Ultima Thule ha ora un nome ufficiale: si chiama Arrokoth

Ultima Thule ha ora un nome ufficiale: si chiama Arrokoth

L'oggetto celeste che abbiamo imparato a conoscere come Ultima Thule ha ora un nuovo nome: la denominazione ufficiale infatti è ora Arrokoth. Si tratta di una parola nella lingua dei nativi americani che significa cielo.

di pubblicata il , alle 14:41 nel canale Scienza e tecnologia
NASA
 

Era da qualche tempo che non scrivevamo di Ultima Thule: l'oggetto più lontano dalla Terra per il quale è stato fatto un passaggio ravvicinato da parte di una sonda (in questo caso NASA New Horizons). Conosciuto anche come 2014 MU69, ha ricevuto il suo nome ufficiale: ora si chiama Arrokoth.

Ultima Thule Arrokoth

La NASA lo ha annunciato in queste ore durante una cerimonia ufficiale che si è tenuta a Washington che ha posto fine all'utilizzo del "soprannome" di Ultima Thule che era ormai entrato nell'uso comune tra gli appassionati. Arrokoth è una parola nella lingua dei Powhatan (una tribù di nativi americani) che significa "cielo".

Il processo che ha portato all'assegnazione del nuovo nome ha visto il team di scienziati di New Horizons avere l'appoggio dei rappresentanti anziani dei Powhatan. Successivamente si è passati al consulto con l'International Astronomical Union and Minor Planets Center, così da poter avere la tanta agognata denominazione ufficiale di Arrokoth.

Ricordiamo che questo oggetto si trova a circa 6,4 miliardi di km dalla Terra e che il suo passaggio ravvicinato ha rappresentato un passaggio fondamentale per una migliore conoscenza del Cosmo.

Ma come mai è stato scelto il nome di Arrokoth? A parlare è Alan Stern (a capo del team di ricercatori di New Horizons). Secondo quanto riportato, il nuovo nome "riflette l'ispirazione di guardare il cielo e di interrogarsi sulle stelle e sui mondi oltre il nostro. Il desiderio di apprendere è al centro della missione di New Horizons e siamo onorati di unirci alla comunità Powhatan e alle persone del Maryland in questa celebrazione della scoperta".

Ricordiamo che Arrokoth (ex-Ultima Thule) si trova nella fascia di Kuiper, oltre i giganti gassosi, dove è situato anche Plutone. La sua scoperta è piuttosto recente e datata 2014 considerando che si tratta di un corpo relativamente piccolo e difficilmente visibile anche con i potenti telescopi come Hubble (che ha portato alla sua scoperta).

Studiare Arrokoth e oggetti simili permette di capire le dinamiche del Sistema Solare primordiale e le sue origini. Non solo! Infatti una conoscenza approfondita di queste entità potrebbe permettere di conoscere anche come si è formata la vita sulla Terra. Un altro tassello fondamentale.

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^