Finjan: "le societá devono rivalutare la sicurezza dei propri pc"

Finjan: "le societá devono rivalutare la sicurezza dei propri pc"

Nel 2007 si prevede un'incremento pericoloso delle minacce degli spyware, sopratutto per le societá. Finjan avverte: rivalutare i piani di sicurezza.

di Marco Giuliani pubblicata il , alle 16:06 nel canale Sicurezza
 
Gli spyware stanno velocemente scalando le vette della top ten dei pericoli online, diventando uno dei maggiori pericoli attualmente esistenti in cui gli utenti più facilmente cadono.

Secondo il Finjan Malicious Code Research Centre (MCRC), sopratutto le aziende stanno ricevendo i maggiori danni da questo nuovo pericolo. Infatti una singola società, è previsto per il 2007, conterà in un anno una media di oltre un milione di accessi a siti web contenenti sypware e altri pericoli da parte dei vari impiegati.

Gli spyware sono un pericolo maggiore per le aziende perché possono rubare informazioni private, iniziare attacchi a server, password di accesso e lanciare altre minacce.

Yuval Ben-Itzhak, CTO di Finjan ha dichiarato: "Le organizzazioni dovrebbero guardare oltre i firewall e puntare più sui software antivirus e filtri URL. I firewall sono sicuramente ottime tecnologie, ma non sono più sufficienti per combattere le attuali minacce. Soprattutto con la minaccia degli spyware sempre più incombente, sarebbe più prudente ri-esaminare le strategie di sicurezza delle società".

Fonte:Security Park

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione

22 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NoX8305 Luglio 2006, 16:49 #1
Yuval Ben-Itzhak, CTO di Finjan ha dichiarato: "Le organizzazioni dovrebbero guardare oltre i firewall e puntare più sui software antivirus e filtri URL. I firewall sono sicuramente ottime tecnologie, ma non sono più sufficienti per combattere le attuali minacce. Soprattutto con la minaccia degli spyware sempre più incombente, sarebbe più prudente ri-esaminare le strategie di sicurezza delle società".


Quello che ci sta dicendo il buon yuval è che se c'è un firewall che permette l'accesso alla rete internet e tra la sedia e il monitor c'è un utonto, non c'è sicurezza che tenga
cane_pazzo05 Luglio 2006, 17:02 #2
true true
PhirePhil05 Luglio 2006, 17:04 #3
i firewall sono ottimi per arginare minacce virali del calibro di Sasser e Blaster, che potevano diffondersi tramite la rete intranet ed infettare migliaia di pc... purtroppo per gli spyware si apre tutto un'altro discorso e per esperienza posso dire che molte volte i danni che possono causare vengono sottovalutati, speriamo che questo appello non cada nel vuoto
syscall05 Luglio 2006, 17:04 #4
Originariamente inviato da: NoX83
Quello che ci sta dicendo il buon yuval è che se c'è un firewall che permette l'accesso alla rete internet e tra la sedia e il monitor c'è un utonto, non c'è sicurezza che tenga

Piu che altro che se c'è un s.o. microsoft con le famose backdoor chiamate IE ed Outlook ed il pc accede alla rete allora al 99% il pc ha un virus o ben che vada uno spyware....
Paganetor05 Luglio 2006, 17:15 #5
syscall, il problema principale è l'utente

un windows ben tenuto e configurato è relativamente sicuro (poi la sicurezza al 100% non esiste )

se S.O. come linux dovessero guadagnare percentuali interessanti di mercato, forse i programmatori di virus si prenderebbero la briga di scrivere malware anche per il pinguino e allora sarebbero guai anche per linux, purtroppo...
PhirePhil05 Luglio 2006, 17:16 #6
interessante il tuo intervento syscall... quali sono le tue fonti?
danyroma8005 Luglio 2006, 17:27 #7
il problema è l'utente...

ma finiamola, non è concepibile e ne' si puo' pretendere che tutti gli utenti di pc siano degli esperti di sicurezza, anche perche' molti (la maggioranza e non noi che frequentiamo questo sito) usano il pc solo come mezzo di lavoro per portare a casa lo stipendio, perche' lo hanno messo davanti ad una scrivania e non perche' gli interessi qualcosa dell'informatica.
Un po' come le donne e le automobili: le sanno guidare (a volte) ma di come funzionano per loro è un mistero e se ne fregano, sta a chi progetta l'auto prevedere questa tipologia di clienti e quindi piazzare diecimila spie e sonagli vari che avvertono di disastri imminenti (tipo la fusione del motore perche' è finita l'acqua del radiatore oppure l'olio).
syscall05 Luglio 2006, 17:29 #8
Originariamente inviato da: Paganetor
syscall, il problema principale è l'utente

un windows ben tenuto e configurato è relativamente sicuro (poi la sicurezza al 100% non esiste )

se S.O. come linux dovessero guadagnare percentuali interessanti di mercato, forse i programmatori di virus si prenderebbero la briga di scrivere malware anche per il pinguino e allora sarebbero guai anche per linux, purtroppo...

Veramente il problema principale è che in win ci sono un fottio di processi che girano come System e che si è quasi costretti ad utilizzare un account amministrativo per utilizzare alcuni programmi sotto win.. ricordo che ad esempio Delphi non girava se non si aveva un account amministrativo.. quindi va da se che quando apri il browser o la posta la stai facendo girare con privilegi amministrativi... sotto Linux questo non avviene MAI l'utenza root si usa solo in casi realmente necessari...
Troppi processi con privilegi amministrativi = pieno accesso ai virus e agli spyware..
Ricordo che era stato messa in palio una certa cifra monetaria per chi fosse riuscito a scrivere un virus x linux, ma che mi risulti ad oggi nessuno ha riscosso il premio...
PhirePhil05 Luglio 2006, 17:35 #9
il fatto che un programma non giri se non con privilegi da aministratore non è colpa di Microsoft ma di chi sviluppa il software... quando ho analizzato la possibilità per un'azineda per la quale ho lavorato di togliere agli utenti i privilegi di amministratore della macchina l'UNICO software (meglio, parte di software) che mi ha dato problemi è stato un componente aggiuntivo per Excel sviluppato da IBM... tutto il resto funzionava alla perfezione. Gli strumenti per fare hardening di una workstation ci sono, si chiamano Group Policies, basta applicarle ed il gioco è fatto...
HexDEF605 Luglio 2006, 18:15 #10
nel 99% dei casi il problema e' l'utente, che giustamente NON deve essere un esperto di computer per poterlo utilizzare (credo che il 90% delle persone che usano un computer per lavoro, in verita' sanno usare bene solamente uno o due programmi)...
I casini nascono dal fatto che windows si fa credere di essere un sistema operativo "facile", ma alla fin dei conti se si vuole un sistema abbastanza sicuro, il tutto non risulta cosi' "facile".
Dal mio punto di vista, in una qualsiasi azienda, la manutenzione dei computer dovrebbe essere fatta da qualcuno di esperto (e non un presunto tale... aver reinstallato windows 10 volte non fa diventare un utonto un professionista), ma in moltissimi posti si tenta di risparmiare sulla manutenzione e prevenzione (non facendo assolutamente niente), e alla fine si arriva a spendere di piu' per rimettere a posto tutto da capo (e a volte stare con il pc fermo per un paio di giorni e' una GRAVE perdita).

Ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^