UCL e IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) sviluppano il primo tatuaggio temporaneo OLED

UCL e IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) sviluppano il primo tatuaggio temporaneo OLED

I tatuaggi vengono fabbricati sulla stessa carta dei tatuaggi trasferibili e poi trasferiti sulla pelle bagnata: la facilità ed economicità di produzione dei tatuaggi apre la strada a molte applicazioni

di pubblicata il , alle 19:41 nel canale Scienza e tecnologia
OLED
 

Gli scienziati dell'UCL (University College London) e dell'IIT (Istituto Italiano di Tecnologia) hanno sviluppato una tecnologia per creare tatuaggi temporanei OLED, del tutto simile ai tatuaggi temporanei per bambini. I tatuaggi vengono fabbricati sulla stessa carta dei tatuaggi trasferibili e poi trasferiti sulla pelle bagnata.

Tatuaggi temporanei OLED

La tecnologia apre la strada a interessanti applicazioni: al di là di quelle fashion, con tatuaggi e pellicole per unghie luminescenti, possono essere creati tatuaggi che indichino il livello di disidratazione di un atleta impegnato in competizioni particolarmente difficili o che indichino il livello di esposizione al sole, per evitare scottature e danni alla pelle.

Non solo, anche la filiera alimentare potrebbe beneficiarne, con etichette attive in grado di informare sulla scadenza dei cibi. La novità del processo messo in atto da gli scienziati UCL e IIT sta nella facilità ed economicità di produzione dei tatuaggi, che apre la strada ad applicazioni di massa. La tecnica utilizzata è quella dello spin coating, raggiungendo uno spessore complessivo di 2,3 micrometri.

Lo studio è al momento al primo proof-of-concept e le prossime sfide sono quelle dell'ottimizzazione dell'incapsulamento dello strato OLED al fine di limitarne la degradazione all'aria e l'integrazione di dispositivi come batterie o supercondensatori per l'alimentazione. Maggiori informazioni sulla pagina www.ucl.ac.uk, mentre la pubblicazione completa è disponibile a questo link.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^