Nuovi prodotti per la sicurezza firmati Symantec

Nuovi prodotti per la sicurezza firmati Symantec

Symantec presenta Vulnerability Assessment 1.0 e Incident Manager 2.0, due prodotti in grado di aiutare gli amministratori di sistema nell'individuare vulnerabilità e risolvere problemi di protezione

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 18:21 nel canale Sicurezza
Symantec
 
Symantec Vulnerability Assessment 1.0 è la nuova soluzione di sicurezza di Symantec, che offre maggior controllo sulle infrastrutture di rete identificando e classificando le vulnerabilità per fornire suggerimenti completi sui possibili rimedi.

Vulnerability Assessment 1.0 riconosce sistemi e applicazioni vulnerabili all'interno di tutta l'azienda in modo più veloce e accurato rispetto ai singoli scanner basati su rete. Questa soluzione assegna una priorità alle vulnerabilità in termini di urgenza, classe d'impatto e rimedi, permettendo agli amministratori di concentrarsi sulle casistiche più urgenti.

All’interno della nuova versione del Symantec Vulnerability Assessment, inoltre, è stata integrata la tecnologia Symantec LiveUpdate per permettere il deployment automatico e veloce di nuovi moduli e aggiornamenti, aiutando i responsabili della sicurezza a identificare le vulnerabilità e i potenziali impatti, ed applicare contromisure e patch appropriati per neutralizzare i punti deboli dei rispettivi ambienti IT.

Symantec Vulnerability Assessment può essere, infine, combinato con la soluzione Symantec Incident Manager 2.0 per correlare gli attacchi alle vulnerabilità e ridurre i casi di falsi positivi dal momento che gli amministratori sono messi in grado di concentrarsi prontamente sui sistemi maggiormente suscettibili di attacco.

Incident Manager 2.0 correla gli eventi provenienti da diversi prodotti e tecnologie per la sicurezza - compresi antivirus, firewall e rilevatori di intrusione - per identificare gli incidenti in tempo reale e coordinare le reazioni necessarie lungo tutto il ciclo di vita dell'incidente.

Oltre alla correlazione automatica in tempo reale, la soluzione offre funzioni per l'analisi dell'impatto sul business attraverso un sofisticato engine dedicato capace di determinare le conseguenze di ciascun incidente sulle attività del cliente in termini di confidenzialità, integrità e disponibilità.

Gli utenti possono personalizzare il sistema con profili di rischio specifici per ciascuna area dell'attività, assicurandosi così analisi di impatto in linea con le rispettive esigenze individuali. L'engine di analisi del rischio determina, inoltre, quali incidenti rivestano carattere di urgenza presentando un elenco ordinato per priorità; la stessa priorità viene calcolata e aggiornata in tempo reale per riflettere lo stato attuale di ogni incidente e permettere allo staff IT di concentrare le risorse sulle casistiche più urgenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
davidon23 Maggio 2003, 19:52 #1
quanti programmi dedicati alla sicurezza

ma non sarebbe meglio avere un sistema operativo un po' più snello e ottimizzato per avere il livello di protezione medio necessario all'utenza desktop?
cryfish23 Maggio 2003, 21:36 #2
Qui non si parla certo di prodotti dedicati all'utenza desktop,
ma a complesse infrastrutture informatiche,dove il desktop è l'ultimo pezzo.
Max_it23 Maggio 2003, 23:43 #3

Sicurezza?

Teniamo comunque presente che la parte + insicura della catena informatica è sempre l'utente.
Ben vengano questi strumenti ma non facciamoci troppe illusioni.
Basta un cretino in buona fede per rovinare tutto...
mcHorney24 Maggio 2003, 23:12 #4
Io non penso la questione si riduca a cretino o meno.

La verità è che le aziende dovrebbero investire maggiori risorse nell' informatizzazione di base dei propri dipendenti, allora probabilmente certi inconvenienti legati a scarse competenza non si verificherebbero più.

Ciao; Mc

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^