Arriva Linux sui portatili per Windows on ARM con CPU Snapdragon

Arriva Linux sui portatili per Windows on ARM con CPU Snapdragon

Linux è da tempo eseguibile su architettura ARM, ma i primi veri portatili con CPU ARM sono arrivati grazie a Windows: alcuni sviluppatori stanno ora facendo sì che si possano usare anche con Linux

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Sistemi Operativi
HPASUSLenovoLinux
 

L'avvento dei primi portatili dotati di processori con architettura ARM e di sistema operativo Windows on ARM ha portato alla disponibilità dei primi veri portatili dotati di buona potenza di calcolo e buona qualità costruttiva. Con l'arrivo di Windows non poteva mancare il tentativo di far funzionare Linux, impresa che appare riuscita per un limitato numero di prodotti ora in grado di avviare Ubuntu grazie al progetto AArch64 Laptop.

Come riporta Phoronix, infatti, sono disponibili immagini precompilate di Ubuntu per l'ASUS NovaGo TP370QL, l'HP Envy x2 e il Lenovo Mixx 630. Non tutte le funzionalità sono disponibili e non tutte le periferiche risultano funzionanti: ad esempio, sul portatile ASUS non risultano funzionanti il touchpad, il WiFi, l'archiviazione locale in UFS e la grafica accelerata.

ASUS NovaGo

Il vantaggio principale dei prodotti con processore ARM è certamente dato dalla durata della batteria: l'ASUS TP370QL offre fino a 22 ore di autonomia, l'HP Envy x2 fino a 19 ore, il Lenovo Mixx 630 fino a 20 ore. Numeri inavvicinabili per i prodotti con processore x86.

La disponibilità di Linux su tali prodotti li mette al riparo da eventuali abbandoni del supporto da parte di Microsoft, come d'altronde già avvenuto con Windows RT, ma dà anche la possibilità di ampliare la scelta nel parco di macchine utilizzabili dagli utenti del Pinguino. L'uso di Linux potrebbe, inoltre, fornire prestazioni migliori rispetto a quelle di Windows, nonché una più vasta scelta di applicazioni native. Sebbene il supporto sia attualmente incompleto, a causa dello stadio iniziale del progetto, dovrebbero esserci progressi nel corso dei prossimi mesi.

Ulteriori informazioni sono disponibili sui repository su GitHub: trovate informazioni sull'installazione a questo indirizzo e sulla compilazione dei sorgenti e la contribuzione al progetto su questa pagina.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

89 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ragerino13 Febbraio 2019, 08:56 #1
Mi ricordo una decina di anni fa c'è stato un periodo in cui cercavano di infilare Linux ovunque per non pagare la licenza di windows. Ho come l'impressione però che sono un'po rimasti al palo.
Saranno 9 anni che non tocco linux, come sono messi attualmente in fatto di usabilità? Partendo dal fatto che ormai Windows semplicemente funziona, e funziona bene.
Ragerino13 Febbraio 2019, 09:12 #2
Originariamente inviato da: Myrland
Dipende cosa intendi per "usabilità".
Se intendi usare una macchina senza star lì a cambiare chiavi di registro, tool esterni che modificano la GUI rendendola più usabile (classic shell ad esempio), smanettamenti feroci nelle impostazioni di sistema (ove ti è concessa la possibilità per evitare l'installazione "forzosa" degli aggiornamenti che spesso ti sbarellano il sistema allora direi che in fatto di "usabilità", PER ME, è meglio Linux visto che al 90% se tutto funziona finita l'installazione, funzionerà anche dopo ogni aggiornamento.


Intendo la compatibilità con hardware plug and play, disponibilità software compatibili e comparabili con le controparti windows. Possibilità di installarli con un click senza configurare nulla. Aggiornamenti automatici compresa l'installazione ecc. Possibilità di dare il computer in mano ad una persona di 65 anni che fatica con la tecnologia, e far in modo che questa non impazzisca.
Questo intendo per usabilità .
fano13 Febbraio 2019, 09:32 #3
Esattamente uguale a 9 anni fa: terminale fullscreen e via! Scordati la GUI su Linux: non serve ad una favonza...

P.S. Mai dovuto smanazzare sul registro su Windows 10 e gli update non mi hanno introiato nulla, su Linux invece lo schermo nero o la scheda audio muta dopo un update è una cosa tipica!
SpyroTSK13 Febbraio 2019, 09:36 #4
Originariamente inviato da: Ragerino
Mi ricordo una decina di anni fa c'è stato un periodo in cui cercavano di infilare Linux ovunque per non pagare la licenza di windows. Ho come l'impressione però che sono un'po rimasti al palo.
Saranno 9 anni che non tocco linux, come sono messi attualmente in fatto di usabilità? Partendo dal fatto che ormai Windows semplicemente funziona, e funziona bene.


