La Commissione Europea riceve la documentazione di Microsoft

La Commissione Europea riceve la documentazione di Microsoft

Il colosso di Redmond consegna la documentazione tecnica revisionata per l'interoperabilità con prodotti di terze parti, richiesta dalla Commissione Europea già nel corso del 2004

di pubblicata il , alle 11:43 nel canale Sicurezza
Microsoft
 

Microsoft ha consegnato nella giornata di ieri la documentazione revisionata in materia di interoperabilità richiesta dalla Commissione Europea all'interno dell'indagine dell'antitrust avviata nel corso del 2004.

Nel corso dell'indagine, infatti, fu richiesto a Microsoft di produrre una documentazione chiara e precisa di tutti i requisiti tecnici necessari affinché terze parti fossero in grado di realizzare prodotti compatibili e interoperabili con le soluzioni server del colosso di Redmond. Microsoft ricorse in appello, ma perse il ricorso nel dicembre del 2004. A seguito di ciò Microsoft non ha rispettato una serie di scadenze per la consegna delle informazioni, atteggiamento che le causò, nello scorso mese di Luglio, una sanzione per 280 milioni di Euro.

Microsoft ha ora consegnato una relazione di ben 8500 pagine che sarà ora analizzata dalla Commissione Europea, la quale deciderà se il colosso di Redmond ha assecondato gli obblighi imposti per la realizzazione di una documentazione adeguata.

Microsoft ha dichiarato: "Si tratta di un importante traguardo. Microsoft ha completato la revisione tecnica della documentazione inviata nel corso del mese di luglio, modificando più di 100 documenti, per un totale di 8500 pagine".

Il colosso di Redmond ha poi confermato l'intenzione di voler continuare a lavorare a stretto contatto con la Commissione per assicurare una piena rispondenza alle richieste. La revisione della documentazione ha conivolto più di 300 ingegneri e redattori tecnici. "La documentazione è ora disponibile per qualunque potenziale licenziatario e attendiamo di ricevere una risposta da parte dell'industria", conclude il comunicato.

Sempre nella giornata di ieri Microsoft ha inoltre ricevuto il via libera da parte dell'antitrust Statunitense per quanto riguarda il nuovo sistema operativo Windows Vista e il browser Internet Explorer 7. Anche in questo caso fu richiesto a Microsoft di produrre una serie di norme che aiutassero gli sviluppatori di terze parti nella produzione di software e soluzioni per il nuovo sistema operativo. La commissione antitrust USA ha quindi deliberato che i nuovi prodotti di Microsoft sono in linea con quanto richiesto.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Uriziel24 Novembre 2006, 11:49 #1
perche non riesco a convincermi che sia tutto cosi bello?
RiccardoOstia24 Novembre 2006, 11:57 #2

perche

siamo cresciuti tutti con l'idea MICROSOF = Uomo Nero..
Uriziel24 Novembre 2006, 12:00 #3
Originariamente inviato da: RiccardoOstia
siamo cresciuti tutti con l'idea MICROSOF = Uomo Nero..

beh..non so se era nero...cmq era( e rimane) monopolista assoluto di uno dei mercati chiave del nuovo millennio.
black-m0124 Novembre 2006, 12:01 #4
Ridicolo.

Protocolli, formati, tutto è documentato all'interno di un'azienda, prima ancora di implementare il software.

L'unico scopo dell'offuscamento di questa carta da parte della MicroSoft è quello di impedire ogni possibile interoperabilità verso l'esterno. Quando la stessa multinazionale con sede statunitense prende a piene mani da progetti ed aziende esterne, senza tornare nulla.

Ancora una volta, il mostrare altra carta straccia esattamente l'ultimo giorno possibile per un'azienda equivale all'atteggiarsi a bullo con la "maestra", e mostrarsi in collaborazione agli occhi di consumatori (vi è una grande differenza da "utenti", ed azionisti.

Ed, ovviamente, per impedire l'accesso ad ogni possibile informazione utilizzabile al fine di scrivere qualcosa che renda utile un file, un protocollo utilizzato da un sistema operativo dell'azienda, il tutto è stato messo dietro una licenza che toglie ogni diritto a chi lo usa, libertà al primo posto, e dunque possibilità di inserimento all'interno di un qualunque progetto Libero.
danyroma8024 Novembre 2006, 12:13 #5
mancano le directx!
Fx24 Novembre 2006, 12:25 #6
io ho un'idea diversa

i discorsi come "windows xp senza media player" hanno a che fare più con l'inadeguatezza dei concorrenti che con la posizione predominante di MS... così come il discorso della documentazione (sacrosanta eh non fraintendiamo): mi sembra che - ad esempio - mozilla abbia realizzato un firefox nonostante non avesse questa importantissima e necessaria documentazione... come ancora il caso mcafee e norton, che fanno pressione sulla commissione europea perchè vengano tolte le funzionalità di sicurezza di vista: ma vacca boia, ma imparassero a scrivere un antivirus decente e imparassero a farlo senza andare a rugare il kernel come fanno gli altri (che per inciso fanno prodotti decisamente migliori)...

insomma, io vedo un grande piattume... poi mi si dica quel che volete, ma questi discorsi mi ricordano un po' quando a un videogioco di corse sfidi l'amico e questo ti dice che la tua andava di più di provare un po' scambiandosi i pad

MS è forte, non ci sono cazzi. gli altri però al posto che andare a piangere dalla commissione europea lavorassero per fare prodotti migliori. e se non hanno la forza di farlo da soli, lo facessero assieme. questa è concorrenza...
bist24 Novembre 2006, 12:25 #7
Originariamente inviato da: danyroma80
mancano le directx!

Eh?
dsajbASSAEdsjfnsdlffd24 Novembre 2006, 12:35 #8
han fatto solamente quello che gli conveniva fare, se non fosse per il fatto che altrimenti rischiavano di compromettersi il mercato europeo e molti parthner con brand cmq "pesanti"( ad esempio quello slime che si trova nelle scatole gialle col vecchietto stampato davanti), avrebbero benissimo potuto rifiutare le richieste: sarebbe stato nel loro pieno diritto.
Se mi fossi trovato nella situazione di MS e se non fosse per i due importanti punti elencati sopra, io avrei fatto cosi.
ma alla fine ai propri stessi interessi ci si deve piegare per forza, e questa è l'unica cosa che può costringere MS a fare o non fare qualcosa.

cmq, meglio cosi
WarDuck24 Novembre 2006, 12:54 #9
Si ma è importante sempre ricordare imho che Microsoft è diventata monopolista mica per sbaglio o per carità divina... all'epoca (e secondo me anche ora che le cose sono peggiorate notevolmente, perché nonostante la volontà di alcuni, il potere di MS è infinitamente superiore) nessuno era in grado di fornire una soluzione migliore di quella di MS per la distribuzione in massa dei PC.

Quello che voglio dire è che nessuno si è opposto sin dall'inizio a MS, probabilmente perché nn c'hanno creduto, o hanno voluto snobbare (o nn si sono resi conto) le possibilità che venivano offerte da un mercato emergente, o semplicemente perché c'erano aziende a cui nn interessava.

Se Microsoft è nella posizione in cui si trova è anche colpa di chi nn ha saputo affrontarla.
permaloso24 Novembre 2006, 12:57 #10
stavolta microsoft la ha fatta grossa... 8500 pagine per i burocrati europei abituati a tomi di dimensioni cartacee ben più imponenti non rappresentano un ostacolo temporale così lungo..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^