Con Windows 95, vent'anni fa iniziava la moda del PC

Con Windows 95, vent'anni fa iniziava la moda del PC

Sono passati vent'anni dal rilascio di Windows 95 al pubblico. Il sistema operativo che rivoluzionava il concetto di personal computer nasceva infatti il 24 agosto 1995

di pubblicata il , alle 10:00 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Sono passati 20 anni dal rilascio nei negozi di Windows 95, il sistema operativo con cui Microsoft si diede l'obiettivo di rendere democratico l'uso del personal computer. Windows 95 facilitava l'accesso agli strumenti informatici, dando vita a una rivoluzione vera e propria nel mercato dei computer. Col senno di poi possiamo dire che non si è trattato del sistema operativo più stabile o sicuro di Microsoft, né del migliore, ma sicuramente di uno dei più importanti.

Era la mezzanotte del 24 agosto 1995 quando i negozi di computer statunitensi lasciavano entrare le folle di appassionati intenti all'acquisto di Windows 95. Il nuovo software di Microsoft si è poi diffuso rapidamente per i canoni dei tempi, facendo registrare circa 7 milioni di copie, rigorosamente su dischetti o CD, nelle prime 7 settimane. Con il rilascio di Windows 95, si dava il via al coronamento di un sogno per Bill Gates, co-fondatore di Microsoft.

Windows 95, desktop
Desktop di Windows 95

Uno degli obiettivi del miliardario fu sempre quello di piazzare un personal computer in ogni casa o in ogni scrivania del mondo, e Windows 95 è stato il sistema operativo che, più di tutti allora, aveva fatto capire che questo poteva essere possibile. Nel 1995 venivano venduti 60 milioni di personal computer grazie alla spinta della promessa semplicità di Windows 95, dieci anni dopo il numero diveniva 200 milioni, e tutti o quasi con un sistema operativo Microsoft pre-installato.

Il mercato dei personal computer ha avuto il suo picco massimo nel 2011, con 365 milioni di sistemi venduti annualmente. Da allora il settore ha ceduto il passo all'arrembante ascesa di smartphone e tablet, ma l'attesa che oggi è possibile avere per un iPhone o per l'ultimo modello di smartphone Samsung, venti anni fa era rivolta ai sistemi di Microsoft o al mercato dei PC in generale. La stessa Microsoft aveva pianificato una strategia di marketing incredibilmente sostanziosa con Windows 95.

Negli Stati Uniti i Rolling Stones concedevano per la prima volta nella loro carriera la possibilità di utilizzare uno dei loro capolavori per fini pubblicitari (Start Me Up del 1981 per l'esattezza), e Microsoft appariva anche nella trasmissione televisiva di Jay Leno. Sulle radio, nei quotidiani o in televisione, era praticamente impossibile non notare l'arrivo - e le novità - del nuovo sistema operativo.

Windows 95 portava soprattutto una nuova interfaccia utente bella e colorata del tutto rivoluzionata rispetto alle versioni precedenti, con le novità rivolte soprattutto alla semplificazione dell'esperienza d'uso. Si è scopiazzato dalla concorrenza, Apple in primis? Forse, ma è chiaro che l'approccio di Microsoft, che ricorda oggi quello di Google con Android su smartphone, ha pagato in maniera molto più decisa in termini di volumi di vendita.

Windows 95 sostituiva Windows 3.11, ma dava una spallata definitiva a MS-DOS, basato ancora su riga di comando. In un primo momento, l'hype generato sulle sue corpose ed evidentissime novità avevano celato alcuni degli svantaggi storici che avrebbero contraddistinto per anni la piattaforma. Windows 95 aveva un'architettura tecnica instabile e poco sicura, problemi corretti in via definitiva solamente con il Service Pack 2 di Windows XP.

Windows 95

Anche sul fronte dell'online, Windows 95 non era del tutto preparato. Bill Gates, che ci aveva visto giusto a riguardo della democratizzazione del PC, non era riuscito a prevedere il successo del World Wide Web. Almeno fino al rilascio di Netscape: è stato quattro mesi dopo il rilascio di Windows 95 che Microsoft iniziava a pianificare la sua strategia online, suggerendo che parecchie future novità sarebbero state rivolte proprio al World Wide Web.

E così fu che dal 1998 iniziò la cosiddetta "browser war", che condusse Microsoft nei tribunali statunitensi accusata dagli organi di antitrust. Il successo di Windows 95 catturò le attenzioni (e gli insuccessi) delle altre società, fra cui la Apple di John Scully che citava in giudizio Microsoft per le presunte similitudini fra i due sistemi operativi. Successivamente, con il ritorno di Steve Jobs, le società strinsero vari accordi: Bill Gates acquistò 150 milioni di dollari di azioni Apple, e secondo alcune voci di allora pagò ulteriori 100 milioni per sedare le controversie in tribunale.

