Microsoft fornirà ai governi informazioni sulla sicurezza

Microsoft fornirà ai governi informazioni sulla sicurezza

Microsoft ha presentato un progetto che prevede la collaborazione con le istituzioni pubbliche

di pubblicata il , alle 17:37 nel canale Sicurezza
Microsoft
 
Microsoft ha presentato un progetto che prevede la collaborazione con le istituzioni pubbliche, in base a tale iniziativa i governi aderenti avranno a disposizione informazioni dettagliate ed aggiornatissime in merito a nuovi virus o altri problemi di sicurezza informatica.

Il Government Security Program prevede una sorta di "filo diretto" tra le istituzioni e Microsoft, in tal modo i vari governi potranno mettere in atto le migliori strategie per proteggere le proprie reti e le proprie istituzioni.

Da più parti il buonismo di Microsoft viene messo in discussione e si fa notare che il tentativo di "fidelizzazione" (l'adesione al programma è gratuita!) vuole contrastare il crescente fenomeno di migrazione delle reti governative verso soluzione open source.

Fonte: Arstechnica.com

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

17 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gerasimone03 Febbraio 2005, 17:41 #1
se non ricordo male, qualche tempo fa il governo belga è passato a linux... vero?
Paolo-8203 Febbraio 2005, 17:49 #2
Io sapevo di quello francese.
sirus03 Febbraio 2005, 18:29 #3
io invece sapevo anche di quello tedesco (suse), oltre che di quello francese (mandrake) e di quello belga (suse o redhat, non ricordo)
ma la stessa MS sta rilasciando i suoi sorgenti a tanti stati per controbattere il crescente fenome OpenSource
Max_it03 Febbraio 2005, 18:58 #4
Sbaglio o Ebay ha abbandonato Passport per problemi di sicurezza?
Con quale faccia si presenta Microsoft per insegnare a proteggere le reti quando non è nemmeno in grado di proteggere la propria?
Cimmo03 Febbraio 2005, 19:15 #5
E l'Italia non si sveglia e risparmia dindi buttandosi nell'open source?
DioBrando03 Febbraio 2005, 19:20 #6
l'iscrizione al programma è gratuita...


...sn le licenze che costano e anche salate...




cmq concordo per la 2a ipotesi, diversi governi hanno annunciato il passaggio all'OSS ( che non vuol dire gratuito, o cmq n sempre, ma che consente in genere di risparmiare qlc sia sulle licenze e di avere soprattutto molta + flessibilità in prospettiva futura) e MS cerca in qlc modo di correre ai ripari; ne sn una testimonianza IMHO le varie campagne/FUD a proposito di Sicurezza/FF recenti.

Cmq un coordinamento mondiale sulla prevenzione nella diffusione di virii/worms, considerato che molti siti governativi sn a rischio è molto importante e apprezzabile come idea.
Il problema è che ness1 fà niente per niente e io almeno la vedo + come mossa commerciale:
Magari mi sbaglio...
DioBrando03 Febbraio 2005, 19:22 #7
Originariamente inviato da Max_it
Sbaglio o Ebay ha abbandonato Passport per problemi di sicurezza?
Con quale faccia si presenta Microsoft per insegnare a proteggere le reti quando non è nemmeno in grado di proteggere la propria?


Non solo per la questione della sicurezza.

Ma anche perchè Ebay ha la forza finanziaria per creare delle soluzioni in casa, il che significa
1) svincolarsi dal legame unilaterale con MS
2) poter poi creare delle tecnologie rivendibili ad altre società ( creando del valore aggiunto senza intervento di aziende terze)
Cemb03 Febbraio 2005, 19:34 #8
Ma fra l'altro: windows è pressochè l'unica piattaforma colpita da virus... le altre piattaforme al massimo subiscono attacchi di altro tipo.
Che cosa mi interessa di sapere le informazioni sugli ultimi virus se tanto ne sono immune? Byez!
zuLunis03 Febbraio 2005, 19:46 #9
il primo passo di Microsoft per acquisire anche potere politico.. -_-
DioBrando03 Febbraio 2005, 19:51 #10
Originariamente inviato da Cemb
Ma fra l'altro: windows è pressochè l'unica piattaforma colpita da virus... le altre piattaforme al massimo subiscono attacchi di altro tipo.
Che cosa mi interessa di sapere le informazioni sugli ultimi virus se tanto ne sono immune? Byez!


perchè i problemi di sicurezza n riguardano solo i virus ma è un argomento molto + ampio e la news, giustamente, lo cita nell'accordo.

L'idea è buona e un coordinamento internazionale, ripeto, sarebbe auspicabile.
Quello che n mi piace è che invece di essere una società terza coinvolta solo nell'ambito della sicurezza a promuovere e immagino gestire i rapporti con gli Stati sia anche l'azienda dominante nell'ambito del SW X86 ed è questo che mi fà pensare ci sia "puzza di bruciato" e dietro l'idea nobile si nasconda ben altro.


La prevenzione agli attacchi e il coordinamento dovrebbero prescindere dalla specifica piattaforma almeno a livello organizzativo, per essere vincenti e "positivi".
IMHO ovviamente...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^