Aggiornamenti più leggeri del 35% con Windows 10 Creators Update

Aggiornamenti più leggeri del 35% con Windows 10 Creators Update

Microsoft ha rilasciato nuove informazioni sulla Unified Update Platform (UUP) e nella fattispecie per la feature differential download package che renderà meno frustranti gli aggiornamenti

di pubblicata il , alle 11:11 nel canale Sistemi Operativi
MicrosoftWindows
 

Lo scorso mese di novembre Microsoft introduceva sulla Insider build 14959 di Windows 10 la Unified Update Platform (UUP), un nuovo sistema per il download degli aggiornamenti del sistema operativo. La feature è diventata pienamente operativa con la Build 14986 e nel corso del fine settimana la società ha voluto confermare che la novità sarà disponibile per tutti gli utenti a partire dal rilascio di Creators Update, la cui data non è stata comunque ancora ufficializzata.

La UUP prevede il "download differenziale" per i pacchetti degli aggiornamenti del sistema operativo, e nello specifico per quelli che riguardano i "major update". La tecnologia è stata ripresa da Windows Store, con il negozio digitale di Microsoft che la utilizza soprattutto per i pacchetti più voluminosi. Con giochi da oltre 10 gigabyte Microsoft consente di scaricare solo i dati che effettivamente sono stati modificati, consentendo così di diminuire drasticamente il peso dei download delle patch.

Microsoft ha spiegato così a novembre la funzione dei download differenziali:

"Un pacchetto di download differenziale contiene solo le modifiche che sono state applicate dopo l'ultima volta che è stato aggiornato il dispositivo, e non l'intera build. Con il roll-out di UUP l'impatto più forte si sentirà sui PC dove gli utenti si potranno aspettare una diminuzione di circa il 35% nelle dimensioni dei download al passaggio da un aggiornamento importante di Windows ad un altro. Stiamo lavorando su questa funzionalità adesso con l'obiettivo di supportarla per gli feature update dopo Windows 10 Creators Update; gli Insider riceveranno la funzionalità prima".

Il nuovo sistema rivedrà anche la logica della ricerca dei nuovi aggiornamenti minori, ottimizzando le richieste ai server per riuscire a consegnare il risultato in un periodo di tempo più breve rispetto a quanto avviene oggi: "La gran parte dell'elaborazione sarà compiuta dal servizio", scriveva a novembre Microsoft, quindi i controlli per le operazioni di aggiornamento saranno di riflesso più rapide per l'utente finale, e sicuramente meno frustranti rispetto ad oggi.

Sebbene la funzionalità sarà presente su Creators Update, per il download del nuovo aggiornamento bisognerà comunque scaricare tutto il pacchetto, e sarà con l'aggiornamento ancora successivo che si vedranno i vantaggi della diminuzione di "peso". Il prossimo update previsto entro la fine anno potrebbe essere infatti il 35% più piccolo rispetto agli ultimi, mentre saranno certamente più succose le novità per gli utenti Insider attualmente iscritti alla beta.

Questi hanno già sfruttato la UUP e stanno tuttora beneficiando dei pacchetti di download differenziale: la funzione ha permesso loro di scaricare aggiornamenti di dimensioni inferiori al giga (a fronte di una build completa di circa 2,5GB) risparmiando parecchio tempo e dati. Le build Insider infatti vengono rilasciate con una frequenza significativamente superiore rispetto a quelle finali per, e avendo un numero inferiore di novità aumentano i vantaggi.

Le build infatti vanno a modificare un numero inferiore di file, e quindi il pacchetto differenziale risulta molto più leggero da scaricare. Solitamente, però, bisogna avere l'ultima build installata per poter sfruttare i download differenziali, altrimenti al sistema mancheranno informazioni basilari per poter stabilire cosa scaricare e cosa invece ritenere inutile ai fini dell'aggiornamento.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Paganetor06 Marzo 2017, 11:37 #1
ma si tratta di una procedura trasparente per l'utente? Il software verifica se ho l'ultima build installata nel mio sistema e usa l'invio differenziale, altrimenti manda il pacchetto "classico" più pesante da scaricare e installare?
Pino9006 Marzo 2017, 12:09 #2
Originariamente inviato da: Paganetor
ma si tratta di una procedura trasparente per l'utente? Il software verifica se ho l'ultima build installata nel mio sistema e usa l'invio differenziale, altrimenti manda il pacchetto "classico" più pesante da scaricare e installare?


