Un altro cavo ha danneggiato, ancora, il radiotelescopio di Arecibo

Un altro cavo ha danneggiato, ancora, il radiotelescopio di Arecibo

Il radiotelescopio di Arecibo, già danneggiato nel mese di Agosto 2020, ora ha subito un ulteriore danno quando un cavo della struttura di sostegno ha ceduto andando a impattare sul piatto riflettente e su altri cablaggi.

di pubblicata il , alle 18:41 nel canale Scienza e tecnologia
 

Come se non fosse bastato il primo danno avvenuto in Agosto, il radiotelescopio di Arecibo ha subito un secondo danneggiamento a causa di un secondo cavo che si è staccato e ha colpito la struttura. La compromissione è quindi ulteriormente aggravata rendendo più complessi e costosi gli interventi di riparazione.

radiotelescopio

Immagine dell'incidente di Agosto 2020

Altri problemi per il radiotelescopio di Arecibo

Uno dei cavi principali della struttura si è staccato nella serata del 6 Novembre 2020, secondo quanto riportato dall'Università della Florida Centrale. Come hanno precisato le persone che si trovano sul luogo, il guasto è stato causato in maniera diversa rispetto a quello di Agosto.

Infatti in precedenza si trattava di un cavo ausiliario che si era sganciato dai supporti a causa del terremoto avvenuto in quelle ore. In questo caso invece, il cavo si è rotto cadendo rovinosamente sulla parabola riflettente del radiotelescopio di Arecibo. Questo ovviamente ha provocato ulteriori danni sia alla parabola stessa che ad altri cavi.

Fortunatamente nessuna delle persone che si trovavano in zona è stata ferita. Ora però il radiotelescopio è accessibile solo al personale strettamente necessario perché potrebbero esserci nuovi cedimenti (la struttura è in fase stabilizzazione). Non ci sono informazioni sulle cause di questo nuovo problema al radiotelescopio di Arecibo ma una delle possibilità è che il maggiore carico sulle strutture rimanenti abbia causato l'ulteriore aggravarsi della situazione.

Francisco Cordova (direttore dell'osservatorio) ha dichiarato "siamo stati attenti nella nostra valutazione e abbiamo dato priorità alla sicurezza nella pianificazione delle riparazioni che avrebbero dovuto iniziare martedì. [...] Questo non va bene, ma restiamo impegnati a riportare la struttura online. È uno strumento troppo importante per il progresso della scienza".

Gli esperti intervenuti sul luogo stavano completando le valutazioni (anche con telecamere e droni) necessarie per permettere di riportare il radiotelescopio in funzione. I prossimi passaggi saranno quindi dei lavori temporanei che precederanno quelli definitivi nei prossimi mesi.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giovanni6911 Novembre 2020, 19:01 #1
Con tutto il contributo dato alla scienza in 50 anni, e dato che - "there is no cost estimate for the new repairs that will be needed at this time." - esiste un'iniziativa gofundme?
joe4th11 Novembre 2020, 19:16 #2
E' stato Pierce Brosnan... ;-)
quartz11 Novembre 2020, 20:26 #4
Povero Arecibo.
Tra terremoti, uragani, incidenti, riduzione di fondi e cambi di gestione, sono anni che non ha pace.

La preoccupazione maggiore l'ho avuta nel 2017, quando stavano decidendo se chiuderlo o meno. Per fortuna non è accaduto.
Con i suoi dati ci ho fatto la tesi di dottorato e continuo a farci osservazioni.

Speriamo lo sistemino presto!
aled197411 Novembre 2020, 21:30 #5
di nuovo? non ha davvero pace

il motivo del distacco del cavo è noto?

ciao ciao
TheZeb12 Novembre 2020, 07:30 #6
Originariamente inviato da: joe4th
E' stato Pierce Brosnan... ;-)


ma va qualche cannonata a Battlefield 4 ...
macker112 Novembre 2020, 08:24 #7
Qualcuno non vuole che ascoltiamo, non dico altro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^