G DATA: il malware non accenna a diminuire

G DATA: il malware non accenna a diminuire

Secondo la nota software house tedesca, la diffusione del malware non ha subito alcun calo nel corso del mese di agosto e la situazione è destinata a peggiorare nei mesi a venire

di pubblicata il , alle 16:49 nel canale Sicurezza
 

G DATA, software house tedesca nota al pubblico per le proprie soluzioni dedicate alla sicurezza, ha rilasciato alcuni interessanti dettagli riguardo la diffusione del malware nel corso del mese di agosto: 100.000 i nuovi software maligni individuati in tutto il mondo, con una media di 132 nuovi esemplari ogni ora. Tale dato non fa che confermare l'incremento delle attività dell'industria del malware, con buona pace di chi sperava in una tregua almeno durante il periodo delle vacanze.

Ralf Benzmüller, manager di G DATA ha inoltre affermato che la situazione è destinata a peggiorare nei mesi a venire: "La significativa soglia di 1.000.000 di malware  può realisticamente essere raggiunta entro la fine dell’anno. Abbiamo già avuto a che fare con più di mezzo milione di malware nel 2008. Per esperienza i mesi con la maggior quantità di malware sono di solito gli ultimi dell’anno. Per questo motivo dovremo prepararci ad un caldo autunno-inverno sul fronte del malware”.

G DATA ha inoltre diffuso una classifica delle 5 tipologie di malware più diffuse nel corso del mese di agosto:

Tipologie di malware più diffuse in agosto

Trojan horses 26,9 %
Backdoors 20,5 %
Spyware 19,6 %
Trojan downloaders 15,7 %
Adware 6,0 %

La prima posizione di questa ingloriosa classifica è occupata ancora una volta dai trojan, che rappresentano circa il 27% del software maligno individuato. In seconda posizione troviamo invece le backdoor, uno degli strumenti più utilizzati dai criminali online per rubare dati sensibili agli utenti.

Proprio su questo fronte, i ricercatori di G DATA segnalano che l'attenzione si è spostata su un nuovo obiettivo: se in passato l’obiettivo principale dei criminali informatici erano i dati delle carte di credito o degli account di home banking, oggi i ladri di password stanno guardando sempre con maggiore interesse al mondo dei videogiochi online.

I dati delle carte di credito e degli account dei videogiochi online non sono tuttavia gli unici dati personali che interessano ai criminali informatici: oggi è infatti possibile lucrare con qualsiasi tipo di informazione. Numeri di telefono ed indirizzi e-mail possono ad esempio essere rivenduti all'estero ed essere utilizzati da fornitori non autorizzati per veicolare proposte commerciali di dubbia validità.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

55 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
+Enky+12 Settembre 2008, 16:55 #1
OMMIODDIO! MI RUBERANNO L'ACCOUNT DI WOW NON OFFICIAL!
taros8612 Settembre 2008, 16:58 #2
certo però nela maggiorparte dei casi il virus infetta il computer perchè siamo noi utenti a dargli il permesso....

mi spiego...quando si aprono tutte le pagine di popup che dicono che il computer è infetto e ti dicono di fare una scansione...cavolate....virus...

oppure quando uno scarica canzoni(illegalmente col mulo ecc)...ci sono utonti che credono che un file di 300 kb possa essere una canzone da 3 minuti e mezzo....quindi scaricano ci cliccano 2 volte e il gioco è fatto

oppure la maggiorparte dei virus ti entra andando a cercare di siti non molto affidabili (porno, torrent, crack, seriali ecc...)

se uno sa navigare e sa usare il computer con un po' di testa i virus difficilmente entrano nel pc...i virus sfruttano soprattutto l'ignoranza delle persone...(che per carità non è colpa di nessuno, non tutti sono capaci di usare il computer)
D3stroyer12 Settembre 2008, 17:01 #3
ma sì, rubatemi anche gli appunti audio delle mie materie, che mi frega. Capisco però che per gli ambienti di lavoro questo significhi costi per "prevenire" atti indesiderati.

Poi non scordiamocelo mai...l'internet user medio è un incapace clamoroso...ci credo si lamenti tutto il giorno.
taros8612 Settembre 2008, 17:03 #4
spendere tanto in software antivirus non serve a niente...ce ne sono molto validi di gratuiti....avg avast.....
+Enky+12 Settembre 2008, 17:03 #5
tanto pagano le aziende
sna69612 Settembre 2008, 17:07 #6
Originariamente inviato da: taros86
certo però nela maggiorparte dei casi il virus infetta il computer perchè siamo noi utenti a dargli il permesso....

mi spiego...quando si aprono tutte le pagine di popup che dicono che il computer è infetto e ti dicono di fare una scansione...cavolate....virus...

oppure quando uno scarica canzoni(illegalmente col mulo ecc)...ci sono utonti che credono che un file di 300 kb possa essere una canzone da 3 minuti e mezzo....quindi scaricano ci cliccano 2 volte e il gioco è fatto

oppure la maggiorparte dei virus ti entra andando a cercare di siti non molto affidabili (porno, torrent, crack, seriali ecc...)

se uno sa navigare e sa usare il computer con un po' di testa i virus difficilmente entrano nel pc...i virus sfruttano soprattutto l'ignoranza delle persone...(che per carità non è colpa di nessuno, non tutti sono capaci di usare il computer)


non potevi descrivere la situazione in un modo migliore! QUOTONE!
erpirata212 Settembre 2008, 17:22 #7
Ho aperto un sondaggio su questo forum alla sezione windows vista... andate a vedere i risultati... ormai i virus sono storia di anni fa...(almeno per chi capisce qualcosa di pc)
taros8612 Settembre 2008, 17:25 #8

erpirata2

se sei un po' più preciso linkando l'indirizzo del sondaggio è meglio così posso partecipare...
thanks!
erpirata212 Settembre 2008, 17:31 #9
Certamente taros86 vai a questo link:

http://www.hwupgrade.it/forum/showt...69#post24081269
erpirata212 Settembre 2008, 17:34 #10
Cmq su 47 persone il 55.32% non vede virus da mesi\anni, e il 38.30% non ha ancora preso virus con Vista, mentre solo il 6.38% a preso virus ma cmq il sistema operativo (vista) e rimasto stabile.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^