Mobile e sicurezza: è indispensabile proteggere tutti i dispositivi

Mobile e sicurezza: è indispensabile proteggere tutti i dispositivi

Tutti gli utenti PC sono consapevoli della necessità di proteggere al meglio i propri dispositivi, ma manca ancora questo tipo di percezione nel mondo dei dispositivi mobile come smartphone e tablet

di pubblicata il , alle 12:10 nel canale Sicurezza
IoT
 

Incontrando varie aziende impegnate nel settore dei dispositivi e dei servizi mobile uno dei temi di discussione più ricorrenti che è emerso è quello legato alla sicurezza dei dispositivi e dei dati in essi contenuti. Da anni si discute dell'importanza del mantenere protetti i propri PC e i device informatici, ma con sempre maggiore urgenza tale argomento deve essere spostato anche ai dispositivi mobile quali tablet e smartphone.

La percezione tipica dell'utente, soprattutto quello meno esperto, è che sia necessario proteggere con antivirus i propri PC ma che questo non sia richiesto al momento per i dispositivi mobile in quanto basati su differenti sistemi operativi. Ma chi segue le dinamiche del mondo mobile e in generale come l'industria si stia muovendo è a conoscenza del fatto che ogni dispositivo è potenzialmente oggetto di un attacco di sicurezza e che in generale non esista una soluzione che possa garantire protezione al 100%.

Da questo nasce la necessità di educare gli utenti, responsabilizzandoli verso l'implementazione di procedure di sicurezza nei propri dispositivi mobile attraverso l'installazione di software che proteggano i dispositivi.

Ma tutto questo non basta, esattamente come non è sufficiente installare un antivirus in un PC per renderlo immune da qualsiasi tipo di attacco o violazione. E' indispensabile anche intervenire sulla mentalità e sulla percezione degli utenti, che devono guardare alla loro presenza online con maggiore consapevolezza di quello che fanno e dei rischi ai quali vanno incontro.

Navigare in modo attento sui siti che vengono visitati, e ragionare su contenuto e richieste di email che riceviamo sulle nostre caselle di posta. Sono questi due comportamenti che, quando messi in atto consapevolmente, permettono di limitare in misura considerevole i rischi di un attacco che porti all'appropriazione indebita di dati, file e informazioni personali presenti nei nostri dispositivi. Poco importa che questi siano un PC, un tablet, uno smartphone: tutti sono potenzialmente a rischio. E la diffusione dei prodotti connessi, dai wearables a più in generale la galassia dei cosiddetti IOT o Internet of Things, non fa che rendere ancora più ampie e numericamente importanti le vie di accesso che sono a disposizione e che devono essere opportunamente presidiate dagli utenti.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Italia 123 Febbraio 2016, 12:23 #1
Beh, gia la maggior parte dei telefoni sono lenti e si bloccano una volta al giorno, metterci un'antivirus non farebbe altro che appesantirli ed abbassarne ancora l'autonomia. Per l'utilizzo medio (facebook, internet, ma soprattutto chiamate), è difficile beccare un qualunque virus
Unrealizer23 Febbraio 2016, 12:27 #2
Originariamente inviato da: Italia 1
Beh, gia la maggior parte dei telefoni sono lenti e si bloccano una volta al giorno, metterci un'antivirus non farebbe altro che appesantirli ed abbassarne ancora l'autonomia. Per l'utilizzo medio (facebook, internet, ma soprattutto chiamate), è difficile beccare un qualunque virus


Esistono anche sistemi più veloci e sicuri, in cui un antivirus non solo non sarebbe un problema, ma non sarebbe proprio necessario
Axios200623 Febbraio 2016, 13:53 #3
Basta un sito con malware insito in una pubblicita' e "welcome to the hell"....
battilei23 Febbraio 2016, 14:03 #4
Originariamente inviato da: Italia 1
Beh, gia la maggior parte dei telefoni sono lenti e si bloccano una volta al giorno, metterci un'antivirus non farebbe altro che appesantirli ed abbassarne ancora l'autonomia. Per l'utilizzo medio (facebook, internet, ma soprattutto chiamate), è difficile beccare un qualunque virus

Ho un telefono Nokia 8310 velocissimo, non si blocca mai, senza virus nè antivirus.

Ah ma forse non intendevi dire "telefono", ma "piccolo palmare con schermo striminzito e colorato, con funzioni di telefonia"
Italia 123 Febbraio 2016, 19:56 #5
Eh, quelli mica si bloccano... Si, intendevo quei cosi colorati pieni di scritte, con 100mila core, 100 giga di memoria, 30 secondi di autonomia e 50 bande di connessione che non riescono a gestire in contemporanea
DarkmanDestroyer23 Febbraio 2016, 20:03 #6
la "maggior parte dei telefoni" o meglio speudo smartphone che girano oggi sul mercato (quelli definiti lenti e che si bloccano) non sono altro che i rimasugli di magazzino degli anni passati "riciclati" a basso prezzo. 2 anni fa il *** g*** next turbo (non cito il produttore) sembrava sulla carta un mostro, e sempre su carta costava 129€. tempo 1 mese e un sasso correva più veloce, e l'uso medio era accenderlo e spegnerlo.

"uso medio"...
togli facebook e togli il 48% di possibilità di prenderti qualcosa
evita di sbavare sui siti porci e togli un altro 48%
il restante 4% è dato da altri innumerevoli fattori, tra cui l'ignoranza, le truffe, l'nsa
se l'utente medio dello smartphone sapesse usarlo mediamente come asserisce di saper fare, non prenderebbe granchè come virus, se sfortunato forse uno ogni 5-10 anni.

i problemi di sicurezza oggigiorno sono dati da problemi di software + o - voluti. citerei come mio solito una massima di un film, ma ormai sta diventando trita...
"software di M" [cit]

ComputArte24 Febbraio 2016, 07:33 #7

Sicurezza e smartphone...

....come voler tappare i buchi di un colabrodo con 3 spilli! : sofico

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^