Ransomware WannaCry, gli Stati Uniti dichiarano colpevole la Corea del Nord

Ransomware WannaCry, gli Stati Uniti dichiarano colpevole la Corea del Nord

L'annuncio è stato diffuso tramite un editoriale del The Wall Street Journal, redatto dal consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Donald Trump, Thomas Bossert: si sottolinea che la Casa Bianca pubblicherà una dichiarazione formale a giorni dove spiegherà i dati raccolti e le motivazioni del coinvolgimento della Corea del Nord

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Sicurezza
 

Gli Stati Uniti riportano alla luce i fatti che si sono svolti lo scorso maggio a seguito della diffusione del cyberattacco basato sul Ransomware WannaCry, puntando nuovamente il dito verso la Corea del Nord come autore di questi eventi, questa volta dichiarando la presenza di prove certe.

L'annuncio è stato diffuso tramite un editoriale del The Wall Street Journal, redatto dal consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Donald Trump, Thomas Bossert: analizzato dal The Washington Post, si sottolinea che la Casa Bianca pubblicherà una dichiarazione formale a giorni dove spiegherà i dati raccolti e le motivazioni del coinvolgimento della Corea del Nord.

"Non facciamo questa affermazione alla leggera. È basata su prove. Non siamo neanche soli con le nostre scoperte. Altri governi e società private sono d'accordo con noi. Anche il Regno Unito attribuisce l'attacco alla Corea del Nord e Microsoft ha ricostruito l'evolversi dell'attacco fino alle affiliate informatiche del governo nordcoreano", precisa Bossert "Le conseguenze e le ripercussioni di WannaCry sono andate oltre l'economico. Il software dannoso ha colpito i computer del settore sanitario del Regno Unito, compromettendo i sistemi che svolgono un lavoro critico. Queste interruzioni mettono a rischio la vita ".

Forse queste nuove indiscrezioni su WannaCry puntano a rincarare la dose e mettere pressione tra l'amministrazione Trump e la Corea del Nord andando a fare da contorno alla delicata faccenda delle sanzioni imposte a quest'ultima come già avviene per il programma nucleare del paese.

Bossert conclude il suo intervento con "Continueremo ad usare la nostra strategia di massima pressione per frenare la capacità di Pyongyang di portare avanti attacchi cyber o di altro tipo".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
frankie20 Dicembre 2017, 12:22 #1
han quindi trovato le armi di distruzione di massa 2.0...
Mparlav20 Dicembre 2017, 12:30 #2
Ma resterà un dettaglio "irrilevante" il fatto che un ramsomware come Wannacry è stato realizzato mettendo a punto le falle raccolte dall'NSA ed i relativi "tool", vedi EternalBlue, che sono stati rubati negli anni passati.
nickname8820 Dicembre 2017, 12:35 #3
Anche se fosse la Corea del Nord ?
Cosa succede adesso ? Cosa gli faranno ?
Niente, visto che per altro penso che loro negheranno.

Quindi cosa parla a fare Trump ?
Simone Mesca21 Dicembre 2017, 15:03 #4
La solita scusa per attaccare briga al fine di dominare...
s-y21 Dicembre 2017, 15:08 #5
io direi più armi di distrazione di massa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^