40 anni di Microsoft: la lettera di Bill Gates per celebrare lo storico evento

40 anni di Microsoft: la lettera di Bill Gates per celebrare lo storico evento

Bill Gates ha pubblicato una lettera ai dipendenti per celebrare i 40 anni della sua creatura, Microsoft, che fra alti e bassi ha indirizzato il mondo dell'informatica là dove lo troviamo oggi

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Sistemi Operativi
Microsoft
 

Era il 4 aprile 1975, quando due ragazzi, Bill Gates e Paul Allen di rispettivamente di 19 e 22 anni, fondavano Microsoft, o meglio Micro-Soft Company. In un'epoca in cui il computer si rivolgeva ad alcune realtà commerciali o industriali, i due avevano l'ambizioso obiettivo di consegnare l'informatica in ogni casa, in ogni scrivania. Una visione coraggiosa, sognata da molti quarant'anni fa, ma che Gates e Allen riuscirono a portare a compimento per primi.

Paul Allen e Bill Gates

Quarant'anni fa i due riuscirono a sviluppare una versione personalizzata del linguaggio di programmazione BASIC in modo da essere sfruttato su Altair 8800, uno fra i primi microcomputer in assoluto. Un anno dopo, nel 1976, nasceva Apple Computer, destinata a divenire l'acerrimo nemico in quel di Redmond. Agli albori, l'approccio delle due realtà era differente: se da una parte Microsoft si occupava di progettare esclusivamente software, Apple voleva consegnare macchine all-in-one già pronte per l'uso.

L'approccio di Redmond si verifica comunque proficuo: nel 1979 Microsoft aveva tre dipendenti e un modesto fatturato di 16 mila dollari, ma solo un anno dopo i guadagni superavano i due milioni di dollari, e i dipendenti diventavano 28. Nel 1990, Microsoft era già un colosso, con oltre 4 mila dipendenti e ricavi annui prossimi al miliardo di dollari. Celebre per MS-DOS e Windows, Microsoft ha dettato l'evoluzione informatica negli ultimi quarant'anni, passando naturalmente fra periodi positivi e negativi.

Fra i pionieri del settore degli smartphone con Windows Mobile, la società ha perso il carro negli scorsi anni ritardando l'introduzione di Windows Phone, la visione moderna della categoria secondo il colosso. La piattaforma ancora oggi cerca di rincorrere le proposte più diffuse, iOS e Android, tuttavia deve confrontarsi con un ritardo di alcuni anni che ha portato ad una scarsa partecipazione da parte di sviluppatori e pubblico. Con Steve Ballmer al timone, Microsoft aveva assunto i connotati del pachiderma, grande ma difficile a destreggiarsi.

La società è adesso capitanata da Satya Nadella, il nuovo CEO di origini indiane che ha cambiato radicalmente marcia, mostrando una Microsoft notevolmente più viva e con lo sguardo rivolto ai nuovi trend. Nadella ha portato avanti un processo iniziato con Ballmer, con cui la società è divenuta un produttore hardware e fornitore di servizi, oltre che uno sviluppatore software. In più, Microsoft ha abbracciato il settore dei wearable, con una fitness band e un visore per la realtà aumentata, HoloLens.

Con Nadella ai vertici, Microsoft intende correggere il fallimento di Windows 8 con una versione aggiornata in diversi campi per poter essere facilmente gestibile sia con input touch che con i tradizionali mouse e tastiera. Windows 10 è già nelle mani dei primi "Insider", che stanno già apprezzando le novità sul piano grafico e funzionale a pochi mesi dal rilascio ufficiale. Bill Gates non è più amministratore delegato da anni, tuttavia è rimasto un esponente chiave della società.

Ed è proprio sua la lettera aperta a tutti i dipendenti per celebrare i 40 anni di Microsoft. La riportiamo tradotta liberamente di seguito:

Domani è un giorno speciale: è il quarantesimo anniversario di Microsoft

Agli albori, Paul Allen ed io avevamo l'obiettivo di portare un computer su ogni scrivania e in ogni casa. Era un'idea audace e un sacco di gente pensava che fossimo fuori di testa a immaginare che fosse possibile. È incredibile pensare a dove sia arrivato il settore informatico da allora, e tutti noi possiamo essere orgogliosi del ruolo svolto da Microsoft in questa rivoluzione.

Oggi, però, penso molto di più al futuro di Microsoft che non al suo passato. Credo che l'informatica si evolverà molto più rapidamente nei prossimi 10 anni, rispetto a quanto non sia accaduto in passato. Viviamo già in un mondo multi-piattaforma, e l'informatica diventerà ancora più dilagante. Ci stiamo avvicinando al punto in cui i computer e i robot saranno in grado di vedere, muoversi e interagire naturalmente, sbloccando nuove possibilità d'uso e potenziando ulteriormente le capacità della gente.

Sotto la guida di Satya, Microsoft è nelle condizioni migliori per poter portare questi progressi. Abbiamo le risorse per guidare e risolvere problemi difficili. Siamo impegnati in ogni aspetto dell'informatica moderna e stiamo impiegando il massimo impegno per la ricerca nel settore. Nel mio ruolo di consulente tecnico di Satya, mi capita di partecipare alle fasi di revisione dei prodotti e sono impressionato dalla visione e dal talento che vedo. Il risultato è evidente in prodotti come Cortana, Skype Translator e HoloLens, e queste sono solo alcune delle innovazioni che stiamo portando a termine.

