Apple rilascia anche macOS 10.14.4 Mojave: ecco tutte le novità dell'aggiornamento

Apple rilascia anche macOS 10.14.4 Mojave: ecco tutte le novità dell'aggiornamento

La giornata di ieri ha visto la presentazione di una moltitudine di nuovi servizi da parte di Apple ma anche la distribuzione di due aggiornamenti: uno per iOS 12.2 e uno per macOS 10.14.4 Mojave. Ecco le novità.

di pubblicata il , alle 09:01 nel canale Sistemi Operativi
ApplemacOS
 

Apple ha presentato nella giornata di ieri una moltitudine di novità, soprattutto servizi, che gli utenti potranno sfruttare nei prossimi mesi. Novità interessanti riguardanti non solo le notizie con il nuovo Apple News+ (purtroppo solo negli USA al momento) ma anche Apple TV+ ossia la TV con serie originali made in Cupertino, Apple Arcade per i giochi in abbonamento ed infine anche Apple Card ossia la carta di credito creata per iPhone. Tutti questi nuovi servizi però hanno la necessità di un nuovo sistema operativo ed ecco che Apple ha aggiornato sia iOS che macOS. Qui trovate le novità per quanto concerne il nuovo iOS 12.2 mentre di seguito le novità per macOS 10.14.4 Mojave.

macOS 10.14.4 Mojave: ecco le novità

L'aggiornamento a macOS 10.14.4 Mojave riguarda soprattutto la stabilità, la compatibilità e la sicurezza. Ecco che gli utenti con questo aggiornamento troveranno soprattutto la possibilità di accoppiare i nuovi AirPods di seconda generazione ma anche il supporto alle novità in arrivo il prossimo autunno.

Ecco il changelog completo:

Safari
• Aggiunge il supporto per la modalità scura per i siti web che supportano gli schemi di colore personalizzati.
• Ottimizza il login ai siti web quando le credenziali vengono inserite tramite il riempimento automatico delle password.
• Consente di visualizzare la richiesta per la ricezione di notifiche push solo dopo aver interagito con un sito web.
• Aggiunge un avviso durante il caricamento di pagine web non sicure.
• Rimuove il supporto per lo standard obsoleto “Do Not Track” per impedirne il potenziale uso inappropriato; la prevenzione intelligente del monitoraggio adesso protegge di default dal rilevamento tra siti web.

iTunes
• Più contenuti editoriali in evidenza su una singola pagina nel pannello Scopri, per trovare più facilmente nuova musica, playlist e altro in Apple Music.

AirPods
• Aggiunge il supporto per i nuovi auricolari AirPods (seconda generazione).

Altro
• Supporto per l’indice di qualità dell’aria in Mappe per Stati Uniti, Regno Unito e India.
• Migliora la qualità delle registrazioni audio in Messaggi.
• Supporto migliorato per GPU esterne in Monitoraggio Attività.
• Risolve un problema di App Store che avrebbe potuto impedire l’utilizzo dell’ultima versione di Pages, Keynote, Numbers, iMovie e GarageBand.
• Migliora l’affidabilità dei dispositivi audio USB quando vengono utilizzati con MacBook Air, MacBook Pro e modelli di Mac mini introdotti sul mercato nel 2018.
• Corregge la luminosità di default dello schermo per MacBook Air (autunno 2018).
• Risolve un problema di compatibilità dell’immagine che poteva verificarsi su alcuni monitor esterni collegati a Mac mini (2018).
• Risolve alcuni problemi di connessione Wi-Fi che potevano verificarsi in seguito all’aggiornamento a macOS Mojave.
• Risolve un problema per il quale, aggiungendo di nuovo un account Exchange, questo poteva non essere più visibile in Account Internet.
• Risolve un problema per il quale le password utente di AOL potevano essere richieste frequentemente in Mail.

Prima di realizzare l'aggiornamento ricordiamo di fare un backup del proprio Mac. Poi, se il computer ha OS X Mountain Lion 10.8 o successivo, sarà possibile aggiornarlo direttamente a macOS Mojave. Per ulteriori informazioni basterà andare alla pagina di macOS Mojave sull’App Store. Cliccare sul pulsante di download e seguire le istruzioni per iniziare l’aggiornamento.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
thedoctor196826 Marzo 2019, 11:08 #1
non credo proprio che Apple per i propri sistemi desktop mollerà Intel, sarebbe la fine dell'uso professionale del mac perchè nel passaggio software tantissimi professionisti mollerebbero la mela e con la concorrenza esistente non è il caso di fare passi falsi
les226 Marzo 2019, 11:38 #2
eppure è quello che stiamo temendo tutti, la cosa pazzesca è che stavolta non sarà un problema di performance (che potrebbero pure miglioare)
aiuto...
TheDarkAngel26 Marzo 2019, 12:18 #3
Originariamente inviato da: thedoctor1968
non credo proprio che Apple per i propri sistemi desktop mollerà Intel, sarebbe la fine dell'uso professionale del mac perchè nel passaggio software tantissimi professionisti mollerebbero la mela e con la concorrenza esistente non è il caso di fare passi falsi


Non sono macchine professionali da un bel pezzo, non vedo il problema con il passaggio ad arm.
Phoenix Fire26 Marzo 2019, 14:01 #4
Originariamente inviato da: TheDarkAngel
Non sono macchine professionali da un bel pezzo, non vedo il problema con il passaggio ad arm.


non sono macchine professionali è diverso da la gente le usa per lavoro, sia per abitudine che per il parco software già comprato che per necessità (se si usa final cut non è che c'è scelta)
detto questo, non penso che passeranno ad arm prima di aver tirato fuori qualche layer che permetta ai sofwtare programmati con esso di girare su macos intel e macos arm, penso che se un software fosse scritto appoggiandosi sopratutto a metal, il passaggio lato sviluppatore potrebbe essere abbastanza indolore. Va detto però che adobe sta iniziando solo ora a sviluppare tenendo conto di metal e non di cuda quindi...
TheDarkAngel26 Marzo 2019, 14:09 #5
Originariamente inviato da: Phoenix Fire
non sono macchine professionali è diverso da la gente le usa per lavoro, sia per abitudine che per il parco software già comprato che per necessità (se si usa final cut non è che c'è scelta)


Infatti ho specificato che le macchine non sono professionali, se poi uno si affida ad un produttore che non sforna macchine professionali per scopi professionali, deve anche essere pronto a pagarne lo scotto.
Vorrei aggiungere ancora un paio di professionali in giro ma ho finito le lettere

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^