Snowden: la NSA e la GCHQ hanno accesso diretto a miliardi di SIM in tutto il mondo

Snowden: la NSA e la GCHQ hanno accesso diretto a miliardi di SIM in tutto il mondo

The Informer ha portato alla luce un nuovo "colpo" da parte di Edward Snowden, la fonte principale dello scandalo NSA

di pubblicata il , alle 14:21 nel canale Sicurezza
 

La National Security Agency (NSA) americana e i Government Communications Headquarters (GCHQ) britannici avrebbero potenzialmente violato le chiavi di cifratura di miliardi di schede SIM nel corso degli ultimi anni. Sono queste le ultime rivelazioni di Edward Snowden, il precedente esponente governativo americano che ha dato i natali allo scandalo NSA, un caso che allora veniva chiamato Prism e che nel corso del tempo si è rimpolpato di dettagli su dettagli.

E il nuovo dettaglio è certamente di quelli sensazionali: l'ex-agente dei servizi di sorveglianza americani sostiene che NSA e GCHQ abbiano violato i sistemi della società olandese Gemalto con una serie di attacchi aventi l'obiettivo di estorcere le chiavi di crittografia utilizzate nelle schede SIM prodotte. Gemalto si occupa infatti di produrre i chip di sicurezza delle SIM - circa 2 miliardi ogni anno - utilizzati da circa 450 compagnie di telecomunicazioni sparse in tutto il mondo.

Stando ai documenti che Snowden ha consegnato a The Intercept, le due società governative hanno violato i sistemi di Gemalto, appropriandosi delle chiavi di cifratura necessarie per crackare i protocolli di sicurezza utilizzati all'interno delle schede SIM. Gli agenti della GCHQ, appoggiati dalla NSA, avrebbero nello specifico ottenuto accesso ad alcune comunicazioni private degli impiegati di Gemalto, riuscendo a carpirne alcuni segreti scottanti, come ad esempio quelli relativi alle metodologie di crittografia utilizzate sulle SIM.

"Se si ha l'accesso al database di chiavi possiamo proclamare game over per quanto concerne la crittografia su reti cellulari", ha dichiarato a The Intercept lo specialista di sicurezza Matthew Green. Quanto si è scoperto nei giorni scorsi consente di capire meglio gli strumenti utilizzati da NSA (e agenzie correlate), e soprattutto quanto a fondo può spingersi nell'individuare ed estorcere dati in via del tutto autonoma. Possiamo distinguere due metodologie separate fra quelle operate dalla NSA, definite "downstream" e "upstream".

Con "downstream" si intendono tutte le informazioni che la NSA ottiene sulla base di richieste esplicite rivolte alle compagnie tecnologiche che dispongono di dati di caratura rilevante, mentre con "upstream" possiamo racchiudere tutte quelle informazioni che le agenzie riescono a captare direttamente dalle infrastrutture su cui si diffonde internet, siano esse cablate o wireless. È indubbio che la NSA utilizzi strategie sofisticate in entrambe le categorie di "estorsioni", e questo appare ancora più chiaro grazie alle nuove segnalazioni di Snowden.

Le ultime notizie hanno un impatto devastante per la sicurezza nell'ambito mobile. Del resto sarebbe stato troppo complesso per l'NSA ottenere l'ingente mole di dati di cui dispone attraverso vari e più specifici attacchi brute-force, ma è chiaro che avendo a disposizione le chiavi di cifratura utilizzate su miliardi di SIM il gioco per le varie agenzie di sorveglianza si è fatto parecchio più semplice e diretto. NSA e GCHQ hanno sostanzialmente fatto irruzione nei dati privati di una società, un comportamento estremo ma che non fa sorprendere se consideriamo il modus operandi di tali società.

