Poste Italiane mette a pagamento lo SPID. Ecco quanto costerà fare il riconoscimento di persona

Poste Italiane mette a pagamento lo SPID. Ecco quanto costerà fare il riconoscimento di persona

Il servizio, fino ad ora gratuito, serve per ottenere l’identità digitale per interagire con la pubblica amministrazione. Prima era possibile recarsi negli uffici e farlo in modo del tutti gratuito, adesso per procedere al riconoscimento di persona e ottenere le credenziali bisognerà pagare. Ecco i dettagli.

di pubblicata il , alle 10:46 nel canale Sicurezza
Poste ItalianeSPID
 

Lo SPID (Sistema Pubblico d'Identità Digitale) è diventato obbligatorio per l'accesso ai servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione. Uno strumento fondamentale che ha visto aumentare in modo esponenziale negli ultimi mesi il numero di attivazioni anche a causa della crisi sanitaria. In questo caso una delle poche a permettere questo tipo di strumento agli utenti in modo completamente gratuito è Poste Italiane che però ha deciso di modificare questo aspetto, almeno parzialmente, introducendo un costo per la modalità di identificazione della persona negli uffici postali.

Poste Italiane: ecco quanto costa ora il riconoscimento negli uffici

Se finora era possibile recarsi in uno dei 12.700 uffici italiani delle Poste per effettuare il riconoscimento e la verifica della persona e ottenere le credenziali in modo del tutto gratuito, d'ora in poi bisognerà pagare 12 euro. Il cambiamento è possibile osservarlo direttamente sul portale web di Poste dedicato all’identità digitale. In questo caso l'azienda specifica come:

L'utilizzo del servizio SPID è sempre gratuito.
L’identificazione all’attivazione del servizio è gratuita per le seguenti modalità:

  • SMS su cellulare certificato associato ad un prodotto Bancoposta o Postepay
  • Lettore Bancoposta e carta Postamat
  • Carta d’Identità Elettronica con PIN
  • Carta d’Identità Elettronica senza PIN
  • Carta Nazionale dei Servizi attiva con PIN
  • Passaporto Elettronico
  • Bonifico da un conto corrente a te intestato
  • Firma Digitale
  • Identificazione presso uno sportello pubblico

E' possibile, inoltre, richiedere il servizio anche tramite identificazione in presenza presso un ufficio postale al costo di 12 € iva inclusa.

Dunque l'uso dello SPID con Poste Italiane rimane ancora del tutto gratuito così come anche le altre modalità di riconoscimento della persona in modo locale tramite strumenti tecnologici. A pagare i 12€ saranno solamente coloro che decidono di effettuare il riconoscimento direttamente negli uffici dell'azienda. PosteID può essere attivato a distanza con CIE (Carta di Identità Elettronica) o Passaporto Elettronico, firma digitale, Bonifico, lettore Bancoposta e carta Postamat, SMS su cellulare certificato associato a Bancoposta o Postepay.

Nel caso si scelga però la via sms su cellulare certificato associato a un prodotto Bancoposta o Postepay, tramite lettore Bancoposta e carta Postamat o attraverso un bonifico da un conto corrente intestato, fa notare la legale dell'associazione di consumatori AducAnna D'Antuono, che tale contesto "presenta difficoltà per chi non è cliente BancoPosta e per chi non possiede o ha poca dimestichezza con computer e smartphone".

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Tasslehoff05 Novembre 2021, 10:55 #1
Questo è uno dei motivi per cui non è solo opportuno, ma è anche necessario che esistano identity providers veramente pubblici.
Qualcuno continua a sostenere che di fatto Poste lo è, spero che questa notizia li convinca del contrario perchè di fatto l'unico IdP pubblico oggi è Lepida.

In quanto IdP poi nulla vieta a Poste di "sbirciare" nei campi dell'asserzione SAML per raccogliere dati e proporre servizi di suo interesse agli utenti...
The_Hypersonic05 Novembre 2021, 11:01 #2
Credo che il costo sia stato introdotto per disincentivare le persone ad intasare gli sportelli degli uffici postali con richieste che potrebbero tranquillamente evadare in autonomia a casa.
Inoltre adesso lo SPID è richiesto anche per poter scaricare il Green Pass quindi approfittano dell'emergenza e fanno cassa.
Techie05 Novembre 2021, 11:07 #3
L’identificazione all’attivazione del servizio è gratuita per le seguenti modalità:
Bonifico

Questa non l'ho capita tanto bene.
alexbilly05 Novembre 2021, 11:14 #4
Originariamente inviato da: Techie
Questa non l'ho capita tanto bene.


Devi fare un bonifico di 1 euro a poste per confermare l'identità, e poi l'euro verrà restituito.
[OzZ]05 Novembre 2021, 11:15 #5
Molte cose sarebbe possibile farle anche con la carta d'identità elettronica. Il problema è che in molti non hanno conservato i codici pin e puk dati alla richiesta e consegna della carta, e quindi non possono utilizzarla. O per farlo devono rivolgere al comune per avere una copia dei codici. Quindi tanto vale attivare uno spid.
Ma se il problema è disincentivare l'uso degli sportelli, tutti i provider dovrebbero almeno prevedere delle app che semplifichino un po' alcune procedure, a volte non è proprio a portata di tutti comprendere come muoversi...
E potrebbero anche semplificare le procedure per il recupero pin e puk della CIE, sia per un uso diretto, che per richiedere uno spid.
PC_BUILDER05 Novembre 2021, 11:15 #6
Poste italiane sempre più ridicola, non solo si sono fatti fregare i conti bancari di chi possiede una postepay, adesso chiede i soldi per un servizio che era in precedenza gratuito, sfruttando il fatto di essere ormai richiesto in questo stato di emergenza sanitaria, questo è lucro... non vorrei scrivere cosa spero che gli accada, ma chi legge questo commento può benissimo dedurlo.
Svelgen05 Novembre 2021, 11:17 #7
È un mese che cerco di eliminarlo, e questi lo vogliono mettere a pagamento?
Ma chi se ne frega...con la CIE entri in qualunque servizio, quindi lo SPID non ha motivo di esistere.
ciriccio05 Novembre 2021, 11:22 #8
Io non ho capito bene cosa è pagamento e cosa no.
Chi non ha ancora lo spid ha modo di richiederlo senza pagare?
Chi lo ha ci sono casi in cui deve pagare?
[OzZ]05 Novembre 2021, 11:34 #9
ma con poste è possibile usare la cie usando l'nfc dello smartphone, o serve una fotocopia da inviare via raccomandata ar?

non l'ho mica capito... se si va sul sito dice che hai bisogno dei documenti e uno smartphone con nfc e posteid installato.
Ma abilitando la visualizzazione "accessibile" dice per l'attivazione con passaporto o carta d'identità digitali: "Per utilizzare la Carta Nazionale dei Servizi o la Carta d’Identità Elettronica attiva, collega il lettore o la chiavetta USB al tuo computer e clicca Avvia identificazione. "

https://www.youtube.com/watch?v=7nvxkixzW94

quindi basta uno smartphone con nfc, e non serve neanche il pin
omerook05 Novembre 2021, 12:01 #10
ma se uno ha già il CIE perche dovrebbe usarlo per attivare lo spid di poste e non usarlo direttamente per accedere ai portali della PA?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^