Wi-Fi Alliance annuncia i primi prodotti WPA2

Wi-Fi Alliance annuncia i primi prodotti WPA2

Wi-Fi Alliance annuncia i primi prodotti rispondenti al nuovo standard di sicurezza WPA2

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 08:59 nel canale Sicurezza
 

Wi-Fi Alliance annuncia i primi prodotti rispondenti al nuovo standard di sicurezza WPA2, tali tecnologie hanno lo scopo di rendere sicuro l'accesso e la trasmissione di dati attraverso le reti wireless.

Il nuovo standard deve essere visto come l'evoluzione del WPA (Wi-Fi Protected Access), che negli scorsi mesi ha avuto l'ingrato compito di infondere un po' di sicurezza e fiducia dopo lo sconcerto creato dalla scoperta delle vulnerabilità nel WEP, uno dei primi sistemi di protezione utilizzato dai dispositivi wi-fi.

Il nuovo WPA2, già integrato nel recente standard IEEE 802.11i, è compatibile con le tecnologie WPA ad oggi in commercio ed è prettamente rivolto a infrastrutture di rete enterprise.

Con ogni probabilità entro la fine del 2004 saranno disponibili i primi prodotti che ufficialmente supportano il WPA2, mentre nel frattempo vi sarà una situazione transitoria con la presenza sul mercato di dispositivi realizzati con versioni non definitive del WPA2 la cui interoperabilità non può essere certificata.

Fonte: News.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sacro Gemini03 Settembre 2004, 11:39 #1
Ma già si trovano in vendita portatili con schede wireless con lo standard 802.11i?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^