Nasce l'Agenzia per la cybersicurezza nazionale per proteggere l'Italia dagli attacchi informatici

Nasce l'Agenzia per la cybersicurezza nazionale per proteggere l'Italia dagli attacchi informatici

Il Consiglio dei Ministri ha dato l'ok alla formazione della nuova Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN). Si parte con 300 dipendenti, ma si arriverà a 800 nei prossimi anni. Ecco gli obiettivi di questa nuova agenzia.

di pubblicata il , alle 11:31 nel canale Sicurezza
 

Nasce l'Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN). Ne dà notizia il sito del Governo. Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Draghi, ha approvato un decreto-legge che introduce disposizioni urgenti in materia di cybersicurezza, "definizione dell'architettura nazionale di cybersicurezza e istituzione dell'Agenzia per la cybersicurezza nazionale (ACN)".

L'Agenzia opererà sotto la responsabilità del Presidente del Consiglio dei ministri e dell'Autorità delegata per la sicurezza della Repubblica e in stretto raccordo con il Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica.

Tra i suoi compiti quello di esercitare le funzioni di Autorità nazionale in materia di cybersecurity, a tutela degli interessi nazionali e della resilienza dei servizi e delle funzioni essenziali dello Stato da minacce cibernetiche, ma soprattutto sviluppare capacità nazionali di prevenzione, monitoraggio, rilevamento e mitigazione, per far fronte agli incidenti di sicurezza informatica e agli attacchi informatici, anche attraverso il Computer Security Incident Response Team (CSIRT) italiano e l’avvio operativo del Centro di valutazione e certificazione nazionale. Insomma, far crescere un "ecosistema" di aziende italiane specializzate in cybersecurity.

L'Agenzia assumerà inoltre la funzione di interlocutore unico nazionale per i soggetti pubblici e privati, e si interfaccerà con il "Centro europeo di competenza per la cybersicurezza nell'ambito industriale, tecnologico e della ricerca" di recente istituzione, concorrendo ad aumentare l'autonomia strategica europea nel settore.

Come riportato da "il Sole 24 Ore", l'Agenzia partirà con un organico composto inizialmente da 300 dipendenti, con l'obiettivo di allargare i ranghi nei prossimi anni fino a 800 unità. L'esecutivo non ha ancora deciso chi dirigerà l'Agenzia, ma si fa il nome di Roberto Baldoni, ordinario di Sistemi distribuiti alla Facoltà di Ingegneria dell’Informazione della Sapienza e vice direttore del DIS (Dipartimento delle informazioni per la sicurezza), con delega alla cybersicurezza.

Recentemente il ministro per l'Innovazione tecnologica e la Transizione digitale, Vittorio Colao, ha affermato che "abbiamo il 93-95% dei server della Pubblica amministrazione non in condizioni di sicurezza". È quindi necessario un cambio di passo, in un mondo dove i dati sono diventati uno dei beni più preziosi e remunerativi.

23 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
jepessen12 Giugno 2021, 11:39 #1
Se gestiranno le risorse informatiche come per Italia.it sara' un successo...
Gringo [ITF]12 Giugno 2021, 12:37 #2
.... bando di concorso:

1) Essere Cugino Di

FINE

WELCOME TO ITALY !
io78bis12 Giugno 2021, 12:49 #3
Per il momento sono solo l'ennesimo organismo mangia soldi.

Vedremo quanto ci metteranno a mettere in sicurezza tutto ciò che è sensibile e magari insieme alla digitalizzazione delle PA razionalizzare i migliaia di server e applicativi sparsi nel IT Italiano
kamon12 Giugno 2021, 12:50 #4
*COMMENTO IRONICO ACIDO SU QUALSIASI COSA VENGA FATTA IN ITALIA #4*

..Bene, ho contribuito anch'io... Avanti il prossimo!
MisterFTTH12 Giugno 2021, 13:22 #5
Ecco subito pane per i loro denti

https://twitter.com/lastknight/stat...665707389366272
Therinai12 Giugno 2021, 13:45 #6
Per proteggere che cosa? Database che non vengono sfruttati? Siti web e app con funzioni limitate che già funzionano male di loro?
E in che modo si proteggono i dati e infrastrutture frammentate a qualsiasi livello? Ministeri ognuno fa a caziz suoi, le regioni e i comuni pure si gestiscono in autonomia e ognuno fa gare che vengono assegnate a vari operatori del settore, ognuno che lavora in modo indipendete e si gestisce una fetta della stessa torta come se il resto non esistesse.
Sarcasmo a parte che cosa bisogna proteggere???
yeppala12 Giugno 2021, 14:23 #7
Se si servono delle solite 4 società di "consulenza" che fanno gli stessi danni ovunque, siamo sempre lì...
Gringo [ITF]12 Giugno 2021, 15:54 #8
*COMMENTO IRONICO ACIDO SU QUALSIASI COSA VENGA FATTA IN ITALIA #4*
..Bene, ho contribuito anch'io... Avanti il prossimo!


Il problema è che in Italia non è che manchino "Agenzie" o "Enti" e per la sicurezza informatica ce ne stavano già un paio per la sicurezza e crimini informatici, non si chiamavano Cyber ma il loro lavoro lo facevano e anche bene.
Il vero problema è che quando ci stà da Posizionare Gente di Amicicici che devono fare qualcosa (Tipo il sito italiano rutellesco) rischiavano un lavoro normale, quindi magicamente si crea roba con Nome di Moda e Voila ..... Cyber...2077!

Prossimo Mese: (Ma..il fisco e la guardia di finanza ?)
Nasce l'Agenzia per la cripto moneta nazionale per proteggere l'Italia dallo scambio di denaro sommerso.
zappy12 Giugno 2021, 17:02 #9
sperem...
Axios200612 Giugno 2021, 17:17 #10
1) Sperpero di denaro pubblico senza risultati concreti.

2) Assunzione in massa di cugini, coniugi, amici e compari dei soliti noti.

3) Consulenze a iosa per integrare l'attivita'. Altri soldi sprecati.

4) Mega sede in affitto, pagata a peso di platino.

5) Finiranno hackerati a breve.

6) Al massimo beccheranno nonna Pina che, grazie al libro "Hacking For Dummies", tradotto in dialetto romagnolo, si era inserita nella cassetta email di Barbara D'Urso.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^