Esattamente!

Praticamente l'aggiornamento differenziale "vale" solo per il passaggio dalla penultima all'ultima versione disponibile. Questo per non dover manutenere mille versioni diverse (lato MS).

Da quello che ho capito io poi gli aggiornamenti differenziali valgono solo per le major release.

Ciao
zappy06 Marzo 2017, 15:38 #3
ma non avevano appena reso cumulativi ed omnicomprensivi i pacchetti di aggiornamento solo qualche mese fa?!?
schizofrenia?
emiliano8406 Marzo 2017, 16:00 #4
Originariamente inviato da: zappy
ma non avevano appena reso cumulativi ed omnicomprensivi i pacchetti di aggiornamento solo qualche mese fa?!?
schizofrenia?


hanno fatto un passo avanti, non dovrai scaricare per forza tutto il cumulative update (che aumenta di dimensione di volta in volta ingoblando tutto), ma solo il necessario che non hai installato... inoltre si applichera' anche per le nuove versioni di Windows, sara' necessario scaricare meno roba, solo il necessario... scusa se ti dispiace
zappy06 Marzo 2017, 16:08 #5
Originariamente inviato da: emiliano84
hanno fatto un passo avanti, non dovrai scaricare per forza tutto il cumulative update (che aumenta di dimensione di volta in volta ingoblando tutto), ma solo il necessario che non hai installato... inoltre si applichera' anche per le nuove versioni di Windows, sara' necessario scaricare meno roba, solo il necessario... scusa se ti dispiace


è esattamente quello che ha sempre fatto winupdate fino a qualche mese fa: controlla quali aggiornamenti ti mancano ed installa quelli. Molto tempo fa c'erano i servicepack tutto incluso. Poi non li hanno più fatti "tanto c'è winupdate" che scarica quel che ti serve "su misura".

Poi gli aggiornamenti diventano cumulativi

Ora ridiventano "su misura".

Mi sembra schizzofrenia.
emiliano8406 Marzo 2017, 16:13 #6
Originariamente inviato da: zappy
è esattamente quello che ha sempre fatto winupdate fino a qualche mese fa: controlla quali aggiornamenti ti mancano ed installa quelli. Molto tempo fa c'erano i servicepack tutto incluso. Poi non li hanno più fatti "tanto c'è winupdate" che scarica quel che ti serve "su misura".

Poi gli aggiornamenti diventano cumulativi

Ora ridiventano "su misura".

Mi sembra schizzofrenia.


si e no:

fino a Windows 8.1 e' vero che ti installava solo gli aggiornamenti necessari, ma venivano scaricati ed installati uno alla volta, richiedendo anche piu' di un riavvio

con windows 10 hanno introdotto quelli cumulativi, ti scarica tutto il necessario fino al'ultima versione in una volta, nota negativa la dimensione del download aumenta sempre

il prossimo step, sara' il meglio di entrambe le soluzioni
s-y06 Marzo 2017, 16:49 #7
e' sicuramente una funzionalita' utile, che da un po' (anche se in modo diverso essendo diversa l'implementazione del sistema di aggiornamenti ovviamente ed essendo gia' 'compresa nel prezzo la gestione 'per singolo pacchetto) fa comodo per (alcune) distro
globi09 Marzo 2017, 00:39 #8
Certi pacchetti di aggiornamenti, specialmente se ne arrivano molti in una sola volta, ci mettono delle ore per scaricarsi ed installarsi se non si ha l`SSD, un motivo in più per avere l`SSD, a casa mia l`uso di sistemi senza SSD é vietato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^