Gemalto ha risposto ufficialmente su quanto rivelato durante gli scorsi giorni, dichiarandosi assolutamente estranea ai fatti e non consapevole delle azioni coercitive praticate dai governi americani e britannici. In più, in seguito ad alcune indagini concluse nelle ultime ore, la società ha stabilito che le proprie SIM e tutti gli altri prodotti proprietari sono assolutamente sicuri e non sono mai stati stati violati. Ulteriori ragguagli verranno consegnati al pubblico il prossimo mercoledì.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

43 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
El Tazar23 Febbraio 2015, 14:26 #1
News fresche proprio
alexdal23 Febbraio 2015, 14:39 #2
Mi sa tanto che Snowden sia pagato dal Cremlino per screditare gli USA in qualche modo.

Lui e' il peggiore di tutti:
traditore, spia, venditore di segreti d'ufficio, ladro, mentitore.

s0nnyd3marco23 Febbraio 2015, 14:45 #3
Originariamente inviato da: alexdal
Mi sa tanto che Snowden sia pagato dal Cremlino per screditare gli USA in qualche modo.

Lui e' il peggiore di tutti:
traditore, spia, venditore di segreti d'ufficio, ladro, mentitore.


AYFKM????!?!?!?
BulletHe@d23 Febbraio 2015, 14:47 #4
Personalmente credo si possa tranquillamente ammettere che i sistemi usati siano magari da discutere, ma alla fine dei conti la mia filosofia di vita mi porta sempre a chiedermi: ma se non ho nulla da nascondere cosa mi interessa se l'NSA mi ascolta o controlla le mie mail (ammesso lo facciano su tutti e non solo su persone "segnalate" se il fine è intercettare un terrorista o altro ben venga, anche perché molti miei conoscenti che diciamo tifano Snowden sono i primi che mettono da parte la privacy per Google o Facebook e quello mi pare un vero controsenso, a me personalmente le sue dichiarazioni non hanno cambiato la vita fino a ieri e non credo lo faranno oggi o domani, anzi mi viene da pensare perché un presunto fautore della giustizia sia scappato in russia dove la giustizia non mi risulti vada per la maggiore, almeno che..... (i soldi gli hanno fatto gola)
Eress23 Febbraio 2015, 15:02 #5
Originariamente inviato da: alexdal
Mi sa tanto che Snowden sia pagato dal Cremlino per screditare gli USA in qualche modo.

Lui e' il peggiore di tutti:
traditore, spia, venditore di segreti d'ufficio, ladro, mentitore.

Ma che bisogno c'è di ingaggiare persone come Snowden, gli USA su screditano da soli giorno per giorno
Eress23 Febbraio 2015, 15:06 #6
Originariamente inviato da: pulsar68
“Chi non ha nulla da nascondere non ha nulla da temere.”
A. Hitler
Sembra che questo motto sia ancora in auge

Piuttosto direi che oggi vale un altro motto; la realtà supera di gran lunga l'immaginazione, in questo caso, i peggiori incubi orwelliani.
deepdark23 Febbraio 2015, 15:07 #7
Originariamente inviato da: alexdal
Mi sa tanto che Snowden sia pagato dal Cremlino per screditare gli USA in qualche modo.

Lui e' il peggiore di tutti:
traditore, spia, venditore di segreti d'ufficio, ladro, mentitore.


Ti sei dimenticato: putt@niere, p€dofilo, satanista e mangiabambini. Ah, anche le scie chimiche sono colpa sua.
corvazo23 Febbraio 2015, 15:26 #8
Originariamente inviato da: alexdal
Mi sa tanto che Snowden sia pagato dal Cremlino per screditare gli USA in qualche modo.

Lui e' il peggiore di tutti:
traditore, spia, venditore di segreti d'ufficio, ladro, mentitore.


Il Grande Fratello ci ama! W la gestapo!
randorama23 Febbraio 2015, 15:30 #9
a vostro rischio e pericolo.
intercettatemi e morirete.
..
....
di noia.

e se non morite, almeno accreditatemi un ventino.
El Tazar23 Febbraio 2015, 15:31 #10
Mah...neppure a me finisce proprio di convincere Snowden

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^