Utenti Apple nuovo obiettivo per il malware secondo Kaspersky

Utenti Apple nuovo obiettivo per il malware secondo Kaspersky

A pochi giorni da Flashback è stata individuata una nuova minaccia per gli utenti Mac OS X. Anche Eugene Kaspersky ha commentato la situazione in modo abbastanza pungente

di pubblicata il , alle 17:16 nel canale Sicurezza
Apple
 

C'è una nuova allerta per gli utenti di Mac OS X che viene indicata da Sophos e giunge a pochi giorni dal più importante guaio causato da Flashback. Stando alle indicazioni di Graham Cluley - ricercatore di sicurezza per Sophos - sarebbe stato individuato un nuovo malware il cui target è ancora una volta il sistema operativo Apple.

La nuova minaccia è stata chiamata Sabpab e utilizza la stessa vulnerabilità sfruttata da Flashback e risolta attraverso un apposito update rilasciato da Apple. A questo indirizzo sono disponibili altri dettagli relativi all'aggiornamento e alle versioni di Mac OS X supportate.

La storia di Flashback è ben nota e può essere riassunta in poche righe: una vulnerabilità di Java conosciuta da tempo è stata risolta da Oracle in breve periodo su piattaforme Windows, mentre Apple ha tardato con un proprio update. Questo intervallo di tempo ha permesso una rapida proliferazione del malware anche se gli ultimi dati indicavano una situazione in netto miglioramento.

Pare comunque evidente che il crescente successo di Mac OS X e il sempre maggior numero di dispositivi Apple disponibili abbia indotto l'industria del malware a riconsiderare i propri target. Di questo fattore è ora necessario tener conto e molti esperti di sicurezza stanno cercando proprio di sensibilizzare gli utenti in tal senso. Pochi giorni fa anche Eugene Kaspersky sul proprio blog ha commentato la situazione in modo molto duro e con un punto di vista più ampio sul mondo Mac, sulle abitudini degli utenti e sulla comunicazione fatta negli anni scorsi in merito alla sicurezza di tali soluzioni. Il lungo intervento si riassume in queste affermazioni:

How come hundreds of thousands of Macs were infected all at once?

Because the majority of users of Macs believe that their cherished Apple computers are totally infallible, immune to ill-intentioned penetration, and so simply don’t bother with anti-malware software.

Kaspersky allarga poi il discorso al mondo di iOS, alle soluzioni mobile e all'approccio tenuto da Apple nei confronti della sicurezza dei propri dispositivi. Il pezzo completo è disponibile qui, merita una lettura anche se con spirito critico, infatti da parte di Kaspersky il mondo Mac costituisce un nuovo e crescente ambito di business.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

170 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Khronos17 Aprile 2012, 18:48 #1
era marketing con windows, ora windows s'è messo a posto (e gli utenti di windows "forse" hanno imparato qualcosa), mentre gli utenti mac non sono ancora scesi dal pero... e il marketing cambia target e passa anche dalla parte loro per vedere se c'è qualche allocco.
Certo non si sta parlando di .exe o di ./script-eseguibile-cliccato-tanto-per-mentre-sono-in-root.sh .... quindi la faccenda di qualsiasi codice eseguito in silent attira fumo.
pierodj17 Aprile 2012, 21:54 #2
beh era abbastanza prevedibile... negli ultimi anni il numero di gente che è passata a mac è cresciuto tantissimo (compreso il sottoscritto ), e di conseguenza è un settore che attira maggiormente i creatori di malware (e i venditori di antivirus ); se poi ci mettiamo i fanboy convinti che il proprio mac sia invincibile e gli utonti, il quadretto è completo...

la cosa che un po' mi inquieta è che la mossa prevedibile di Apple per arginare il problema sarà blindare sempre di più il sistema operativo (leggi: app installabili solo dallo store)
gocrigo17 Aprile 2012, 22:33 #3
non mi dispiaceva affatto quando Apple creava i suoi sistemi in proprio...ora con intel la sicurezza inizia ad essere intaccata...se la funzionalità non ne risentirà, ben venga un sistama "blindato" come poteva essere il G!!!
Eraser|8517 Aprile 2012, 23:47 #4
Originariamente inviato da: gocrigo
non mi dispiaceva affatto quando Apple creava i suoi sistemi in proprio...ora con intel la sicurezza inizia ad essere intaccata...se la funzionalità non ne risentirà, ben venga un sistama "blindato" come poteva essere il G!!!


