Disponibile Microsoft Windows Home Server 2011 RC

Disponibile Microsoft Windows Home Server 2011 RC

Microsoft Windows Home Server 2011 RC è liberamente scaricabile e lo si può utilizzare fino al prossimo mese di agosto

di pubblicata il , alle 08:23 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Microsoft ha reso disponibile nei giorni scorsi la release candidate di Windows Home Server 2011, sistema operativo sviluppato e ottimizzato per le esigenze di backup e condivisione in ambito domestico. È passato parecchio tempo da quando Microsoft ha presentato la precedente versione che non ha mai convinto fino in fondo sia gli utenti, sia gli OEM ai quali era stato affidato il compito di sviluppare sistemi hardware ad hoc.

Nella release candidate è possibile provare tutte le principali caratteristiche di Windows Home Server 2011, inoltre lo status di release candidate dovrebbe garantire anche un livello di sviluppo e una stabilità accettabile. La nuova versione di Windows Home Server purtroppo non integra Drive Extender, tecnologia che consentiva estrema flessibilità nel gestire lo spazio di storage e lo spostamento dei dati da un'unità all'altra.

Drive Extender aveva però creato qualche problema non certo irrilevate e Microsoft ha scelto di fermarne lo sviluppo preferendo appoggiarsi ad altre soluzioni. Windows Home Server 2011 mette a disposizione delle procedure wizard per il riconoscimento e partizionamento di nuovi hard disk, mentre per lo spostamento dei contenuti e l'archiviazione è prevista un'utility dedicata.

Per la protezione dei dati Windows Home Server 2011utilizza Shadow copy, e proprio questa scelta ha destato qualche critica online da parte di chi ha già provato la release candidate. Un ulteriore limite già segnalato è la dimensione massima delle partizioni gestite da Windows Home Server 2011: 2TB potrebbero risultare un po' stretti considerando la rapidità con cui lo spazio di storage occupato cresce sui nostri sistemi.

La release candidate di Windows Home Server 2011 è scaricabile da qui e può essere utilizzata fino al prossimo 11 agosto 2011. Tra gli OEM al momento già impegnati nello sviluppo di prodotti basati su Windows Home Server 2011 segnaliamo Acer, mentre per quanto riguarda HP e Fujitsu che in passato hanno commercializzato queste soluzioni al momento non si hanno informazioni precise.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
avvelenato08 Febbraio 2011, 08:43 #1
eppure ho letto in giro che drive extender non era stato abbandonato, ma riarchitetturato, agendo non a livello di file ma a livello logico.

certo che se poi il limite a partizione è di 2tb, siamo veramente scarsini, ci vuol niente a superarlo, il mio muletto di 5 anni fa era a 2tb, mò adesso sto cercando di portarlo a 3.
Non penso comunque di essere stato il solo a cercare di interessarsi a whs attirato principalmente dalla tecnologia de.

E a proposito di questo, considerando:
a) il costo della licenza;
b) la difficoltà di reperimento visto che è riservata agli oem;
c) il costo dei sistemi oem provvisti di whs;
d) il costo di farsi un sistema (a 64bit quindi difficilmente riciclando hw della scorsa generazione, per quanto performante)

mi domando davvero che numeri cerchino di fare... farsi il server casalingo è una cosa da nerd o bauscia, ma i secondi sono davvero pochi, i primi invece abbondano.

io personalmente sto cercando di migrare il mio da win xp ad amahi ( http://www.amahi.org/ ), anche se per il momento su piattaforma sempron 3000+ ho gravissimi problemi prestazionali sui quali sto ancora indagando (forse il supporto linux al mio sistema è scadente...).
Comunque ad occhio sembra un gran bel progetto, anche se rimango winaro nel cuore: implementa un sistema analogo a drive extender, chiamato greyhole, che mi permette di recuperare vecchi dischi di capacità limitata, presentandomeli come un'unica share.
Human_Sorrow08 Febbraio 2011, 08:55 #2
Io punterei meglio a Windows Server 2008 R2, magari in versione System Core. (che si trova anche per vie losche)
Certo serve hardware nuovo ( neanche troppo, riesco a farlo girare su Athlon 64 X2 3200+ e 2GB DDR1-400 ) però è tutta un'altra cosa.
Certo è anche più difficile da usare/gestire.

