SSD con memoria ReRAM, una nuova architettura ibrida

SSD con memoria ReRAM, una nuova architettura ibrida

L'impiego di un piccolo quantitativo di memoria ReRAM può consentire di realizzare SSD dalle maggiori prestazioni e con un ciclo di vita più esteso

di pubblicata il , alle 09:11 nel canale Scienza e tecnologia
 

Resta aggiornato sulle ultime offerte

Ricevi comodamente via email le segnalazioni della redazione di Hardware Upgrade sui prodotti tecnologici in offerta più interessanti per te

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.
Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni sulla gestione dei dati personali

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1318 Giugno 2012, 22:11 #11
Originariamente inviato da: shodan
Si però sono cose troppo differenti per essere paragonate

Poi che i prezzi degli HD tradizionali sia ancora molto alto è vero...

Comunque per salvare capre e cavoli (costo e prestazioni), direi che si può puntare a un Crucial M4 da 128 GB: ne ho visti poco sopra i 100-110 euro, e sono gran bei dischi...



Come sopra: se hai bisogno di velocità a prezzo abbordabile, i Crucial M4 sono un'ottima scelta

Ciao.


ancora con stì Crucial M4...un agility 3 gli da la polvere e costa praticamente uguale!
djfix1318 Giugno 2012, 22:13 #12
la cosa più importante è che siamo ancora a livello di prototipo e con controller Simulato...quindi a bada gli entusiasmi a breve termine anche perchè come è successo con gli SSD occorre aspettare almeno 2-3 generazioni per avere una certa sicurezza del prodotto! parliamo pur sempre di dati e questi sono preziosi per chiunque.

PS: ma se questi dischi avrebbero 11 volte la velocità di quelli attuali, occorre inventare il Sata4 o direttamente un pci-ex
calabar19 Giugno 2012, 09:52 #13
Originariamente inviato da: djfix13
ancora con stì Crucial M4...un agility 3 gli da la polvere e costa praticamente uguale!

Ma l'agility 3 non ha il problematico sandforce 2?
Rispetto all'M4 vedo che costa meno ma ha anche qualche GB in meno, in compenso l'M4 è ottimo per la stabilità e l'uniformità di prestazioni con l'occupazione dello spazio. Infine gli agility 3 pare abbiano percentuali di rottura più elevate.
Sinceramente non è su qualche numero più alto nei benchmark che faccio la scelta dell'SSD.

Originariamente inviato da: djfix13
PS: ma se questi dischi avrebbero 11 volte la velocità di quelli attuali, occorre inventare il Sata4 o direttamente un pci-ex

No, non parliamo di maggiori velocità nel sequenziale, ma nella lettura/scrittura random. In questi casi la banda del sata3 è ancora lontana dalla saturazione.
TheDarkAngel19 Giugno 2012, 11:20 #14
Originariamente inviato da: djfix13
ancora con stì Crucial M4...un agility 3 gli da la polvere e costa praticamente uguale!


Paragoni uno dei peggiori ssd sul mercato con uno dei migliori?
E' lento, instabile e con delle nand di infima scelta, altro che polvere.
shodan19 Giugno 2012, 12:21 #15
Originariamente inviato da: djfix13
ancora con stì Crucial M4...un agility 3 gli da la polvere e costa praticamente uguale!


Ciao,
non metto in dubbio che l'agility possa avere un suo perchè, ma a livello di prestazioni non è affatto vero che "da la polvere" a un Crucial M4.

Ti posto qualche test...

Anandtech (http://www.anandtech.com/show/5710/...orce-capacity):

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Link ad immagine (click per visualizzarla)


Techreport (http://techreport.com/articles.x/21672/1):

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Link ad immagine (click per visualizzarla)

Come vedi a volte l'agility è superiore, ma è l'M4 a vincere la maggior parte dei test. Inoltre:
- l'M4 ha capacità leggermente più alta a partità di fascia (anche se l'agility viene qualche euro in meno)
- l'M4 non ha cali di performance con dati non comprimibili
- soprattutto, è un disco stabile! Risolto il problema dei tag SMART, non ci sono stati più intoppi. Sandforce quante versioni di firmware ha sviluppato per risolvere la maggior parte, ma non tutti, i problemi di freeze del suo controller?

Insomma, io sceglierei l'M4 senza pensarci due volte...
Ciao.
AlexGatti20 Giugno 2012, 11:35 #16
ma invece accoppiare 8/16gb di ReRam ad un disco a piatti tradizionale non potrebbe far salire le prestazioni di un disco a livelli simili a quelli di un SSD mantenendo la capacità dei dischi a piatti?

Voglio dire, le scritture random le dirotti sulla reram e le copierai sull'hd in momenti idle, contemporaneamente tieni sulla reram i settori piu letti in modo da velocizzare boot e avvio applicazioni.
shodan20 Giugno 2012, 12:09 #17
Originariamente inviato da: AlexGatti
ma invece accoppiare 8/16gb di ReRam ad un disco a piatti tradizionale non potrebbe far salire le prestazioni di un disco a livelli simili a quelli di un SSD mantenendo la capacità dei dischi a piatti?

Voglio dire, le scritture random le dirotti sulla reram e le copierai sull'hd in momenti idle, contemporaneamente tieni sulla reram i settori piu letti in modo da velocizzare boot e avvio applicazioni.


Ciao,
è proprio il concetto usato dagli attuali chipset che supportano l'SSD caching: in pratica un piccolo disco SSD è accoppiato a un disco a piatti di grandi dimensioni.

Nell'uso generale le prestazioni non sono male, ma in ambito server generalmente si usa direttamente cache DRAM con batteria di backup.

Ciao.
AlexGatti20 Giugno 2012, 14:37 #18
Originariamente inviato da: shodan
Ciao,
è proprio il concetto usato dagli attuali chipset che supportano l'SSD caching: in pratica un piccolo disco SSD è accoppiato a un disco a piatti di grandi dimensioni.

Nell'uso generale le prestazioni non sono male, ma in ambito server generalmente si usa direttamente cache DRAM con batteria di backup.

Ciao.


ma appunto le reram dovrebbero essere piu adatte al ruolo di cache visto che sopportano meglio di essere scritte di recente e in piccoli blocchi.
shodan20 Giugno 2012, 18:19 #19
Originariamente inviato da: AlexGatti
ma appunto le reram dovrebbero essere piu adatte al ruolo di cache visto che sopportano meglio di essere scritte di recente e in piccoli blocchi.


Si, però considera che, quanto accoppiate a un controller decente, già le NAND forniscono accessi random che sono uno o due ordini di grandezza maggiori rispetto a quelli di un HD tradizionale.

In ambito consumer, la velocità random garantita da un SSD attuale è già sovrabbondante, mentre in ambito enterprise la stessa cosa (cachind di molte, piccole richieste randomiche) è già affidato a controller DRAM + batteria di backup o proprio a controller equipaggiati con NAND.

E' in questo senso che reputo la notizia molto interessante, ma più verso un ambito di riduzione costi nel settore enterprise, che di incremento prestazionale / longevità in ambiente desktop...

Ciao.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^