Disponibile Windows 10 Technical Preview build 9879

Disponibile Windows 10 Technical Preview build 9879

Gli utenti che hanno aderito all'Insider Program di Microsoft possono installare sui loro dispositivi la nuova versione di Windows 10 Technical Preview build 9879

di pubblicata il , alle 16:15 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Voci non ufficiali e indiscrezioni dei soliti ben informati facevano supporre l'imminente rilascio di una nuova build di Windows 10 Technical Preview da parte di Microsoft, e così è stato. Nella serata di ieri infatti Microsoft ha pubblicato questo post sul proprio blog ufficiale rendendo disponibile la nuova build 9879 del sistema operativo.

Si tratta del terzo rilascio pubblico di Windows 10, sistema operativo atteso per fine 2015 e al momento attuale ancora in fase di sviluppo. Microsoft per Windows 10 ha scelto una nuova modalità utile a coinvolgere i propri utenti nella fase di sviluppo: attraverso il Windows Insider Program è possibile per chiunque installare Windows 10 Technical Preview e, utilizzando gli strumenti integrati nel sistema operativo, si ha la possibilità di installare la più recente build.

Windows 10 Technical Preview build 9879 dovrebbe rappresentare l'ultimo rilascio importante per il 2014 in merito al nuovo sistema operativo, mentre pare che nelle prossime settimane siano previsti solo update minori. Iniziamo ora a descrivere le novità presentate da Microsoft con la build 9879, anzi prima soffermiamoci sulle modalità di accesso e installazione per questo sistema operativo.

Con Windows 10 Technical Preview, Microsoft ha sospeso il rilascio di immagini ISO dedicate alle varie build pubbliche: aderendo al programma Windows Insider si ha la possibilità di installare sul proprio sistema Windows 10 Technical Preview e dagli strumenti stessi integrati nel sistema operativo si può accedere alle nuove build senza la necessità di reinstallare il PC.

Le nuove funzionalità sono accessibili dal pannello PC Settings/Update and recovery/Preview builds e sono anche disponibili due distinti canali di distribuzione: il canale Fast permette di accedere alle build più recenti, internamente testate da Microsoft ma comunque non ancora mature, mentre il canale Slow dà accesso a versioni di sistema operativo più stabili.

Dopo aver scaricato la nuova build 9879 dagli strumenti appena descritti sarà sufficiente cliccare su Install now e attendere: dopo qualche decina di minuti, ma questo tempo dipende fortemente dalle caratteristiche hardware del sistema, si avrà a disposizione un PC con la più recente versione di Windows 10 Technical Preview.

Raggiunto il primo obiettivo che prevedeva l'installazione del sistema procediamo con la descrizione delle novità più evidenti. La precedente versione di Windows 10 Technical Preview aveva portato nella Taskbar i pulsanti Search e Task View: questi elementi non erano personalizzabili se non con procedure complicate e molti utenti avevano criticato questo aspetto. Microsoft ha raccolto le osservazioni e ora i due pulsanti possono essere abilitati o meno da parte dell'utente agendo sulle proprietà della Task bar.

Ben più significative rispetto a quella descritta le novità che riguardano OneDrive. Con la build 9879 si hanno a disposizione strumenti più precisi e granulari che permettono di selezionare quali file rendere disponibili solo in cloud, quali di essi sincronizzare e come effettuare tale operazione. In futuro poi File Explorer del sistema operativo permetterà la completa gestione di OneDrive aggirando quindi la necessità di installare l'app dedicata.

Anche la gestione di configurazioni multi monitor è stata migliorata: ora tramite lo strumento Snap Assist è possibile spostare da un Desktop virtuale all'altro singole app. Sarà quindi sufficiente uno swipe sul lato destro del display per visualizzare le applicazioni aperte e con un click destro del mouse si avrà accesso all'opzione Move che mostrerà su quali Desktop virtuali è possibile spostare l'elemento selezionato.

E riguardo a File Explorer c'è da segnalare anche la nuova opzione che permette di inserire tramite il pinning una o più cartelle nel pannello Start. A questa novità si affianca poi un ampio aggiornamento delle icone di sistema con elementi sempre più semplici e lineari.

Per quanto riguarda invece Battery Saver e Data Sense, opzioni inserite nella precedente release ma non funzionanti, non abbiamo rilevato alcuna novità: probabilmente nelle prossime release Microsoft lavorerà in tal senso. Le informazioni diffuse da Microsoft indicano anche un miglior supporto del sistema operativo al formato .MKV.

Per chi sceglie di installare la nuova build del sistema operativo segnaliamo anche la disponibilità di un aggiornamento dedicato a questa nuova Technical Preview: si tratta del pacchetto KB3016725 installabile da Windows Update che è dedicato a OneDrive. Al momento attuale non sono disponibili ulteriori dettagli relativi a questo aggiornamento e alle problematiche da esso risolte.

