Kaspersky pronta ad aprire il suo codice sorgente al governo statunitense

Kaspersky pronta ad aprire il suo codice sorgente al governo statunitense

Il Congresso americano dovrà decidere se vietare l'utilizzo dei prodotti Kaspersky e il fondatore e amministratore delegato dell'azienda afferma di essere pronto ad aprire il suo codice sorgente per mostrare le sue buone intenzioni.

di pubblicata il , alle 13:01 nel canale Sicurezza
Kaspersky
 

Evgenij Kaspersky, fondatore dell'omonima azienda che si occupa di sicurezza informatica, sarebbe disposto ad aprire il codice sorgente del suo software per non perdere il contratto che ha con il governo statunitense. Questo è quanto l'imprenditore ha dichiarato ad Associated Press, dopo che alcuni membri del Congresso hanno ricevuto indicazioni circa legami di Kaspersky Labs con il governo russo.

Nel corso degli anni molte ipotesi di collegamenti tra Kaspersky, che ha frequentato una scuola sponsorizzata dal KGB, e il governo russo e il suo apparato di spionaggio sono state avanzate, ma nessuna di esse ha mai portato prove inconfutabili in suo sostegno. Alcuni ufficiali di alto grado dei servizi di intelligence americani avrebbero però deciso di dare credito a queste teorie, consigliando al Congresso di impedire l'adozione del software Kaspersky sui computer governativi.

Kaspersky ha ribadito che non ha alcun legame con lo spionaggio di Stato russo e che è pronto a spostare parte delle attività di ricerca negli Stati Uniti per mostrare il suo interesse a rimanere neutrale, aggiungendo inoltre che è altamente improbabile che sia possibile inserire delle talpe all'interno dell'azienda: per via della sua struttura interna, infatti, sarebbe necessario posizionare decine di persone in punti chiave dell'azienda per ottenere dei risultati.

Kaspersky è stata tra le prime aziende a fornire resoconti completi e dettagliati dell'attività di Petya/ExPetr ed è da sempre attiva nel contrastare l'uso con cattive intenzioni degli strumenti tecnologici. Non è detto che la sua storia abbia un peso nella decisione che il Congresso statunitense dovrà prendere, soprattutto poiché la preoccupazione sembra essere più per il futuro che per il passato.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Sandro kensan04 Luglio 2017, 13:44 #1
Ma (se non lo fa già perché il governo italiano o russo o cinese o vietnamita non obbliga allo stesso modo Microsoft ad aprire il codice sorgente visto che i legami con il governo USA sono sotto gli occhi di tutti?

Fake news, come al solito.
Bongio204 Luglio 2017, 14:46 #2
Complimenti per la scelta del paragone, denota maturità come l'ultima frase piazzata li senza un senso...

Ms sono anni che autonomamente ha deciso di aprire i sorgenti dei suoi software ad enti governativi, ha anche una divisione che si occupa di aiutare i programmatori dei vari enti a risolvere eventuali incompatibilità con i sistemi governativi preesistenti...
emiliano8404 Luglio 2017, 16:05 #3
Originariamente inviato da: Bongio2
Complimenti per la scelta del paragone, denota maturità come l'ultima frase piazzata li senza un senso...

Ms sono anni che autonomamente ha deciso di aprire i sorgenti dei suoi software ad enti governativi, ha anche una divisione che si occupa di aiutare i programmatori dei vari enti a risolvere eventuali incompatibilità con i sistemi governativi preesistenti...


quoto
Gio2204 Luglio 2017, 20:41 #4
Gli stati uniti sono ormai in uno stato di paranoia antirussa,indotta ad hoc da gruppi di potere che hanno deciso di andare allo scontro con la Russia e la Cina.
Sandro kensan04 Luglio 2017, 22:56 #5
Originariamente inviato da: Gio22
Gli stati uniti sono ormai in uno stato di paranoia antirussa,indotta ad hoc da gruppi di potere che hanno deciso di andare allo scontro con la Russia e la Cina.


Insieme alla paranoia fanno economia sia attraverso i giornali che pubblicano le loro paranoie e sia bloccando o mettendo a freno lo sviluppo delle aziende concorrenti a quelle a stelle e strisce. Guai invece a fare il contrario ovvero bloccare MS o altre aziende USA.
Zenida05 Luglio 2017, 19:25 #6
Io sono un fautore del codice libero in ogni sua forma, ma temo che per un software di sicurezza informatica sia l'antitesi.
Per le minacce obsolete o più banali magari il "muro" funziona lo stesso.
Ma se voglio sviluppare una nuova minaccia per superare le barriere di protezione, la prima cosa che faccio è scovare una falla nel codice di Kaspersky (nulla è inviolabile, neppure uno dei migliori software antivirus)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^