Sarà con gli iPhone e gli iPad che Apple si prenderà una rivincita sull'acerrimo avversario di sempre, Microsoft, che ad oggi fatica ad imporsi nel settore di smartphone e tablet. Ma questa è un'altra storia. Oggi, 24 agosto 2015, non possiamo che celebrare il ventesimo anniversario di Windows 95, il sistema operativo che iniziò la vera rivoluzione del personal computer, un computer personale, ma soprattutto per tutti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

128 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
s0nnyd3marco24 Agosto 2015, 10:14 #1
Windows 95 sostituiva Windows 3.11, ma dava una spallata definitiva a MS-DOS, basato ancora su linea di codice.


Linea di comando?
Rommie24 Agosto 2015, 10:15 #2

Schifezza

Noi amighisti eravamo avanti anni luce.
piererentolo24 Agosto 2015, 10:15 #3
Il '95 in effetti faceva abbastanza schifo (non avevo questa opinione ai tempi però , ma l'ho sempre visto la preparazione a windows '98 (un po' come vista per 7)
Comunque 20 anni... cacchio... che macello di cambiamenti nel s.o. , nel modo di usarlo, nella tipologia di utenti e soprattutto nella quantità di persone che ne fruiscono.
Originariamente inviato da: Rommie
Noi amighisti eravamo avanti anni luce.

si, infatti eravate così avanti che non vi siete accorti che il mondo girava da un'altra parte e siete finiti in un vicolo cieco
s-y24 Agosto 2015, 10:18 #4
ricordo le giornate/nottate a installare la beta da floppy, quando ancora si chiamava chicago, circa un anno prima dell'uscita o giu' di li'
poi vabbe' ero agli inizi, a posteriori manco schiattato

ps: in risposta ad altro post, beh pur essendomelo perso al tempo, non ci vuole molto ad ammettere che amiga era superiore tecnicamente, e non di poco. anche os2 warp lo era. ok che la storia la fanno i vincitori, ma mica 'gna beversela acriticamente
Sharkyz24 Agosto 2015, 10:18 #5
Volenti o nolenti, una rivoluzione.
Certo che ormai sono vecchio, 20 anni da Win 95!
sc8224 Agosto 2015, 10:27 #6
L'ho reinstallato giusto la settimana scorsa sul mio secondo pc da retrogaming, un Pentium 200 MMX!

Ho anche un Pentium III 866 con Win98SE, ma il fascino di Win95 è maggiore!!!
gd350turbo24 Agosto 2015, 10:35 #7
Interessante notare come il cestino di windows 10 sia praticamente simile a quello di windows 95 !

demon7724 Agosto 2015, 10:52 #8
Mi sento vecchio.

Ricordo che io a quei tempi ero molto affezionato al DOS ed il passaggio a win95 fu più che altro obbligato dai tempi visto che sempre più cose giravano su win 95 e sempre meno per dos.
E di madonne ne tirai un sacco.. il dos era leggerissimo, stabile, veloce.. e ivece win era pesantissimo, lento, crashava ogni tre per due, ogni cazzata che installavi puntualmente mancava qualche maledetta DLL.
E senza contare il fatto che tutti i giochi per DOS ovviamente non giravano perchè non bastava la memoria base (i famigerati 640Kb)

No, non ne ho per nulla un buon ricordo. Le cose andarono meglio col 98.
walter sampei24 Agosto 2015, 10:52 #9
moda proprio per nulla. diffusione, direi.

all'epoca ci si prendeva i pc piu' per necessita' che per moda, quando ero alle superiori (1998-2003) solo gli ultimi due anni tutti avevamo un pc a casa.

una spallata alla linea di comando??? ma quando mai!!! quella e' arrivata con xp, mentre i sistemi basati su dos sono arrivati fino a me. per quanto nascondesse l'avvio in modalita' dos, quasi tutti installavano la patch per aggirare questo limite il dos era ancora piuttosto utilizzato, perche' permetteva di sistemare in pochissimi comandi e con un paio di riavvii parecchi problemi (cancellare il file di swap, in caso di corruzione al registro uno scanregw, eventualmente uno scandisk, e il sistema ripartiva). i sistemi basati su dos erano fragili, instabili , bestemmiotici, ma erano facili da usare e sistemare. i sistemi nt, oltre ad essere incompatibili (prima del 2000) con i precedenti, ad es non avendo i driver per il fat32, avevano requisiti hw e costi di licenza piu' alti.

le alternative c'erano, ma alcune sono rimaste indietro (amiga, os/2), in altri casi ms ha proprio giocato sporco (beos, oppure lo scandalo degli halloween documents)

infine, diciamocela: windows 95 e 98 sono serviti a farsi conoscere essendo facilmente piratabili. e la cosa era tollerata anche ad un certo livello. bastava una chiave di un amico, e installavi il sistema dove quando e quante volte volevi. nell'ottica di aumentare la base installata, e' stata una strategia assolutamente vincente, soprattutto a lunghissimo termine. tanto i soldi li facevano sugli oem e sulle aziende.
recoil24 Agosto 2015, 10:54 #10
molto meglio windows 98 ma il salto da 3.11 fu veramente notevole bisogna dare a windows 95 i meriti che ha avuto nel proporre una nuova UI che all'epoca era estremamente gradevole

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^