Symantec Global Internet Security Threat Report

Symantec Global Internet Security Threat Report

Symantec Global Internet Security Threat Report: focus sui Paesi emergenti ma anche sulla disponibilità a basso prezzo di toolkit di crimeware

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 17:24 nel canale Sicurezza
Symantec
 

Negli scorsi giorni Symantec ha distribuito il Global Internet Security Threat Report, un importante documento aggiornato con cadenza annuale dal 2006. Con questo lavoro Symantec intende offrire una panoramica a livello mondiale in merito alla diffusione del malware, ai Paesi da cui provengono le principali minacce e fornisce alcune indicazioni relative ai trend rilevati.

Per la realizzazione del documento vengono utilizzati i dati raccolti da 133 milioni di sistemi client, server e gateway su cui sono installati i prodotti antivirus Symantec. A questa enorme mole di dati si aggiungono poi le informazioni di MessageLabs Intelligence, fonte autorevole di analisi relative a questioni di sicurezza, tendenze e statistiche sulla messaggistica sicura, e altre tecnologie Symantec. Le informazioni provengono da più di 86 paesi.

Nell'ultimo Global Internet Security Threat Report Symantec conferma con i dati rilevati i trend previsti nel precedente documento: le attività legate a malware e più in generale a minacce informatiche sono in forte crescita nei paesi emergenti. Il Brasile nelle statistiche di Symantec è uno dei Paesi maggiormente attivi dopo Stati Uniti e Cina. Invece, il Brasile è al primo posto per attività legate a spam zombies.

Con i dati Symantec viene confermato un dato già da tempo noto: l’attività maligna tende ad aumentare nelle aree dove la crescita della banda larga e della connettività è stata rapida. Il rapporto sottolinea anche l'utilizzo di vulnerabilità presenti in vari applicativi e non necessariamente nel browser web, e in tal senso il riferimento a Adobe Flash e Adobe Acrobat è scontato. Vi è però da dire che al momento è ancora il protocollo HTTP ad essere il più utilizzato da parte degli hacker.

L'analisi di Symantec porta in evidenza anche un aspetto decisamente preoccupante: è stato rilevato un aumento dei toolkit di crimeware in vendita su svariati forum di dubbia legalità. Questi kit consentono agli aggressori non specializzati di compromettere con facilità i computer al fine di sottrarre dati, e il costo è di soli 700 dollari. Con questi strumenti vengono create svariate versioni del medesimo malware ognuna delle quali è utilizzabile da un singolo utente. In occasione dell'evento di presentazione abbiamo realizzato una breve intervista a Antonio Forzieri, Principal Consultant Global Security Services Symantec, che vi proponiamo qui di seguito.

[HWUVIDEO="649"]Symantec Internet Security Threat Report[/HWUVIDEO]

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ulk10 Maggio 2010, 17:57 #1
Ma non sono ancora falliti?
Narkotic_Pulse___10 Maggio 2010, 18:16 #2
Axoduss10 Maggio 2010, 18:25 #3
Grande!! Antonio Forzieri è stato mio prof al corso sulla sicurezza in internet!
Pier de Notrix10 Maggio 2010, 18:59 #4
Originariamente inviato da: ulk
Ma non sono ancora falliti?


No, anzi sarà sempre molto supportato dagli OEM, altrimenti gli utenti si accorgerebbero della differenza tra un 486 e un Core Duo Due e non cambierebbero più il PC...
Nockmaar10 Maggio 2010, 19:12 #5
Il bello è che ogni tot mesi ogni compagnia di sicurezza tira fuori il suo report ( oltre al SANS e altre istituzioni ) e alla fine si somigliano tutti. Link ad immagine (click per visualizzarla)

P.S.

Le battute sulla lentezza di Symantec andavano bene fino a un paio di anni fa, comunque...
zago10 Maggio 2010, 22:38 #6
mi ricordo il

NORTON INSICURITY

e le

NORTON INUTILITIES

ahah
afhaofhasofhaohfa11 Maggio 2010, 00:08 #7
ai tempi di windows 98 le norton utilities erano un must e, perdonatemi il gioco di parole, le trovavo veramente utilissime soprattutto il defrag. Riguardo all'antivirus già non mi piace il fatto che si debba usare un tool per una rimozione decente (del resto come con i prodotti mcafee)
_ZoRrO_11 Maggio 2010, 02:03 #8
ahahah Forzieri!!!

Faceva le esercitazioni del corso del professor Decina al Poli!!! che ridere....
Axoduss11 Maggio 2010, 15:54 #9
Originariamente inviato da: _ZoRrO_
ahahah Forzieri!!!

Faceva le esercitazioni del corso del professor Decina al Poli!!! che ridere....


e le fa tutt'ora

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^