Insomma non mi ha mai convinto sto Home Server
gd350turbo08 Febbraio 2011, 09:21 #3
Per l'ambito casalingo, anche evoluto, un 2008 server, è inutile...
Sono più i problemi di incompatiiblità che da con alcuni driver/programmi che i vantaggi che da...
Io sto rifacendo il server in questi giorni, e ci rimetto sopra il classico Win7...
s0nnyd3marco08 Febbraio 2011, 09:29 #4
Scusate la domada: ma e' cosi difficile mettersi una bella debian con samba? per lo streaming su apparecchi che supportano il dlna ci sono una mezza dozzina di server.
Per me questo prodotto e' del tutto di nicchia.
domthewizard08 Febbraio 2011, 09:41 #5
toglietemi un paio di curiosità:

1) ma i 2tb di limite sono complessivi o per singolo hd?
2) è compatibile con bitlocker?
3) è compatibile coi sw compatibili con win7?
avvelenato08 Febbraio 2011, 09:53 #6
Originariamente inviato da: s0nnyd3marco
Scusate la domada: ma e' cosi difficile mettersi una bella debian con samba? per lo streaming su apparecchi che supportano il dlna ci sono una mezza dozzina di server.
Per me questo prodotto e' del tutto di nicchia.


guarda, io sto litigando con amahi, che è basato su fetora. E' vero che di tutti i linari che mi stanno aiutando, tutti meno uno concordano che la distro è "strana". Però tante cose, per chi viene dal mondo windows, sono assolutamente insensate. Te ne dico una: seguendo le istruzioni in una guida uso nano per confare un file di conf. Inserisco un copia-e-incolla di una riga bella lunga, e la riga viene tagliata in automatico da un cr (ovviamente non me ne accorgo, pensavo che la riga fosse andata a capo perché non ci stava nella schermata!). La confa non viene presa, dà errore, e io che non ci capisco niente di ste cose linare, inizio a tirar madonne e dico che non funziona niente.

Dopo un po' capisco che il problema è di quel cretino che ha scritto nano, che gli venisse un cancro al culo, e le successive usando gedit non si ripresenta più il problema.
Chi viene dal mondo windows, affronta tanti problemi e deficit, tra cui l'assenza di un motore di scripting a la bash, ma mai rogne così idiote che derivano essenzialmente da incuria nella progettazione e mancanza di attenzione nei confronti del cliente finale.
ercole6908 Febbraio 2011, 09:56 #7
Originariamente inviato da: Human_Sorrow
Io punterei meglio a Windows Server 2008 R2, magari in versione System Core. (che si trova anche per vie losche)
Certo serve hardware nuovo ( neanche troppo, riesco a farlo girare su Athlon 64 X2 3200+ e 2GB DDR1-400 ) però è tutta un'altra cosa.
Certo è anche più difficile da usare/gestire.

Insomma non mi ha mai convinto sto Home Server


E' un po' che non uso Windows Server ma mi pare siano diventati parecchio esosi in quanto a richieste di HW.
In azienda gestiamo le share di rete di 15 client su un PC con Linux che fa anche da server di posta per circa 18GB di mail in IMAP, su un dual core a 2GHz con 2GB di RAM e il carico difficilmente supera il 10%. Prima che si brasasse la scheda madre c'era al suo posto un Celeron 1,8GHz con 1GB di RAM e ce la faceva senza sforzo alcuno...
avvelenato08 Febbraio 2011, 10:01 #8
Originariamente inviato da: Human_Sorrow
Io punterei meglio a Windows Server 2008 R2, magari in versione System Core. (che si trova anche per vie losche)
Certo serve hardware nuovo ( neanche troppo, riesco a farlo girare su Athlon 64 X2 3200+ e 2GB DDR1-400 ) però è tutta un'altra cosa.
Certo è anche più difficile da usare/gestire.

Insomma non mi ha mai convinto sto Home Server


ma possiede una tecnologia tipo DE?
gd350turbo08 Febbraio 2011, 10:18 #9
Originariamente inviato da: avvelenato
ma possiede una tecnologia tipo DE?


Mah altra cosa che non capisco...
Con 80 euro si compera un disco da 2 TB, nuovo...
Quattro dischi da 500 anche usati costano di più...
avvelenato08 Febbraio 2011, 10:20 #10
Originariamente inviato da: gd350turbo
Mah altra cosa che non capisco...
Con 80 euro si compera un disco da 2 TB, nuovo...
Quattro dischi da 500 anche usati costano di più...


beh io ho una dozzina di dischi sparsi in giro, e sono carico anche di controllers pci sata e ide, certo potrei rivenderli e predermene uno o due da 2tb...

c'è anche da dire che con de o similari si può impostare per file la ridondanza, per avere n copie su n hard disk: attualmente sul muletto ci tengo solo films (regolarmente rippati dagli originali) e quindi se muoiono i dischi non è grave, se ci volessi mettere i miei documenti e le foto, una forma di ridondanza è necessaria.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^