Chrome OS potrebbe presto eseguire applicazioni per Linux, grazie al progetto Crostini

Chrome OS potrebbe presto eseguire applicazioni per Linux, grazie al progetto Crostini

Google starebbe preparando una novità molto gradita agli sviluppatori (e non solo) che usano Chrome OS: il progetto Crostini mira a portare il software per Linux su Chrome OS in maniera semplice e sicura

di pubblicata il , alle 11:41 nel canale Sistemi Operativi
GoogleChromebook
 

Chrome OS potrebbe presto essere in grado di eseguire software per Linux, stando a quanto emerso dal repository di Google relativo al progetto. Chrome OS ha, d'altronde, Gentoo Linux come base ed è in grado di eseguire programmi per Linux, ma attualmente questa possibilità è disponibile solo a chi abilita la modalità per sviluppatori. L'obiettivo è il lancio della nuova funzionalità con Chrome OS 66.

Al momento attuale è possibile utilizzare Crouton, uno script che permette di creare un ambiente chroot con Ubuntu o Debian per eseguire programmi per Linux all'interno di Chrome OS. Tale procedura richiede, però, l'attivazione della modalità per sviluppatori, che porta con sé una serie di netti svantaggi quali la rinuncia a molte delle funzionalità di sicurezza di Chrome OS.

Il nuovo progetto prende il nome di "Crostini" (croutonsignifica proprio "crostino" in francese!) e dovrebbe consentire di aggirare questa limitazione per usufruire del software per Linux senza rinunciare alla sicurezza. Sarebbe possibile attivare o disattivare questa opzione nelle impostazioni di sistema.

Progetto Crostini: software per Linux su Chrome OS

Con l'arrivo del software per Linux, Chrome OS potrebbe diventare un sistema operativo attraente anche per chi necessità di software "avanzati" come GIMP o di lavorare in locale, andando a competere in via molto più diretta con sistemi più "completi" e pensati per un utilizzo più ampio, come Windows.

La nuova funzionalità sembrerebbe sfruttare una tecnologia di container, sebbene non sia noto quale essa sia. Stando a due screenshot pubblicati da uno sviluppatore, sarebbe possibile installare sia programmi testuali che con interfaccia grafica.

Il lancio di Chrome OS 66 è previsto per il 24 aprile. È possibile, come riporta Android Police, che Google voglia annunciare la novità al Google I/O, che avrà luogo tra l'8 e il 10 di maggio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
svedese05 Marzo 2018, 12:17 #1
Vista le passate esperienze di Google sarà facile che utilizzi Docker.

Quanti "Project Crostini" ho messo in piedi a tarda notte!
Tutti un successo :-)
Ioooo05 Marzo 2018, 14:06 #2
È un sottoprogetto del progetto minestrone
Uakko05 Marzo 2018, 15:04 #3
Originariamente inviato da: svedese
Vista le passate esperienze di Google sarà facile che utilizzi Docker.

Quanti "Project Crostini" ho messo in piedi a tarda notte!
Tutti un successo :-)


Secondo me dovevano chiamarlo progetto TARALLUCCi.
Cosi avevamo TARALLUCCI e WINE.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^