legato alla necessità di verificare la stabilità o eventuali impatti negativi che un aggiornamento potrebbe avere sui sistemi aziendali. Ed è per questo motivo che in seguito agli annunci di Microsoft alcuni utenti hanno voluto andare a fondo per capire le nuove caratteristiche del sistema di aggiornamento.

Si è quindi appreso che esisteranno due differenti modalità di aggiornamento del sistema: l'opzione Lock-down prevede la gestione centralizzata degli aggiornamenti con modalità simili a quanto accade già oggi con i sistemi Microsoft. In questi update saranno presenti solo fix e patch di sicurezza, quindi vengono escluse eventuali nuove funzionalità rilasciate da Microsoft.

La modalità di aggiornamento Opt-in garantisce invece l'installazione di tutti gli aggiornamenti possibili, siano essi relativi alla sicurezza del sistema o a nuove funzionalità.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Yokoshima06 Ottobre 2014, 12:14 #1
Ottimo, vuoi vedere che dopo anni e anni Microsoft tira fuori i denti?
Gylgalad06 Ottobre 2014, 13:35 #2
molto interessante
una scelta in più è sempre bene accetta
PhoEniX-VooDoo06 Ottobre 2014, 14:06 #3
sono dovuto arrivaro in fondo all'articolo per capire che si parla di Windows update e non di Windows upgrade
s12a06 Ottobre 2014, 14:19 #4
Nella news originale in inglese inoltre si lascia intendere che il modello di aggiornamento delle funzionalità di Windows dopo 10 sarà sul genere delle distribuzioni rolling release di Linux, ossia non ci saranno più versioni predeterminate ogni 2-3 anni, ma una sola che si aggiornerà mano a mano nel corso del tempo. Questo si integrerà con le modalità di aggiornamento menzionate qui.

Un grosso punto interrogativo sarà il costo della licenza però. Vorrà dire che il sistema operativo sarà solo disponibile come servizio, quindi spesa periodica oppure si pagherà un tot per un periodo determinato d'uso?
calabar06 Ottobre 2014, 14:59 #5
Originariamente inviato da: PhoEniX-VooDoo
sono dovuto arrivaro in fondo all'articolo per capire che si parla di Windows update e non di Windows upgrade

LOL, lo stesso che ho pensato io.
Chi scrive dovrebbe porre un pochino più di attenzione su quanto una scrittura ambigua potrebbe confondere il lettore.
mirkonorroz06 Ottobre 2014, 16:16 #6
Io avrei usato i due nomi (Lock-down e Opt-in) a scopi invertiti

EDIT: Il titolo mi sembra giusto. Se fosse stato upgrade ci sarebbe stato "[B][U]a[/U][/B] Windows 10".
Tidus.hw07 Ottobre 2014, 19:09 #7
Originariamente inviato da: s12a
Nella news originale in inglese inoltre si lascia intendere che il modello di aggiornamento delle funzionalità di Windows dopo 10 sarà sul genere delle distribuzioni rolling release di Linux, ossia non ci saranno più versioni predeterminate ogni 2-3 anni, ma una sola che si aggiornerà mano a mano nel corso del tempo. Questo si integrerà con le modalità di aggiornamento menzionate qui.

Un grosso punto interrogativo sarà il costo della licenza però. Vorrà dire che il sistema operativo sarà solo disponibile come servizio, quindi spesa periodica oppure si pagherà un tot per un periodo determinato d'uso?


Sparo a caso: forse si pagherà X per licenza + tot anni di aggiornamenti.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^