Lo spamming cresce: 85% del traffico email spazzatura

Lo spamming cresce: 85% del traffico email  spazzatura

Secondo un recente rapporto di F-Secure l'85% del traffico email sarebbe riconducibile a spam, ovvero email spazzatura.

di pubblicata il , alle 17:10 nel canale Sicurezza
 
Secondo un recente rapporto di F-Secure l'85% del traffico email sarebbe riconducibile a spam, ovvero email spazzatura.

Su questo fronte sono in atto iniziativa che vedono impegnati nomi di primo piano nel panorama delle soluzioni software, ma allo stato attuale non ancora disponibile una soluzione veramente efficace al problema.

Sempre secondo F-Secure sono diminuiti gli attacchi sferrati attraverso virus informatici, sono per cresciuti in numero i dati relativi alla diffusione di worm e trojan attraverso email e link malevoli a siti web.

Le preoccupazioni per il futuro, oltre alla crescita dei fenomeni ad oggi noti, sono nei confronti dei dispositivi mobile.
Negli ultimi tempi sono infatti comparsi i primi virus e trojan indirizzati a smartphone ed in futuro anche le comunicazioni Bluetooth o i messaggi MMS dovranno essere debitamente controllati.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta pi interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

42 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
aLLaNoN8113 Luglio 2005, 17:23 #1

di male in peggio...

Ero rimasto fermo al 70% io... a quanto vedo gli spammer si danno da fare e i polli che cascano nelle loro trappole sono sempre di più
sirus13 Luglio 2005, 17:28 #2

...

no problem, impostati i filtri antispam sia sulla casella di posta che sul programma di ricezione mail (quando la scarico dato che solitamente uso la WebMail)

quindi lo spam proprio non mi tocca credo che se gli utonti si difendessero un po' dal fenomeno ci sarebbero meno polli a cascare nella pubblicità fatto dallo spam
Genesio13 Luglio 2005, 17:29 #3
Se venissero perseguiti debitamente gli spammers ciò non accadrebbe.

Capisco sia difficile prendersela con uno spammer del guatemala nascosto in un bunker, ma molta posta spazzatura è anche italiana quindi non vedo perchè non debbano essere rintracciati i responsabili. non parlo solo di worm & co., ma anche di semplice pubblicità.

Comunque con thunderbird il grosso del problema l'ho risolto.
barabba7313 Luglio 2005, 17:30 #4
Beh...non è solo questioni di polli o utonti, c'è proprio un atteggiamneto poco pulito di chi vende i dati... non viene fatta rispettare la legge che regolamenta la gestione dei dati personali...il settore virtuale (e-mail) mi sembra veramente gestito in modo garibaldino, sotto questo punto di vista....
beh, non che telecom faccia di meglio...sono 3 anni che ho il telefono fisso e sono 3 anni che chiedo di non comparire sull'elenco, e sono 3 anni che ci finisco dentro.....
Muscy_8713 Luglio 2005, 18:15 #5
secondo me, il problema non è tanto che programmi antispam usiamo, ma piuttosto tutta la mole di dati che gira inutilmente e intasa i server.
Pistolpete13 Luglio 2005, 18:30 #6
Ma io sono l'unico che non riceve spam?
L'unica differenza che c'è nel mio uso quotidiano del pc rispetto a chi invece è vittima dello spam è l'uso dei cookies: io li blocco di default e imposto manualmente quelli che possono salvarsi sul mio pc.
Sarà questa la chiave del mio successo?

MISTERO

Spidernik8413 Luglio 2005, 18:38 #7
Originariamente inviato da: Muscy_87]secondo me, il problema non è
Esatto, è QUESTO il problema. So anch'io che i filtri antispam vanno bene, ma è proprio questo il controsenso: chi me lo fa fare di scaricare dati sul mio pc per filtrarli in locale? Andrebbero estirpati alla fonte, non lasciati liberi di giungere al destinatario.
Altro problema sono i falsi positivi: gli spammer continuano a fregare gli algoritmi, i quali devono esser resi più potenti e "intransigenti" nel controllo, così la soglia si abbassa e le email "sane" vengono cacciate nella cartella spam. Se ricevo 100 mail al giorno di cui so [U]di per certo[/U] che il 95% è spam chi me lo fa fare di controllare che il filtro non abbia sbagliato?
Mi fa poi sorridere questo estratto della news:
[QUOTE]Su questo fronte sono in atto iniziativa che vedono impegnati nomi di primo piano nel panorama delle soluzioni software, ma allo stato attuale non è ancora disponibile una soluzione veramente efficace al problema.

Mi sa tanto di magna mangna...sarà la sindrome dell'industria farmaceutica?( una ditta produce virus per poi commercializzare la cura? Stessa cosa del binomio virus-antivirus in ambito informatico, guardacaso).
Giovannino13 Luglio 2005, 18:59 #8
Ci sono 3 cose che non sopporto:

spam via email
telefonate spam a casa la sera
fax spam in ditta (che mi consumano inchiostro carta e mi impegnano la linea telefonica)

Per principio se ho bisogno di qualcosa la cerco, chi mi fa questo tipo di spam di certo sarà vita natural durante nella mia lista nera di fornitori da non contattare mai.

Certo che finché c'è gente che clicka sul link dell'email spazzatura...
Quanto vorrei ci fossero anche qua le leggi americane antispam...

Ciaba13 Luglio 2005, 19:12 #9
...ci mangiano un sacco di persone dai diciamolo e facciamo la finita con le ipocrisie...Ci sono siti che vendono i dati dei propri utenti, negozi online che vendono dati dei propri acquirenti e via così...chiaro che poi i server nn filtrino un emerito cazz@, fanno parte della famiglia e tutto fa brodo. Oltre a questo schifosissimo aspetto c'è quello della nn cura e controllo dei provider che potrebbero fare un lavoro di ricerca a monte invece di permettere alla monnezza di arrivare all'utente. Es...ho un indirizzo di posta vecchio con tin.it che ho disdetto ormai anni fa perché era mira degli spammer....pochi giorni fa per curiosità ho provato a riaprirlo e TATAAAAAAAAAAA!!! nn solo nn l'hanno disabilitato(come gli avevo suggerito), ma continua a ricevere quintalate di frattaglie varie
Il traffico inutile è una peste che pagano tutti, e la rete sarebbe molto più agile e snella senza...manca la volontà nn i software.
Mister2413 Luglio 2005, 19:13 #10
Io uso thunderbird che filtra lo spam, ma era un po' di tempo che non ne ricevevo troppo (1 mail ogni 2 - 3 giorni) , ultimamente invece c'è stata un'invasione, più di 5 mail al giorno di spam.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^