Attacco congiunto a Facebook e Twitter per colpire un unico utente

Attacco congiunto a Facebook e Twitter per colpire un unico utente

Gli attacchi avvenuti nel corso della giornata di ieri sarebbero stati orchestrati per andare a colpire un singolo e unico utente, con account su entrambi i popolari servizi

di pubblicata il , alle 11:24 nel canale Sicurezza
FacebookTwitter
 

Un attacco di tipo DoS (Denial of Service) è stato portato avanti nel corso della giornata di ieri nei confronti di Twitter e Facebook, due tra i più popolari e usati servizi web di social networking degli ultimi tempi.

Un attacco di tipo DoS come quello portato avanti nei confronti di Twitter e Facebook ha come obbiettivo diretto e primario quello di rendere inacessibile i determinati siti web, sommergendo i sistemi di richieste dati, tanto da mettere in ginocchio l'infrastruttura dell'intero servizio. L'attacco ha quindi un'unica fonte e non è casuale, ma ha coinvolto più servizi contemporaneamente.

Nel caso specifico l'attacco avrebbe avuto come obbiettivo un utente in particolare, presente su entrambi i popolari siti: un blogger Georgiano, attivo anche su LiveJournal e Youtube oltre che i due servizi sopracitati. Un chiaro tentativo o una semplice minaccia per mettere a tacere tale utente (conosciuto con il nickname di Cyxymu, una città Georgiana), ma i motivi non sono ancora stati chiariti.

"È stato un attacco simultaneo sui diversi servizi per tentare di silenziare la voce dell'utente" ha affermato Max Kelly, chief security officer di Facebook. "Al momento stiamo investigando per riuscire a scoprire l'origine dell'attacco e speriamo di poter arrivare ai responsabili e seguiranno quindi i provvedimenti per un simile gesto". Il portavoce della società non ha però fornito informazioni circa i possibili responsabili e si è limitato a dire "Vi dovreste chiedere chi beneficia di una simile azione e pensare seriamente alle azioni di questi personaggi che hanno mostrato un chiaro disprezzo nei confronti di internet".

Le ipotesi che al momento vengono portate avanti hanno poche fondamenta, vista la scarsità di informazione che vige sulla questione. La pagina di LiveJournal dell'utente attaccato è ovviamente stata resa inaccessibile per diverso tempo, ma, attraverso una precedente versione presente nella cache di google è possibile recuperare l'ultimo messaggio che l'utente aveva scritto (in lingua russa) in merito agli attacchi che anche il proprio sito web stava ricevendo: "Ora è ovvio che è un attacco speciale contro me e tutti i Georgiani".

Quello di cui si è certi, secondo le affermazioni di Kelly, riguarda l'infrastruttura utilizzata dai responsabili dell'azione: "Le persone che hanno coordinato l'attacco sono sicuramente determinati e usano un sacco di risorse".

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

100 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Cosimo07 Agosto 2009, 11:32 #1
Fatemi indovinare... Il Governo russo scattando una cyber-guerra?
Xile07 Agosto 2009, 11:35 #2
Eh credo di si!!!
tmx07 Agosto 2009, 11:39 #3
per colpire UN utente? beh, un lavoretto "di fino"...
gabriweb07 Agosto 2009, 11:40 #4
Queste piattaforme di social networking sono un colabrodo..

Adesso mi spiego perchè era da una settimana che su facebook non riuscivo a vedere la mia pagina personale una volta loggato.."LA PAGINA RICHIESTA NON E' DISPONIBILE"

Ieri mi sono cancellato e visto che ne và della mia privacy e a questo punto anche della sicurezza personale non mi iscriverò mai più a servizi simili. Almeno fin quando non avrò la ragionevole certezza che ci sia più tutela per i dati degli utenti.

Per ora ADDIO FACEBOOK
masty_<307 Agosto 2009, 11:41 #5
Ecco perchè ieri era così lento... bello schifo ora doverci subire pure gli attacchi dei russi su internet
ps: era un dos o ddos? speriamo che i 2 siti sporgano denuncia no?
cr1d4r07 Agosto 2009, 11:41 #6
certo che paralizzare twitter e facebook, pensate quanta potenza, non si crea in 2 giorni una dosnet del genere..
Liquid.Tension07 Agosto 2009, 11:48 #7
Beh di solito non sono belle notizie...ma sta volta..................
trio.ciola07 Agosto 2009, 11:50 #8

Uh

Eh beh, era ora di iniziare ad usare queste botnet sul serio, altrimenti cosa le avevano create a fare?

Fra parentesi, ho letto da diverse parti che, se hai un pc windows, molto probabilmente ne fai parte senza che tu o i più comuni antivirus se ne possano accorgere. Secondo voi è vero?
Beltra.it07 Agosto 2009, 11:58 #9
ma caz... visto che erano potevano distruggere definitivamente quelle emerite ca#### di facebook e twitter che rincitrulliscono solo la gente e niente altro
mjordan07 Agosto 2009, 11:59 #10
Originariamente inviato da: trio.ciola
Eh beh, era ora di iniziare ad usare queste botnet sul serio, altrimenti cosa le avevano create a fare?

Fra parentesi, ho letto da diverse parti che, se hai un pc windows, molto probabilmente ne fai parte senza che tu o i più comuni antivirus se ne possano accorgere. Secondo voi è vero?


Solite leggende metropolitane. E' ovvio che Windows essendo piu' diffuso probabilmente ha una presenza maggiore di utenti inconsci su queste botnet ma di certo non è colpa del sistema operativo in se. Piuttosto la colpa è sempre degli utenti incauti. Sono i soliti che "usano Vista senza UAC e senza antivirus perchè non ne hanno bisogno".

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^