Windows 10 Technical Preview 9879 introduce anche alcune gesture a tre dita che si rivelano utili e comode da utilizzare: il sistema da noi usato per questa anticipazione era un Surface Pro con tastiera Touch Cover e abbiamo apprezzato la precisione delle nuove gesture senza rilevare alcuna incertezza.

Per minimizzare l'applicazione aperta è sufficiente scorrere tre dita verso il basso, mentre un tap a tre dita attiverà lo strumento di ricerca presente nello Start Screen. Con uno swipe a tre dita verso l'alto si attiva il Task View mentre posizionando tre dita sul touchpad e scorrendo verso destra o sinistra si emulerà il comportamento dei tasti Alt+Tab.

Queste informazioni sono state raccolte in breve tempo e subito dopo aver installato Windows 10 Technical Preview 9879 su un sistema di test. Qualora fosse necessario approfondiremo nei prossimi giorni specifici argomenti e novità.

Nel post di Microsoft viene anche confermato che non verranno rilasciate ISO dedicate alle nuove versioni di sistema operativo: seppur richiesto da parecchi utenti, per gli sviluppatori pare essere più importante testare la nuova modalità di distribuzione che per il momento ha funzionato molto bene.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
calabar13 Novembre 2014, 16:53 #1
Per lo meno questa volta hanno rilasciato le ISO, anche se non immediatamente.
Per scaricarle però richiede di iscriversi al programma Windows Insider.

Qualche novità sulla funzionalità che modificava automaticamente l'interfaccia quando si collega/scollega un dispositivo ibrido dalla tastiera?
chichino8413 Novembre 2014, 17:01 #2
mi sembra si stiano muovendo molto bene a redmond. l'aspetto che mi colpisce più favorevolmente è che pare ascoltino davvero quello che gli utenti segnalano e lo mettono in pratica. certo le modifiche forti sotto il cofano non saranno rivoluzionarie però a questo punto direi che è meglio puntare su tutto il resto, le basi per far uscire un ottimo prodotto già ci sono.

@redazione: tra un pò di build sarebbe bello vedere una videorecensione onnicomprensiva di come stanno procedendo i lavori, magri bella approfondita come gli articoli che già sono stati scritti!
franzing13 Novembre 2014, 17:08 #3
Ma cacchio avevo appena installato quella precedente
yeppala13 Novembre 2014, 19:36 #4
il pin delle cartelle sulla schermata Start si può fare già dai tempi di Windows 8:
Esplora risorse -> click tasto destro su una cartella -> Aggiungi a Start
Italia 113 Novembre 2014, 20:04 #5
Questa è visibile solo in "fast" (sto aggiornando in un pc costruito per testare win 10 64)
djfix1313 Novembre 2014, 20:14 #6
Originariamente inviato da: yeppala
il pin delle cartelle sulla schermata Start si può fare già dai tempi di Windows 8:
Esplora risorse -> click tasto destro su una cartella -> Aggiungi a Start


io non ce l'ho su windows 8.1 64bit
Italia 114 Novembre 2014, 07:42 #7
Eh, ma Win 8 è come i telefoni moderni: ogni "app" in piu sembra chissà cosa, mentre telefoni di 6-7 anni fa gia' e l'avevano
ShinyDiscoBoy14 Novembre 2014, 12:09 #8
quel discorso della raccolta dati c'è ancora ?
Toshia14 Novembre 2014, 12:24 #9
Originariamente inviato da: ShinyDiscoBoy
quel discorso della raccolta dati c'è ancora ?


Intendi il cloud?

Nell articolo leggo qualcosa di inquietante.


Originariamente inviato da:
Ben più significative rispetto a quella descritta le novità che riguardano OneDrive. Con la build 9879 si hanno a disposizione strumenti più precisi e granulari che permettono di selezionare quali file rendere disponibili solo in cloud, quali di essi sincronizzare e come effettuare tale operazione. In futuro poi File Explorer del sistema operativo permetterà la completa gestione di OneDrive aggirando quindi la necessità di installare l'app dedicata.


Il che lascierebbe pensare che non stavano pensando ad una soluzione cloud tipo quella adottata da ubuntu per i server.Se leggo ed iterpreto bene i MIEI files, anche se sono io a scegliere quali mandare in cloud, possono andare in cloud.

Spero che, se è cosi, almeno ci sia la possibilità di scegliere di non mettere un cavolo in cloud. Dannatissimo cloud oramai più lo sento e più mi vengono i bubboni, peggio di quelli che mi da facebook.

Prossimo passo? microcip sotto cute, come hanno già iniziato a sperimentare in alcune discoteche in Spagna ed i coglionazzi di turno che se lo son fatto mettere pur di entrare come vips.Tanto introdotta la news basta trovare i pecoroni di turno che cominciano a diffonderla alla massa.
ShinyDiscoBoy14 Novembre 2014, 19:31 #10
non mi riferivo al cloud ma alla raccolta dai di cui parlano nella prima news di windows 10 :

http://www.hwupgrade.it/forum/showthread.php?t=2674073&page=4

nessuno sa niente?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^