Microchip sottopelle per i dipendenti: succede in USA, fra entusiasmi e timori

Microchip sottopelle per i dipendenti: succede in USA, fra entusiasmi e timori

Un'azienda USA ha proposto l'installazione di un chip sottopelle ai propri dipendenti, raccogliendo entusiasmo e diffidenza quasi in egual misura. Ecco la storia, per capire a cosa serve questo microchip e quali siano le implicazioni per il futuro.

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 11:41 nel canale Sicurezza
 

Diciamolo subito: la prospettiva di farsi installare dall'azienda un microchip sotto pelle non crediamo piaccia a nessuno così a istinto, poiché vengono subito alla mente scenari di controllo e privacy violata come ne abbiamo visti tanti in film, serie TV e libri di fantascienza. O meglio, quello che la fantasia ha partorito in passato, oggi si può parlare semplicemente di scienza, anche se occorre parlare con maggior approfondimento di quello che sta succedendo in questi giorni presso la Three Square Market (chiamata anche 32M) in Wisconsin, USA.

L'azienda ha proposto ai propri dipendenti la possibilità di farsi installare un piccolissimo chip RFID sottopelle, fra pollice e indice (le dimensioni sono quelle di un chicco di riso basmati, quello lungo), con lo scopo di semplificare alcune azioni svolte quotidianamente fra le mura dell'azienda. L'azienda ovviamente si fa carico del costo, circa 300 Dollari, per tutti coloro i quali abbiano scelto di accettare quello che sembra un progetto destinato ad essere ripetuto sempre più spesso in futuro.

Cosa fa questo "benedetto" chip? Può essere usato per aprire porte, registrare presenze, fare acquisti ai distributori automatici e sbloccare smartphone e PC grazie alla connettività NFC semplicemente alzando una mano verso l'apposito lettore, facendo quindi le veci di chiavi più o meno elettroniche e carta di credito. L'azienda ha tenuto a sottolineare come il chip non disponga di modulo GPS, quindi nessun tracciamento di nessun tipo per i dipendenti, molti dei quali hanno quindi accettato dopo una prima, comprensibile, diffidenza.

La percentuale di chi ha accettato è stata ben superiore alle attese, oltre 50 persone su 85, come riferito da Sciencealert. Il pragmatismo e la praticità tipicamente USA quindi sembra aver vinto sulla diffidenza, almeno in questo caso in cui l'azienda ha salvaguardato la privacy almeno per come è comunemente intesa. Già, poiché il non essere tracciati via GPS è solo uno degli aspetti, come sottolineato da alcuni rappresentanti dei lavoratori. Si è infatti sollevata la critica di poter raccogliere dati e statistiche sull'utilizzo del chip per le funzioni preposte, sebbene l'allarme ci sembri, in questo caso, eccessivo.

Tutto però può cambiare se si ipotizza un utilizzo di questi chip con funzionalità aggiuntive in un futuro prossimo, magari in aziende con decine di migliaia di dipendenti. Il chip proposto ai propri dipendenti dalla 32M ci sembra tutto sommato innocuo e per certi versi pratico, ma sarà sempre così?

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

47 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
biffuz25 Luglio 2017, 11:56 #1
Capisco se avesse funzioni veramente utili, come il controllo dello stato di salute, ma solo per pagare le bibite?!?
D'accordo che è assolutamente innocuo, ma insomma...
Cfranco25 Luglio 2017, 12:02 #2
Praticamente viene usato come badge e chiavetta per il caffè
E non rischi di perderlo
six00725 Luglio 2017, 12:05 #3
un normale leggerissimo braccialetto elettronico non andava bene? un anello? no eh...
onka25 Luglio 2017, 12:06 #4
è come quello dei cani, al mio era uscito da solo dalla pelle...a me spaventa più il dolore e le implicazioni mediche della privacy!
Doraneko25 Luglio 2017, 12:08 #5
Originariamente inviato da: Cfranco
Praticamente viene usato come badge e chiavetta per il caffè
E non rischi di perderlo


Di badge e chiavette del caffè ne puoi perdere decine e decine prima che diventi conveniente spendere 300$ per il chip.
Comunque volendo ci sono anelli che fanno la stessa funzione e costano tipo 20€.
Doraneko25 Luglio 2017, 12:10 #6
Originariamente inviato da: biffuz
Capisco se avesse funzioni veramente utili, come il controllo dello stato di salute, ma solo per pagare le bibite?!?
D'accordo che è assolutamente innocuo, ma insomma...


E' brutto che lo scriva proprio su un sito come questo ma...è una cosa da nerd. Utilità molto bassa ma siccome è una novità fà figo.
nonifede25 Luglio 2017, 12:21 #7
c'è dell'altro dietro all'impiantare un chip sottocutaneo...
Gio2225 Luglio 2017, 12:42 #8
quindi i complottisti,tanto presi in giro dall'utenza "media" di hwu ,avevano ragione.
fabryx7325 Luglio 2017, 12:44 #9
Dovrebbero metterlo a tutti i dipendenti statali comunali provinciali d'Italia.....
Almeno inizierebbero a lavorare finalmente...
Sti porci
Totix9225 Luglio 2017, 12:49 #10
Ma nemmeno se mi pagassero mi farei mettere sto coso
Originariamente inviato da: nonifede
c'è dell'altro dietro all'impiantare un chip sottocutaneo...


esatto

Originariamente inviato da: Gio22
quindi i complottisti,tanto presi in giro dall'utenza "media" di hwu ,avevano ragione.


avevano ragione eccome

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^