Virgin Orbit riesce a lanciare un razzo nello Spazio dal suo Boeing 747-400

Virgin Orbit riesce a lanciare un razzo nello Spazio dal suo Boeing 747-400

Virgin Orbit è riuscita a lanciare il suo razzo, Launcher One, dal Boeing 747-400 (nome in codice Cosmic Girl) portando in orbita ben 10 CubeSat appartenenti a 9 missioni differenti, con la partnership della NASA.

di pubblicata il , alle 08:21 nel canale Scienza e tecnologia
NASAVirgin Orbit
 

Virgin Orbit ce l'ha fatta! La missione chiamata semplicemente Launch Demo 2 ha avuto successo ed è riuscita a immettere in orbita terrestre bassa (LEO) alcuni CubeSat lanciando un razzo che era agganciato sotto l'ala di un Boeing 747-400! Non si tratta di un'idea nuova in senso assoluto e riprende, anche se con profili missione diversi, quanto fa Virgin Galactic oppure in futuro potranno fare Aevum o anche l'ESA.

virgin orbit

Virgin Orbit compie con successo il lancio del razzo

Come scritto, a differenza di altri sistemi di lancio, in questo caso si sfrutta un aeroplano che decolla "tradizionalmente" per portare un razzo a quote elevate per poi permettere a quest'ultimo l'ingresso nello Spazio. Questo dovrebbe consentire di ridurre i costi complessivi, ridurre i possibili inconvenienti dovuti a razzi più grande e semplificando il progetto (del resto, una parte del lavoro è fatta da un aereo sostanzialmente convenzionale).

virgin orbit

Il Boeing 747-400 utilizzato da Virgin Orbit ha nome in codice Cosmic Girl ed è stato consegnato nel 2001. Sempre nello stesso anno ha compiuto il primo volo come aereo di linea. Successivamente è stato riadattato al suo nuovo compito di supporto di lancio razzi dopo aver completato ben 1045 voli tradizionali. Una delle caratteristiche positive di questo approccio è che basta avere una pista capace di accogliere il Boeing, e potenzialmente è possibile lanciare un razzo.

virgin orbit

Launcher One (il razzo) è invece un razzo di 21 metri di lunghezza con un motore del primo stadio da 334 kN che funziona per 3 minuti. Il secondo stadio ha funzionato per oltre 9 minuti (anche se tipicamente potrebbe funzionare per 6 minuti) con una spinta di 22 kN. Il carico da inviare in orbita può raggiungere i 500 kg mentre tutto il sistema ha un peso di poco meno di 26 tonnellate. Per contenere il peso complessivo, il razzo è realizzato in materiali compositi e fibra di carbonio.

All'interno dei fairing hanno trovato posto 10 CubeSat facenti parte di 9 missioni complessive (con il supporto della NASA), in quanto una missione comprende due satelliti. Questo genere di lanci non è pensato per satelliti grandi e pesanti, ma potrebbe permettere a sempre più realtà di inviare un satellite in orbita.

virgin orbit

Purtroppo, a differenza di altre società (come SpaceX), non è previsto uno streaming ufficiale ma solamente una diretta tramite tweet. Sono comunque trapelate alcune immagini di uno streaming interno che ha permesso di vedere qualche scatto durante la missione. In futuro non è comunque esclusa la possibilità di avere streaming ufficiali. Lo Spazio sta diventando sempre più accessibile, con tutte le possibilità (e i rischi) del caso.

Seguici sul nostro canale Instagram, tante novità in arrivo!

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
joe4th18 Gennaio 2021, 19:57 #1
Blue Origin, Nasa, Virgin, Space X, tutti a testare lanci spaziali in questa settimana di gennaio 2021? Cos'e' una combinazione astrale?
sbudellaman18 Gennaio 2021, 21:34 #2
Incredibile, riuscire ad orbitare con un razzo così piccolo... ho letto che possono far orbitare satelliti fra i 300 ed i 500 km di altezza, giusto per curiosità quanto può durare un satellite in un orbita così bassa senza "spintarelle" prima di precipitare per orbital decay?
JuneFlower19 Gennaio 2021, 00:08 #3

Sembra tratto dal gioco CP77...

No vabbe, siamo davvero ai limiti della singularity adesso...
Vuoi andare nello spazio? Vieni nel deserto del Mojave che ti lanciamo, ci stai 48 ore e poi torni giu.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^