eEye presenta il primo programma capace di bloccare attacchi informatici

eEye presenta il primo programma capace di bloccare attacchi informatici

eEye® Digital Security, una delle società leader nel settore della sicurezza informatica, annuncia il software Blink - l'ultima novità nel campo della difesa dagli attacchi informatici. Blink è il primo software in grado di proteggere i sistemi non solo da attacchi conosciuti, ma anche dai cosiddetti attacchi “zero-day”, cioè quegli attacchi che sfruttano vulnerabilità non ancora conosciute.

di pubblicata il , alle 09:36 nel canale Sicurezza
 

eEye® Digital Security, una delle società leader nel settore della sicurezza informatica, annuncia il software Blink - l'ultima novità nel campo della difesa dagli attacchi informatici.
Blink è il primo software in grado di proteggere i sistemi non solo da attacchi conosciuti, ma anche dai cosiddetti attacchi “zero-day”, cioè quegli attacchi che sfruttano vulnerabilità non ancora conosciute.

Blink lavora su più livelli per riconoscere e bloccare eventuali intrusioni. Il primo livello è un meccanismo di prevenzione delle instrusioni (IPS - Intrusion Prevention System). A differenza di altri IPS che si basano su signature conosciute per bloccare attacchi, Blink analizza i metodi utilizzati dagli attacchi. In questo modo il software permette di bloccare le intrusioni senza avere delle signature specifiche.

Oltre a questa caratteristica, il software permette di bloccare attacchi basandosi su signature conosciute e include un network e application firewall.
Blink permette anche un controllo dei files critici di sistema evitando che vengano modificati, una protezione dai buffer overflow e dagli attacchi denominati DLL injection.

Infine Blink include anche l'engine di scansione di Retina, altro noto programma della eEye utilizzato per l'individuazione di vulnerabilità all'interno di sistemi.
Per maggiori informazioni, www.eeye.com/blink.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Max Power27 Luglio 2004, 10:21 #1
Io lo Chiamerei Firewall (programma è un po' scarso)
Genesio27 Luglio 2004, 11:23 #2
si in effetti il termine mi pare più adatto. E aggiungerei che imho è dedicato decisamente ad un uso aziendale, non so quanti utenti home siano così preoccupati per i loro mp3 etc. da usare software che (paiono) così avanzati...
DioBrando27 Luglio 2004, 11:45 #3
IMHO software è la parola + adatta
Firewall è un termine un pò limitativo, specie se consideriamo a cosa corrisponde oggi nel linguaggio "comune" informatico, oltre al fatto che potrebbe essere confuso l'HW con il SW.
Leggendo la notizia sembra che abbia delle buone capacità di apprendimento riguardo alle tecniche utilizzate e non convenzionali...chiaramente è un prodotto non dedicato alla fascia Consumer, ma se ricalca le orme di Retina, penso ci sia di che pensare positivi.
riva.dani27 Luglio 2004, 13:54 #4
anche secondo me un utente desktop, oltre a nn necessitare di tanta protezione, non avrà nemmeno le risorse per far girare un prog. del genere che imho, a meno di piacevolissime sorprese, sarà piuttosto pesantuccio... meglio un firewall sw tradizionale (BlackIce rulez!! )
Vik Viper27 Luglio 2004, 17:09 #5

bah

se uno vuole essere sicuro davvero non rende accessibile ciò che gli preme. software come questi mi fanno un po' ridere... o fanno come un PF (per quanto potente e sofisticato, dove è la novità?!?)oppure chiudono tutto e buona notte!! (quella sì che è SICUREZZA - LOL)
LukeHack28 Luglio 2004, 19:54 #6
IPTABLES RULEZZZ
altro che Retina

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^