Nei prossimi anni, Microsoft avrà la possibilità di raggiungere ancora più persone e organizzazioni in tutto il mondo. La tecnologia è ancora fuori portata per molte persone, perché complessa o costosa, o perché semplicemente queste non ne hanno accesso. Spero quindi che penserete a quello che potrete fare per rendere il potere della tecnologia accessibile a tutti, per connettere tutta la gente, e per rendere l'informatica disponibile ovunque, grazie anche al fatto che quello che può fare un PC è ormai caratteristica di tutti i dispositivi.

Abbiamo fatto molto insieme durante i nostri primi 40 anni e rafforzato innumerevoli imprese e la gente a sfruttare il loro vero potenziale. Ma ciò che conta ora è ciò che faremo dopo. Grazie per averci aiutato a rendere Microsoft una compagnia fantastica, adesso e per i decenni a venire.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7707 Aprile 2015, 11:38 #1
"Bill Gates e Paul Allen di rispettivamente di 19 e 22 anni"

Ok. Bill Gates i 19 anni li dimostra, volendo anche qualcuno di meno.
Ma.. PAUL ALLEN.. ventidue anni!?!?! Giocava col plutonio da piccolo???? Sembrano cinquantatre.. portati male.
acerbo07 Aprile 2015, 12:02 #2
Ma dunque lo storico annuncio quale sarebbe? Avevo letto da qualche parte che volevano aprire il codice di Windows e renderlo Open appunto, qua leggo solo proclami per convincere i mercati a puntare su Microsoft ...
emiliano8407 Aprile 2015, 12:05 #3
Originariamente inviato da: acerbo
Ma dunque lo storico annuncio quale sarebbe? Avevo letto da qualche parte che volevano aprire il codice di Windows e renderlo Open appunto, qua leggo solo proclami per convincere i mercati a puntare su Microsoft ...


hanno semplicemente detto, che POTREBBE succedere in FUTURO, ma non certo domain, e probabilmente UNA PARTE di codice

lol, ci hanno messo solo 3 giorni dopo il compleanno a pubblicarla (la lettera era disponibile dal 3 aprile che non era festivo) ... ma scommetto che se era un'altra azienda la pubblicavano a mezzanotte del compleanno, anche se capitava a cavallo di due giorni festivi
demon7707 Aprile 2015, 13:22 #4
Originariamente inviato da: acerbo
Ma dunque lo storico annuncio quale sarebbe? Avevo letto da qualche parte che volevano aprire il codice di Windows e renderlo Open appunto, qua leggo solo proclami per convincere i mercati a puntare su Microsoft ...


Oddio.. se lo facessero secondo me sarebbe pure una caxxata..
Nel senso: fino a che (tra alti e bassi) lo sviluppo di win è in mano an un solo ed unico gruppo il prodotto finale (nel bene e nel male) è uno solo e quindi è il punto di riferimento per l'intera piattaforma software.
Una cosa secondo me di una importanza basilare.

Se liberassero il codice si assisterebbe tempo zero al fenomeno che condanna linux da ad una piccolissima nicchia di utenza: FORKING SELVAGGIO e FRAMMENTAZIONE DSASTROSA.
Millemila distro in millemila varianti non compatibili tra di loro.. una vera selva da cui non si esce..
IvanFlashD1607 Aprile 2015, 13:28 #5

Vorrei farmi adottare...

Vorrei farmi adottare da zio Bill, giuro che saprei accontentarmi, a natale desidererei solo un paio di miliardi ed una Dodge Charger SRT Hellcat e sono soddisfatto... XD
Pier220407 Aprile 2015, 13:32 #6
Originariamente inviato da: acerbo
Ma dunque lo storico annuncio quale sarebbe? Avevo letto da qualche parte che volevano aprire il codice di Windows e renderlo Open appunto, qua leggo solo proclami per convincere i mercati a puntare su Microsoft ...


40° anniversario di Microsoft, 4 Aprile 1975...
Cappej07 Aprile 2015, 14:55 #7
tanta roba, bella soddisfazione... essere stati tra coloro che hanno cambiato il modo di pensare dei futuri 40 anni
koni07 Aprile 2015, 15:45 #8
Originariamente inviato da: IvanFlashD16
Vorrei farmi adottare da zio Bill, giuro che saprei accontentarmi, a natale desidererei solo un paio di miliardi ed una Dodge Charger SRT Hellcat e sono soddisfatto... XD


dimentichi una piccola cosa : bill e melinda daranno pocchissimo ai propri figli in eredità dato che il 90% delle loro proprietà verrà data in beneficienza alla loro morte dato che lui segue la regola che i soldi devi farteli da solo !!!!
diversamente da altri ricchi bill ha sempre pensato agli altri ed è l'uomo che ha donato di più di tutti in valore assoluto

ti conveniva farti adottare da stefano lavori
emiliano8407 Aprile 2015, 15:47 #9
Originariamente inviato da: koni
dimentichi una piccola cosa : bill e melinda daranno pocchissimo ai propri figli in eredità dato che il 90% delle loro proprietà verrà data in beneficienza alla loro morte dato che lui segue la regola che i soldi devi farteli da solo !!!!
diversamente da altri ricchi bill ha sempre pensato agli altri ed è l'uomo che ha donato di più di tutti in valore assoluto

ti conveniva farti adottare da stefano lavori


quoto ... mi hai anticipato
*Pegasus-DVD*07 Aprile 2015, 16:05 #10
Originariamente inviato da: koni
dimentichi una piccola cosa : bill e melinda daranno pocchissimo ai propri figli in eredità dato che il 90% delle loro proprietà verrà data in beneficienza alla loro morte dato che lui segue la regola che i soldi devi farteli da solo !!!!
diversamente da altri ricchi bill ha sempre pensato agli altri ed è l'uomo che ha donato di più di tutti in valore assoluto

ti conveniva farti adottare da stefano lavori


con quel 10% vivi una vita senza lavorare

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^