Google sta lavorando per portare il supporto all'identità digitale su Android

Google sta lavorando per portare il supporto all'identità digitale su Android

Addio al portafoglio? L'intenzione di Google in un prossimo futuro è proprio questa e servirà soltanto uno smartphone Android nel quale troveremo la nostra identità digitale. Il problema da risolvere riguarderà la sicurezza.

di pubblicata il , alle 11:21 nel canale Sicurezza
Google
 

L'NFC sui nostri smartphone ha iniziato a cambiare le cose nel mondo dei pagamenti; grazie a Google Pay e Apple Pay infatti è possibile portare sempre con se i propri soldi e pagare tramite queste applicazioni come se il nostro telefono fosse una normale carta. Possiamo quindi dimenticare il nostro portafoglio a casa? Ancora no, abbiamo sempre bisogno dei documenti a portata di mano perchè non sono ancora stati digitalizzati.

Esistono già delle app a cui diamo le nostre informazioni ma non sono comunque riconosciute come veri documenti d'identità. Un altro svantaggio di queste app è che, con il telefono scarico, non possiamo più accedere ai nostri dati.

Google vuole fornire un'alternativa a questo; l'azienda sta infatti lavorando ad una struttura di "IdentityCredential" sui dispositivi Android che permetta di racchiudere tutte le nostre informazioni sul nostro smartphone (carta d'identità, patente, ecc.). Ciò che renderà questa applicazione diversa da quelle già esistenti sarà la gestione della nostra identità digitale, affidata ad un hardware realizzato appositamente. Questo nuovo componente permetterà di accedere ai nostri dati anche da telefono scarico, senza causarci problemi nelle varie situazioni in cui è richiesto avere dei documenti con se. 

Il problema principale di questa nuova "IdentityCredential" sarà la sicurezza, Google dovrà essere in grado di soddisfare gli standard ISO necessari per la protezione di ID come questo in formato digitale; le API dovranno anche riuscire a supportare l'invio di credenziali in modo sicuro tramite NFC.

Google punta a sviluppare questo nuovo sistema non per la prossima release di Android, ossia Android Q, ma per quella dopo che vedremo nel 2020. Prima di allora saremo ancora costretti ad andare in giro con il portafoglio.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
martelcris08 Marzo 2019, 11:43 #1
E se sei senza batteria o lo smartphone è rotto i tuoi documenti dove stanno ?
Immagino poi con la burocrazia italiana... vedi PEC ancora non accettata sempre.
emiliano8408 Marzo 2019, 11:59 #2
BRRRRR
polkaris08 Marzo 2019, 12:29 #3
Potrei capiere se l'identità fosse integrata nell'orologio, ma il cell dovrebbe essere un diritto non doverselo portare sempre dietro.
Bazzu08 Marzo 2019, 14:18 #4
Originariamente inviato da: martelcris
E se sei senza batteria o lo smartphone è rotto i tuoi documenti dove stanno ?
Immagino poi con la burocrazia italiana... vedi PEC ancora non accettata sempre.


"Ciò che renderà questa applicazione diversa da quelle già esistenti sarà la gestione della nostra identità digitale, affidata ad un hardware realizzato appositamente. Questo nuovo componente permetterà di accedere ai nostri dati anche da telefono scarico, senza causarci problemi nelle varie situazioni in cui è richiesto avere dei documenti con se. "

dai non è neanche un articolo troppo lungo..

poi per la burocrazia posso anche essere d'accordo..
Axios200608 Marzo 2019, 18:30 #5
Una piattaforma di identita' digitale sarebbe stata meglio su smartphone Microsoft!

Ah... un momento... MS ha dismesso Windows Phone...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^