SpaceX Starship SN9, static fire ok per la nuova navicella. A breve il primo test di volo

SpaceX Starship SN9, static fire ok per la nuova navicella. A breve il primo test di volo

SpaceX ha eseguito il primo static fire di Starship SN9, ed è probabile che a breve dovremmo vederne altri prima del test di volo finale della navicella spaziale

di pubblicata il , alle 10:41 nel canale Scienza e tecnologia
SpaceX
 

I tre motori di Starship SN9, la più recente versione del prototipo della navicella di SpaceX, sono stati accesi per circa un secondo durante il test static-fire avvenuto lo scorso 6 Gennaio 2021 presso le strutture SpaceX in Texas (vicino Boca Chica). I cosiddetti static fire sono test preliminari di routine prima dei primi tentativi di volo veri e propri, quindi è molto probabile che a breve seguirà un "test flight" molto simile a quello memorabile avvenuto lo scorso mese con SN8.

Avvenuto il 9 Dicembre, il test di volo di Starship SN8 è stato eseguito utilizzando tre motori Raptor di nuova generazione, proprio come quelli installati su SN9. In quell'occasione SpaceX ha eseguito il primo test ad alta quota per la navicella spaziale, elevandosi per circa 12,5 chilometri nei cieli del Texas sfruttando la propulsione dei tre motori installati. In precedenza SpaceX aveva provato i suoi prototipi Starship con un solo motore raggiungendo un'altitudine di 150 metri circa.

Il test di SN8 è stato piuttosto esplosivo, ma un successo: sebbene il suo atterraggio sia stato disastroso, provocando un'esplosione scenografica e la distruzione del mezzo, tutti gli altri obiettivi sono stati centrati in pieno andando oltre le più rosee aspettative di SpaceX ed Elon Musk. Starship servirà per trasferire carichi e persone sulla Luna, Marte e altre destinazioni distanti, oltre a soddisfare moltre altre necessità di volo spaziale di SpaceX nel prossimo futuro.

Il sistema ad oggi conta due elementi: la navicella alta 50 metri, chiamata proprio Starship, e un enorme booster di primo stadio noto come Super Heavy. Entrambi gli elementi saranno riutilizzabili in toto e in maniera rapida secondo le previsioni di Musk: Super Heavy dovrebbe tornare delicatamente sulla Terra dopo ogni missione con una manovra verticale come avviene già con i razzi Falcon 9 e Falcon Heavy. A detta di Elon Musk, tuttavia, la manovra definitiva di Super Heavy sarà molto più precisa, e l'azienda ha l'obiettivo di far sì che avvenga nella stessa piattaforma di lancio per minimizzare i tempi di riutilizzo del razzo.

Starship sarà invece in grado di compiere diversi voli fra la Terra e Marte: avrà bisogno di circa 30 razzi Super Heavy per lasciare il nostro pianeta, mentre saranno necessari solamente 6 propulsori per il ritorno dalla Luna o da Marte. L'ultimo static fire è stato ripreso in diretta dal sito Spadre.com, e verrà probabilmente seguito da ulteriori test prima del test di volo vero e proprio.

Nel caso di SN8 sono stati condotti 4 test di accensione dei motori nel corso di oltre un mese prima del flight test definitivo ad alta quota, quindi meglio rimanere sintonizzati per non perdersi il prossimo spettacolo firmato SpaceX.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pingalep07 Gennaio 2021, 14:52 #1
articolo scritto male, (...)
avrà bisogno di circa 30 razzi Super Heavy per lasciare il nostro pianeta, mentre saranno necessari solamente 6 propulsori
(...)
non si parla di superheavy ma dei raptor
Rubberick08 Gennaio 2021, 07:12 #2
ecco, anche io non capivo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^