Un satellite di SpaceX ha rischiato di colpire un satellite dell'Agenzia Spaziale Europea

Un satellite di SpaceX ha rischiato di colpire un satellite dell'Agenzia Spaziale Europea

L'ESA ha dovuto compiere una manovra evasiva per evitare la collisione tra il satellite SpaceX Starlink e il satellite Aeolus dell'Agenzia Spaziale Europea

di pubblicata il , alle 19:21 nel canale Scienza e tecnologia
ESASpaceX
 

L'Agenzia Spaziale Europea ha fatto sapere nella giornata di lunedì di aver dovuto compiere una manovra evasiva per evitare una collisione tra il suo satellite Aeolus e un satellite della costellazione SpaceX Starlink. "Gli esperti del nostro team Space Debris hanno calcolato il rischio di collisione tra questi due satelliti attivi, determinando che l'opzione più sicura per Aeolus fosse quella di aumentare la sua altitudine" si legge in un twit della ESA.

L'agenzia afferma inoltre che si tratta della prima manovra evasiva fra satelliti attivi. La costellazione dell'azienda diretta da Elon Musk si occupa di offrire accesso a Internet a banda larga su scala globale. Non è ancora completa, nel senso che finora è stato lanciato solo il primo lotto di 60 piccoli satelliti attraverso un razzo Falcon 9. Musk prevede di lanciare altre migliaia di satelliti nei prossimi anni.

Nel 2018, ESA ha effettuato 28 manovre di prevenzione delle collisioni, ma questo è il primo caso di manovra evasiva per evitare una collisione con un altro satellite attivo. Negli altri casi, infatti, si è sempre trattato di evitare satelliti non più utilizzati o detriti provocati da precedenti collisioni.

Secondo l'agenzia spaziale, sarà sempre più difficile evitare manualmente le collisioni di questo tipo man mano che aumenterà il numero di costellazioni mandate in orbita intorno alla Terra. Per questo motivo sta lavorando a un processo di prevenzione automatizzato tramite intelligenza artificiale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
matrix8303 Settembre 2019, 20:14 #1
twit? seriously? ah ma è grasso
Zurlo03 Settembre 2019, 21:16 #3
Il problema non e' evitare le collisioni ... e' che un satellite ha carburante per un numero limitato di manovre di emergenza: si puo' spostare usando le ruote di reazione, ma mooolto lentamente.
Se inizia a diventare una cosa frequente, sara' un problema - avremo le assicurazioni nello spazio!
schumifun03 Settembre 2019, 22:40 #4
Originariamente inviato da: Zurlo
Il problema non e' evitare le collisioni ... e' che un satellite ha carburante per un numero limitato di manovre di emergenza: si puo' spostare usando le ruote di reazione, ma mooolto lentamente.
Se inizia a diventare una cosa frequente, sara' un problema - avremo le assicurazioni nello spazio!


A quanto so le "ruote di reazione" possono solo far cambiare orientamento al satellite (ovvero rivolgersi verso il "basso", "alto" etc, passatemi i termini), ma non possono creare propulsione.
Se finisce il carburante, e l'altro satellite non è attivo, si scontrano e basta, anche se si tratta di un evento decisamente remoto (molto probabilmente se non avessero eseguito la manovra evasiva di cui parla l'articolo non sarebbe successo nulla, ma vai a star tranquillo con tutti quei soldi spesi...).
rockroll03 Settembre 2019, 23:03 #5
Originariamente inviato da: schumifun
A quanto so le "ruote di reazione" possono solo far cambiare orientamento al satellite (ovvero rivolgersi verso il "basso", "alto" etc, passatemi i termini), ma non possono creare propulsione.
Se finisce il carburante, e l'altro satellite non è attivo, si scontrano e basta, anche se si tratta di un evento decisamente remoto (molto probabilmente se non avessero eseguito la manovra evasiva di cui parla l'articolo non sarebbe successo nulla, ma vai a star tranquillo con tutti quei soldi spesi...).


E sai bene.

Per spingere (accelerare, e magari poi decelerare) in una direzione, occorre giocoforza spingere in direzione opposta parte della massa (ovvero gas di scarico). Non c'è santo che tenga; ed oltretutto si sappia che il baricentro inerziale del sistema non può essere in alcun modo spostato senza ricorrere a forze esterne: ad ogni reazione (m*a) corrisponde una uguale reazione opposta (-m*a).

Sono anche d'accordo sul fatto che si tratta di un evento decisamente remoto, e più facile che un cammello passi per la cruna di un ago.
ArteTetra04 Settembre 2019, 06:50 #6
Ce la facciamo a copiare giusto il nome del satellite?
giovanbattista04 Settembre 2019, 09:53 #7
chi mi spiega il xè è quello di musk che rischiava di colpire e non viceversa?
e siamo sicuri che la manovra fosse evasiva e non elusiva?
......costellazione????
marcram04 Settembre 2019, 11:20 #8
Originariamente inviato da: giovanbattista
chi mi spiega il xè è quello di musk che rischiava di colpire e non viceversa?


Perché è così e basta.
Da quando Musk ha iniziato a produrre tegole solari, non c'è più la pioggia che cade sui tetti, sono i tetti che colpiscono e distruggono le gocce d'acqua...
Qarboz04 Settembre 2019, 22:57 #9
Originariamente inviato da: giovanbattista
chi mi spiega il xè è quello di musk che rischiava di colpire e non viceversa? [...]

Perché quello dell'Esa veniva da destra e quello di Musk non gli ha dato la precedenza
Notturnia05 Settembre 2019, 11:40 #10
perchè quello dell'ESA era li da molto più tempo mentre quelli di Musk sono appena stati mandati su e quindi hanno invaso orbite occupate.. non ci vuole un genio a capire che chi arriva dopo dovrebbe fare attenzione a chi è già li da mesi o anni..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^