Uno dei pannelli solari della sonda NASA Lucy non si è bloccato in posizione

Uno dei pannelli solari della sonda NASA Lucy non si è bloccato in posizione

La missione NASA Lucy è stata lanciata con successo Sabato 16 Ottobre. Nonostante il lancio nominale con un vettore ULA Atlas V c'è stato un problema a uno dei pannelli solari della sonda che non si è bloccato in posizione.

di pubblicata il , alle 07:31 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Negli scorsi giorni c'è stato il lancio di una nuova missione dell'agenzia spaziale statunitense. Si tratta di NASA Lucy che è diretta verso gli asteroidi troiani (che si trovano nelle vicinanze dell'orbita di Giove). Si tratta di una missione importante che punta a scoprire di più su questi corpi celesti e di conseguenza anche sulle origini del Sistema Solare.

Il lancio è avvenuto il 16 Ottobre grazie a un razzo ULA Atlas V che consente di avere una precisione di inserimento in orbita superiore a molti altri vettori. Questo permette di effettuare minori correzioni nel corso del viaggio di milioni di km verso la zona dove si trovano gli asteroidi troiani. Non tutto però è andato come previsto, anche se la missione sta proseguendo.

NASA Lucy e il pannello solare che non si è bloccato in posizione

La prima parte del lancio è avvenuta correttamente con la partenza del razzo alle 11:34 del 16 Ottobre 2021 (ora italiana). Successivamente c'è stato il corretto inserimento in orbita e con la sonda che si è via via allontanata dal nostro Pianeta. Poco dopo le quattro della mattina del 18 Ottobre la sonda NASA Lucy era a 820 mila km dalla Terra con il pianeta che aveva un'influenza gravitazionale maggiore rispetto a quello del Sole.

nasa lucy

Come confermato da Thomas Zurbuchen (amministratore associato della NASA) c'è stato però un problema a uno dei pannelli solari. La sonda utilizza due pannelli solari di grandi dimensioni che sono stati ripiegati per poterla inserire all'interno dei fairing per il lancio.

Una volta che il lancio è stato eseguito correttamente è arrivato il momento dell'apertura (simile a quella di un ventaglio). Questo passaggio è avvenuto correttamente per entrambi ma il blocco in posizione è stato eseguito con successo solamente per uno dei due. Dovendo fornire energia anche quando la sonda sarà distante dal Sole (nella zona degli asteroidi troiani produrranno il 3% di energia rispetto a quando si trovano vicino alla Terra), le loro dimensioni sono generose e pari a circa 7,3 metri di diametro ciascuno.

nasa lucy

Questo non significa che i pannelli solari di NASA Lucy non producano energia, questa parte è nominale. Il problema è legato ai cambiamenti di traiettoria che potrebbero far richiudere (parzialmente) il pannello solare non bloccato in posizione riducendo così la quantità di energia prodotta in futuro. Il team sta cercando di capire il problema e per poi pensare a una soluzione. In un post del blog ufficiale la NASA ha scritto che "nelle condizioni attuali, Lucy può continuare a operare senza alcuna minaccia per la sua salute e sicurezza".

Iscriviti subito al nostro canale Instagram!

Perché? Foto, video, backstage e contenuti esclusivi!

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^