Scansioni antivirus più veloci grazie alle GPU integrate nei processori Intel

Scansioni antivirus più veloci grazie alle GPU integrate nei processori Intel

Grazie alla tecnologia Accelerated Memory Scanning Intel promette di ridurre la percentuale di occupazione del processore durante le operazioni di scansione da virus in memoria: tutto questo grazie alle GPU integrate

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Sicurezza
CiscoIntelCoreMicrosoft
 

Intel ha annunciato la tecnologia Accelerated Memory Scanning o AMS, grazie alla quale viene ridotto in misura sensibile l'impatto delle operazioni di scansione antivirus del proprio sistema utilizzando i processori della famiglia Core dalla sesta generazione fino a quella ottava, la più recente apparsa sul mercato. La logica di funzionamento prevede di sfruttare la componente GPU integrata in questi processori per far eseguire a quest'ultima, e non alla CPU, lo scan e la individuazione di malware di tipo memory-based.

Secondo le indicazioni fornite da Intel, l'utilizzo di questa nuova tecnologia avrebbe permesso di ottenere una riduzione della percentuale di occupazione della CPU durante le operazioni di scansione del sistema dal precedente 20% all'attuale 2% (ma non conosciamo i dettagli specifici di come queste misurazioni siano state rilevate). Microsoft ha già annunciato l'implementazione del supporto alla tecnologia AMS all'interno del proprio Windows Defender Advanced Threat Protection , con rilascio previsto per la fine del mese di aprile; altri produttori di soluzioni di sicurezza seguiranno a breve.

La tecnologia Accelerated Memory Scanning è inclusa all'interno di quella che Intel indica con il nome di Threat Detection Technology, completata dalla Advanced Platform Telemetry o APT. Quest'ultima abbina un sistema di monitoraggio costante della piattaforma con algoritmi di machine learning, con il fine di individuare preventivamente potenziali rischi per la sicurezza della piattaforma. Cisco è la prima azienda che implementerà Threat Detection Technology all'interno della propria piattaforma di sicurezza Tetration.

A corollario di tutto questo troviamo anche l'iniziativa Intel Security Essentials, con la quale l'azienda americana punta a sviluppare un framework che possa standardizzare le funzionalità di sicurezza integrate all'interno delle varie versioni di processore Intel. A lungo termine questa iniziativa punta a fornire una base di pratiche e soluzioni di sicurezza che saranno condivise tra tutti i prodotti sviluppati da Intel, così che possa essere più chiaro per clienti e partner quali funzionalità siano state implementate e come sviluppare applicazioni sicure che su queste si appoggino.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spider Baby18 Aprile 2018, 13:22 #1
Frecciata contro le CPU di AMD, prive di GPU integrata.
thresher325318 Aprile 2018, 13:33 #2
Originariamente inviato da: Spider Baby
Frecciata contro le CPU di AMD, prive di GPU integrata.


I nuovi Ryzen 2000G la hanno e apparentemente è anche un bel salto rispetto alle solite integrate Intel (certo, sempre restando nelle prestazioni di una integrata).
sinadex19 Aprile 2018, 17:40 #3
Originariamente inviato da: Spider Baby
Frecciata contro le CPU di AMD, prive di GPU integrata.
veramente sono anni che AMD produce le APU, cpu con scheda video integrata
Spider Baby19 Aprile 2018, 23:36 #4
Originariamente inviato da: sinadex
veramente sono anni che AMD produce le APU, cpu con scheda video integrata


Ovviamente mi riferisco alle Ryzen, il primo prodotto AMD a impensierire Intel da diversi anni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^