Apple non ha mai creato i sistemi in proprio (non ha mai fatto chip!!) ed è stato dimostrato innumerevoli volte che la Security By Obscurity non è tanto meglio di altre filosofie. Inoltre, giusto per chiarire ulteriormente, la sicurezza non è data di certo dall'architettura del processore!
Itacla18 Aprile 2012, 00:03 #5
Originariamente inviato da: gocrigo
non mi dispiaceva affatto quando Apple creava i suoi sistemi in proprio...ora con intel la sicurezza inizia ad essere intaccata...se la funzionalità non ne risentirà, ben venga un sistama "blindato" come poteva essere il G!!!


davvero preferisci barattare la (poca) libertà che ti è rimasta su un mac per questo?
Già ora io sto alla larga da Apple per questo, figurati se blindano ancora di più.
Gabro_8218 Aprile 2012, 01:25 #6
Originariamente inviato da: gocrigo
non mi dispiaceva affatto quando Apple creava i suoi sistemi in proprio...ora con intel la sicurezza inizia ad essere intaccata...se la funzionalità non ne risentirà, ben venga un sistama "blindato" come poteva essere il G!!!


Secondo te la sicurezza software dipende dal processore intel???
toni.bacan18 Aprile 2012, 09:04 #7
Che la presenza di virus iniziasse ad aumentare era logico e quasi palese. All'incrementare del diffondersi di un tipo di sistema operativo incrementeranno in modo più che proporzionale gli attacchi hacker e quindi virus, malware etc etc.. (ed incrementeranno anche le vendite di fumo da parte delle AVHouse che in tempi di crisi come questa DEVONO VENDERE prodotti più o meno efficaci e più o meno farlocchi)


Originariamente inviato da: Gabro_82
Secondo te la sicurezza software dipende dal processore intel???
Ma come? non lo sapevi? le auto rosse vanno più veloci di quelle bianche



[Flame ON]
@Chi parla di chiusura: mi chiedo "quale apertura serve?", forse quella di poter installare OSX a sbaffo su PC da supermercato? o il fatto che non si possono fare upgrade all'hardware? e di grazia quanti altri AIO o portatili al mondo sono upgradabili (a parte ram e HD)? Serve forse maggior liberà di installazione dei programmi? Avere anche AppStore non vuol dire essere costretti a pagare le apps (è pura abitudine windowsiana quella di avere i programmi a sbaffo) o dover passare solo da lì.
Secondo me hi parla di chiusura non ha mai usato OSX o vuole usare un PC ad uso Truzzo-Modding oppure intende la meno ricca scelta di prodotti warez reperibile in rete

[Flame OFF]
filippo198018 Aprile 2012, 09:29 #8
Come detto da qualcuno è del tutto comprensibile che aumentino i virus sui prodotti Apple, vuoi che, ultimamente, la MS sta facendo di tutto per migliorare la sicurezza dei propri prodotti, vuoi la maggior diffusione dei prodotti Apple, questo fenomeno era del tutto prevedibile, sta di fatto che, come il commento di ieri del co fondatore di Google sulla circolarità dei dati su Internet, anche questo è decisamente di parte!
La cosa che mi stupisce è che ad essere colpiti rimangono principalmente i SO per computer e non quelli per i cellulari/tablet! Ho aperto questa notizia perchè mi aspettavo virus su IOS (e avendo un iPhone volevo informarmi) ed invece ad essere colpito è MAC OSX... meglio per me!
hombre18 Aprile 2012, 11:02 #10
Originariamente inviato da: toni.bacan
[Flame ON]
@Chi parla di chiusura: mi chiedo "quale apertura serve?", forse quella di poter installare OSX a sbaffo su PC da supermercato? o il fatto che non si possono fare upgrade all'hardware? e di grazia quanti altri AIO o portatili al mondo sono upgradabili (a parte ram e HD)? Serve forse maggior liberà di installazione dei programmi? Avere anche AppStore non vuol dire essere costretti a pagare le apps (è pura abitudine windowsiana quella di avere i programmi a sbaffo) o dover passare solo da lì.
Secondo me hi parla di chiusura non ha mai usato OSX o vuole usare un PC ad uso Truzzo-Modding oppure intende la meno ricca scelta di prodotti warez reperibile in rete

[Flame OFF]


Sara' pure un flame ma io quoto.
Per l'uso professionale MAC OSX non ha eguali.
Usabilita', stabilita', affidabilita', sicurezza...
Chiaramente non e' perfetto, ma non mi si e' MAI bloccato e windows sulla macchina virtuale sulla quale sviluppo gira alla perfezione.

Poi, forse, come computer per cazzeggiare,
installare 10 programmi al giorno,
aggiornare driver ogni settimana,
bestemmiare per gli artefatti dei nuovi drivers video sul nostro gioco preferito,
nuovi virus e randomici crash, beh non e' il massimo lo ammetto.

Au revoir!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^