Guarda esperienza orribile! Purtroppo bisogna riavviarli spesso, vanno in crash, occupano un botto di ram e non sono preformanti.
http://owncloud.spyro.it/owncloud/i...TQkghaSgKK5EyQx
http://owncloud.spyro.it/owncloud/i...6Vc6RaS3zp9XnPE






[ero sarcastico]
Saturn13 Febbraio 2019, 09:36 #5
Tasto SEGNALA, non aggiungo altro. Mi sono rotto di leggere sempre le solite ********* da parte di qualcuno su ogni notizia ms/windows. Basta.
Ragerino13 Febbraio 2019, 09:50 #6
Il problema è che dal lato pratico non c'è nessun vantaggio nel passare a Linux, per un utente standard. L'unico è il costo. Ma come si dice? Il tempo è denaro. Linux ha perso il treno. Troppa frammentazione, troppo complicato, già ai tempi in cui Windows era estremamente funzionale. Francamente, ho 6 pc tra casa e lavoro, da Vista su roba antidiluviana di scorta, a 10 su quelli più recenti. Il tutto funziona e basta. Mai un problema. Vista 64 bit secondo me è stato il salto di qualità. Non ho più 20 anni, e smanetto solo se strettamente neccessario per risolvere eventuali problemi. Linux non ha appeal, tutto qui. Bisognava darsi una mossa 15 anni fa.
Poi sono sicuro che in determinati ambienti ha sicuramente senso. Non nel mercato consumer imho.
Nicodemo Timoteo Taddeo13 Febbraio 2019, 09:53 #7
Originariamente inviato da: Saturn
Tasto SEGNALA, non aggiungo altro. Mi sono rotto di leggere sempre le solite ********* da parte di qualcuno su ogni notizia ms/windows. Basta.


Svegliaaaa... la notizia è su LINUX!

"Arriva Linux sui portatili per Windows on ARM con CPU Snapdragon"
Uncle Scrooge13 Febbraio 2019, 10:21 #8
Andando leggermente off topic, continuo a non capire perché conintuare a spingere sui portatili con architettura ARM, quando ormai le soluzioni x86 a basso consumo sono disponibili da diversi anni. Moltissimi portatili attuali garantiscono autonomie vicine alle 10 ore.

Non prenderei mai un portatile Windows con ARM che magari dura 12 ore ma in compenso non ci gira su quasi niente.

Piuttosto sogno ancora lo smartphone x86, che quando arrivo a casa o in ufficio ci attacco monitor e tastiera e via.
coschizza13 Febbraio 2019, 10:22 #9
Originariamente inviato da: Myrland
Non sono d'accordo.
Tolti i giochi (c'è comunque steam che funziona) e tolte alcune realtà dove per forza ti serve windows, è proprio nel mercato consumer che invece, imho, Linux ha perfettamente senso.


io la vedo in maniera opposta nel mercato consumer che invece linux è quasi inutilizzabile, una cosa è lo smanettone ma l'utente normale su windows per fare una cosa trova un infinita di tutorial mentre su linux viso che esistono infinite versioni deve fare cose diverse in base alla versione che rende il sistema troppo complicato per l'uso comune.
Su linux se hai 10 amici con linux installato avrai 10 versioni diverse che hanno 10 store diversi che si usano con 10 righe di comando diverse con personalizzazioni diverse, quindi vince la personalizzazione ma a livello consumer serve qualcosa che funzioni in maniera piu standard e chi non ha mai visto una cosa può subito provare a operare. Mentre sul inux io ogni volta devo capire cosa ho davanti e cosa ha fatto chi ci ha messo le mani sopra per ultimi.

Steam potrà funzionare ma io dei 50 giochi che ho in catalogo si contano su una mano quelli che possono funzionare su linux quindi a cosa mi serve ?
fano13 Febbraio 2019, 10:22 #10
L'esperimento ci sta... uno potrebbe volerci far girare anche Aros o Haiku OS, ma di certo il discorso "risparmio" la licenza di Windows qui non ci sta non credo saranno venduti senza Windows visto che alla fine l'iniziativa è di Microsoft.

Comunque l'Asus costa 600 €: una fucilata che senso ha ?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^